in , ,

Stranger Things doveva essere diversa. Poi è intervenuta Netflix

stranger things

Stranger Things è una delle serie tv di maggior successo degli ultimi anni. Il 4 luglio arriverà su Netflix la terza stagione e potremo rivedere Mike, Will, Lucas, Dustin, Eleven, Max e tutti gli altri protagonisti. Ma se non fosse stato così?

In origine, infatti, Stranger Things era stata pensata come una serie antologica.

I creatori Matt e Ross Duffer hanno rivelato di aver concepito la serie come un’antologia prima che i dirigenti di Netflix facessero cambiare loro idea.

In un’intervista con ScreenRant hanno affermato:

Abbiamo pensato così la serie, è vero. Poi Netflix si è interessata alla serie e ci hanno detto: “Pensiamo che le persone si affezioneranno a questi ragazzini. Passeremo molto tempo con loro, e vorremo continuare il nostro viaggio con loro”. E avevano ragione. Quando abbiamo iniziato a lavorare con il team di sceneggiatori e alla produzione della serie tv, abbiamo pensato e pianificato un arco narrativo di più stagioni”.

stranger things 3

Anche Dan Cohen, produttore della serie, ha parlato di questa possibilità dicendo:

“Abbiamo pensato di ambientare le stagioni in diversi decenni: negli anni ’80, ’90, nel 2000 e poi la quinta stagione, ambientata nel 2020. Così si sarebbe allineata alla realtà. Alla fine, abbiamo pensato che c’era questo mondo che abbiamo amato molto e non volevamo allontanarci da questi ragazzini. C’erano numerose dinamiche e mitologie. Il mondo che i fratelli Duffer hanno creato è fantastico e c’è ancora molto da raccontare”.

Il mondo di Stranger Things è effettivamente vasto e tra poco meno di un mese potremo scoprire il terzo capitolo di questa storia.

Oltre al grande successo della serie, i Duffer hanno dovuto affrontare una situazione spinosa: sono stati accusati di plagio. La situazione sembra essersi risolta al meglio, dato che la denuncia è stata ritirata.

Siete pronti a tornare a Hawkins dai personaggi che tanto amiamo?

Leggi anche – Stranger Things: la terza dev’essere la stagione della vera consacrazione

Written by Debora Bolis

La mia carriera da telefilm addicted è iniziata quando mi sono unita al Glee club; da lì in poi ho iniziato a seguire con costanza le serie TV, non importa il genere. Nella vita reale cerco di trovare il mio posto nel mondo, ma principalmente viaggio con il Dottore per tutto il tempo e lo spazio. Lui è il mio hobby preferito.

Game of Thrones

Il simbolismo del vestito di Sansa nel finale di Game of Thrones

Game of Thrones

5 Serie Tv che (purtroppo) sono state rovinate da un finale frettoloso