Vai al contenuto
Home » News » Manifest: Josh Dallas rivela l’esistenza di una scena tagliata dal finale

Manifest: Josh Dallas rivela l’esistenza di una scena tagliata dal finale

Attenzione: l’articolo contiene spoiler sul finale di Manifest 4!

Il 2 giugno è uscita su Netflix la seconda parte di Manifest 4, ovvero gli ultimi 10 episodi in assoluto del mistery drama incentrato sul mistero del volo 828. Pur lasciando alcuni dettagli non del tutto chiariti, la serie, inizialmente etichettata come una potenziale Lost 2.0 , è comunque riuscita a dare una risposta a gran parte degli interrogativi sorti nel corso delle sue quattro stagioni. E si può ben dire che nell’episodio finale di Manifest abbiamo assistito alla chiusura di un cerchio.

Infatti, dopo il sacrificio di Cal (Ty Doran), compiuto per la salvezza degli altri, ci siamo ritrovati nel luogo dove tutto è cominciato: a bordo del volo 828. Proprio qui i passeggeri hanno dovuto affrontare il loro Giorno del Giudizio. Mentre alcuni di essi, come i nostri Ben (Josh Dallas) e Michaela (Melissa Roxburgh), sono riusciti a redimersi dai propri peccati, salvandosi la vita, 11 passeggeri, tra cui Angelina (Holly Taylor) e i suoi seguaci, non hanno superato la prova e si sono tramutati in cenere.  Solo dopo aver affrontato l’Angelo della Morte, i superstiti sono riusciti ad atterrare sani e salvi tra i propri cari a New York, nel fatidico giorno del 7 aprile 2013. 

Tutti felici e contenti, dunque, tranne il detective Vance (Daryl Edwards), che abbiamo lasciato in procinto di indagare su un nuovo mistero: dove sono finiti gli 11 passeggeri scomparsi dal volo 828? Qualche giorno fa, Josh Dallas aveva affermato che secondo lui la serie avrebbe un grande potenziale per uno spin-off o un sequel, e il finale riservato al detective Vance lo conferma. E, a quanto pare, c’è di più. 

Una scena tagliata dal finale di Manifest 4 avrebbe aperto la strada a un nuovo mistero

Intervistato da TV Insider, lo stesso Josh Dallas ha parlato del finale della serie Netflix. In particolare, alla domanda se secondo lui Ben avrebbe rivelato la verità al detective Vance sull’accaduto, l’attore ha risposto affermativamente:“Quella dinamica mi piace tantissimo, e amo Daryl Edwards più della vita stessa”, ha scherzato Dallas.

Tuttavia, Josh Dallas è andato oltre, rivelando che, in realtà, esiste una scena teaser che avrebbe lasciato aperta la possibilità di una futura continuazione per la serie, ma che tuttavia è stata tagliata dall’episodio finale. “Diciamo che apre un po’ – o molto – la storia alla possibilità di ulteriori viaggi”, ha spiegato l’attore, ribadendo la sua disponibilità a tornare a recitare nei panni di Ben Stone in un eventuale sequel:

Non so cosa succederà a quella [scena], non so nemmeno se mai qualcosa accadrà, ma se mai ci sarà un sequel di Manifest e Jeff Rake volesse scrivere ancora parole da mettere nella mia stupida bocca, ci sarei al cento per cento in qualunque momento, ovunque lui chieda. E spero che sarebbe insieme a Daryl”. 

Riguardo invece al contenuto di questa scena cancellata, Josh Dallas si è limitato a chiarire che il suo personaggio non vi compare, ma riguardo al resto è stato piuttosto ambiguo. Eppure, le sue parole non ci fanno necessariamente pensare al personaggio di Daryl Edwards.

“Potrebbe o non potrebbe essere ambientata sull’aereo e potrebbe o non potrebbe includere alcuni personaggi molto importanti per il volo 828. C’è sicuramente un personaggio nella scena che è connesso ad ogni singolo passeggero su quell’aereo… e che forse è scomparso ad un certo punto in una passata stagione”. 

A chi si riferisce esattamente Josh Dallas? Ma soprattutto, Netflix ci farà mai vedere questa scena tagliata, in qualche modo? 

10 curiosità su Manifest, la serie sul coinvolgente mistero del volo 828