in

Riverdale – Lili Reinhart sulla scena in intimo: «Mi sono sentita molto a disagio»

A quanto pare, negli ultimi giorni è tra gli hot topic la relazione tra Lili Reinhart e Cole Sprouse (che si è chiusa recentemente) e il ruolo della prima nella serie Riverdale. L’attrice ha infatti rivelato che nei prossimi episodi i fan potranno notare il suo “aver preso qualche chilo in più” rispetto ai precedenti episodi. Lo stesso argomento (quello della sua forma fisica) è stato toccato nuovamente, e stavolta in riferimento a una particolare scena di Riverdale.

Riverdale Lili Reinhart

In una recente intervista con il Los Angeles Times, Lili Reinhart ha rivelato il forte disagio che ha provato nel girare la scena in intimo durante la scorsa stagione:

Non ho il corpo di una classica attrice da CW – intendo vita sottile, gambe dalla forma perfetta, piccola e magrissima. Ho dovuto girare una scena in intimo nella scorsa stagione e mi sono sentita davvero molto insicura.
Non avevo alcuna voglia di farla, ma non l’ho mai confessato a nessuno, quindi non è che qualcuno mi abbia in qualche modo costretta a girarla. L’ho girata perché è il mio lavoro.
Ma devo dire che mi sono sentita molto a disagio con me stessa ed è lì che la situazione si è complicata. Non posso parlare di body positivity e poi non essere coerente, quindi anche se non mi sentivo a mio agio con il mio corpo, ho capito che era importante girare quella scena così che le persone potessero vedere veramente come sono.
L’ho fatto per quelli che credono di dover aver un certo tipo di corpo.
Vai su Instagram e trovi tutte queste persone meravigliose, dal corpo statuario, che sono in spiaggia… Davvero c’è qualcuno nel mondo reale che sulla spiaggia è così?! Nessuno è realmente così, Instagram e le passerelle di Victoria’s Secret non sono lo specchio di come dovrebbe essere una persona nella vita reale.

Riverdale è attualmente disponibile sul catalogo di Netflix, in attesa dei nuovi episodi!

LEGGI ANCHE – Riverdale, Lili Reinhart dopo la rottura con Cole Sprouse: «Ho preso peso, sembrerò diversa»

Scritto da Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

Joe Ruby è morto a 87 anni: ci saluta il creatore di Scooby-Doo

Queste Oscure Materie 2 - Lyra

Queste Oscure Materie 2 arriverà a novembre: ecco il teaser UFFICIALE!