Vai al contenuto
Home » News » The Boys 4 – La strana storia del (presunto) recast di Mother’s Milk: «È davvero Laz Alonso?»

The Boys 4 – La strana storia del (presunto) recast di Mother’s Milk: «È davvero Laz Alonso?»

Ok, abbiamo un problema: molti si sono convinti che sia cambiato l’attore che interpreta Mother’s Milk in The Boys 4. Ma in realtà non è così.

Se n’è parlato parecchio, persino più del dovuto. Ed è sufficiente fare una piccola ricerca su Google per rendersene conto. Provate a cercare “Mother’s Milk recast” e vedrete decine di risultati diversi. Per non parlare dei social, pieni di commenti in tal senso. Nelle ultime ore, infatti, è rimbalzata ovunque una domanda che molti, per qualche motivo, si sono fatti: l’attore che interpreta il nuovo leader dei “Boys” in The Boys 4 è lo stesso delle altre stagioni?

Risposta breve: sì, è sempre lui. Mother’s Milk è sempre interpretato da Laz Alonso, protagonista della serie fin dalla prima stagione.

Risposta lunga, con una questione preliminare: perché molti si erano convinti che l’attore fosse cambiato? A una prima occhiata, in effetti, si nota una certa differenza: Laz Alonso è dimagrito visibilmente e ha tagliato la barba, assumendo un aspetto piuttosto diverso. Abbastanza, ma francamente non troppo. Eppure ciò è bastato per rendere necessario un intervento diretto dell’attore. Laz Alonso ha infatti chiarito la vicenda su Instagram con una battuta: sostiene di essersi rimpicciolito e di aver mangiato troppa pizza in passato.

Anche The Boys 4 ha affrontato la vicenda. All’interno della puntata d’apertura della stagione si è discusso brevemente a proposito del nuovo aspetto di Mother’s Milk, “giustificando” il dimagrimento con gli eccessivi carichi di lavoro e lo stress imposti dal nuovo ruolo.

Insomma, la notizia è che non c’è una notizia: Mother’s Milk è sempre interpretato dallo stesso attore, anche se moltissimi hanno pensato il contrario. Per fortuna, a differenza di quanto sta accadendo a Erin Moriarty (interprete di Starlight), la questione si è chiusa con una battuta e non con un vergognoso strascico di illazioni e speculazioni fuori luogo.