in

Riverdale – Lili Reinhart dopo la rottura con Cole Sprouse: «Ho preso peso, sembrerò diversa»

Dopo il recente gossip che vede coinvolti Lili Reinhart e Cole Sprouse – le due star di Riverdale – circa una nuova rottura della coppia, la nostra Betty Cooper si è esposta circa le aspettative per il ritorno della serie e non solo.

Tra gli argomenti principali di una delle sue ultime intervista al Tonight Show di Jimmy Fallon, infatti, c’è stata la sua forma fisica, e più in generale la differenza che si evidenzierà tra il momento di stop delle riprese e il ritorno sul set.
L’attrice ha prima di tutto annunciato che il salto temporale tra la quarta e la quinta stagione sarà di ben sette anni, dopodiché si è lasciata andare e fatto intendere che lo show potrebbe terminare alla scadenza dei contratti prevista per la fine della settima stagione.

lili e cole riverdale

L’attrice di Riverdale è poi giunta al punto clou dell’intervista, quella legata al suo cambiamento (che per molti sarebbe legato alla rottura con Cole Sprouse) e al fatto che i fan potranno notare la differenza tra gli episodi fino al diciannovesimo della quarta stagione, andato in onda a Maggio e ultimo che la rete ha potuto distribuire, e quelli successivi.
Questo perché, con le vacanze estive a frapporsi tra lo stop e la ripresa della produzione, il cast si presenterà inevitabilmente più “abbronzato”.

Ci siamo fermati alla metà di un episodio. Perché quando torneremo a girare, dobbiamo finire tre giorni di un episodio che stavamo girando a marzo. Dunque, saremo decisamente più abbronzati. Forse. Ho preso un po’ di peso durante la quarantena, perciò sembrerò un po’ diversa. Penso sarà molto facile distinguere quando stavamo girando a marzo e quando invece abbiamo girato a settembre.

Riverdale è attualmente disponibile sul catalogo di Netflix, in attesa dei nuovi episodi!

Leggi anche – Riverdale, Vanessa Morgan furiosa: «Stanca di come rappresentano le persone di colore»

Written by Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

sex education

Ncuti Gatwa confessa: ‘Prima di girare Sex Education ero un senzatetto’

Grey's Anatomy

5 episodi di Grey’s Anatomy che ci hanno delusi profondamente