in , ,

Stranger Things – Due protagonisti sarebbero dovuti morire nella prima stagione

stranger things

Forse gli spettatori hanno già capito che nell’universo di Stranger Things nessuno è al sicuro. Sorprendentemente però ci sono due amati personaggi che si sono salvati dalla morte in calcio d’angolo.

Il libro Stranger Things: Worlds Turned Upside Down: The Official Behind-The-Scenes Companion racconta i retroscena di questa ormai popolarissima serie di fantascienza. Il più sconvolgente riguarda l’arco narrativo di due protagonisti che all’inizio avrebbero dovuto lasciarci le penne già nella prima stagione.

Eleven

Stranger Things

La bambina che grazie ai suoi poteri fa da congiunzione tra i due mondi rischiava di non far più parte di nessuno dei due. Il personaggio di Millie Bobby Brown sarebbe dovuto morire alla fine della stagione uno. Questo forse appare un po’ scontato ma il sacrificio di Eleven per salvare i suoi amici dal terrificante demogorgone sarebbe dovuto essere per lei letale.

I creatori della serie hanno poi deciso per un cambio di rotta per questo personaggio visto il successo ricevuto e il rinnovo di Stranger Things per una seconda stagione. Credo che siamo tutti d’accordo nell’immaginare che una lotta tra i cittadini di Hawkins e i mostri del Sottosopra sarebbe persa in partenza senza il contributo della piccola Eleven.

Steve Harrington

Nonostante fosse il bulletto di turno, il più popolare della scuola Steve Harrington ha conquistato da subito il cuore del pubblico. Così i fratelli Duffer lo hanno graziato, e il ragazzo ha potuto evolversi nel corso delle stagioni grazie anche alla bravura e al carisma di Joe Keery.

Stranger Things

Basti pensare a quanto abbia acquistato rilevanza già a partire dalla seconda stagione grazie alla sua amicizia con i ragazzi di Stranger Things. Senza contare che il primo trailer della terza stagione lo vedeva protagonista e nessuno ha avuto da ridire.

Bob non è stato così fortunato

Chi invece non ce l’ha fatta è il nostro eroe Bob Newby. Lui ha seguito il suo percorso che però è stato comunque diluito grazie all’apprezzamento del pubblico nei suoi confronti. Bob avrebbe dovuto lasciarci già nella quarta puntata della seconda stagione, invece è riuscito a navigare fino all’ottava dove avviene la sua dipartita.

bob newby stranger things
bob newby stranger things

Tutto questo dimostra come i creatori e registi di Stranger Things siano ben disposti ad assecondare la volontà del pubblico e di come non abbiano paura di fare qualche ritocchino ai propri copioni. La speranza è quindi di venire ascoltati anche per quanto riguarda la quarta stagione, ancora in fase di lavorazione.

LEGGI ANCHE – Stranger Things: i fratelli Duffer si sbilanciano sulla quarta stagione

Written by Chiara Quarantiello

Devo parlare con qualcuno degli universi che ho visitato e delle avventure che ho vissuto, tutto grazie al mondo delle serie tv. Ora non sto più in silenzio e lo racconto qui.

Chernobyl

La vera storia di Ananenko, Bezpalov e Baranov: i tre eroi di Chernobyl

stranger things

Stranger Things 3 – Nel quinto episodio c’è un banale errore temporale