in

Lupin – Omar Sy confessa: «Un risultato del tutto inaspettato»

Lupin è una delle serie originali Netflix giunte in questi ultimi mesi. La serie ha riscosso grande successo, diventando una delle serie tv più ambiziose del 2021 di Netflix e tanto da superare Bridgerton e La Regina degli Scacchi, altre due serie Netflix che hanno conquistato e affascinato il pubblico. I primi cinque episodi della prima stagione sono arrivati a gennaio, mentre gli altri cinque arriveranno in estate.

Il grande successo ha stupito lo staff della serie e anche il suo protagonista, l’attore francese Omar Sy, che in un’intervista a Deadline ha rivelato di essere ancora incredulo per il grandioso traguardo raggiunto.

Lupin: le parole di Sy sul successo internazionale della serie

Nell’intervista con Deadline Omar Sy ha parlato del suo stupore per il successo di Lupin, una delle poche serie tv francesi ad aver ottenuto un così grande riscontro positivo nel mondo. L’attore ha detto:

“Chiaramente facciamo le cose sperando che funzionino, ma questo livello di risposta è totalmente al di là della mia immaginazione. Abbiamo cercato di fare qualcosa che non copiasse le grandi serie americane o inglesi. Eravamo noi piccoli francesi che cercavamo di essere nello stesso campo, ma ottenere un risultato così enorme è stato del tutto inaspettato”.

Sy è stato molto soddisfatto del fatto che la serie ha ottenuto una risposta su scala internazionale:

“Nel cinema, nelle serie, quando raccontiamo storie l’idea è di toccare tutti nello stesso modo e vedo che tutti sono toccati o stupiti dalle stesse cose. È bello vedere che in Brasile o in Francia hanno amato Lupin per lo stesso motivo. C’è qualcosa di universale ed è qualcosa che cerco sempre di ottenere”.

Nell’intervista Sy ha aggiunto che Lupin è un personaggio forte, che può fare molte cose, che ha stile, che è affascinante, e che “ha tutto – quindi direi che lui è James Bond per noi [francesi, ndr]. Se fossi inglese, vorrei interpretare Bond”. L’attore ha inoltre fatto un paragone con il mondo sportivo: “Netflix è le Olimpiadi per le serie Tv e noi siamo la squadra francese”.

A contribuire al successo internazionale della serie secondo Sy è anche la location: Lupin ha permesso alle persone di viaggiare a Parigi pur restando nei loro salotti.

“L’obiettivo di Louis [Leterrier, il regista, ndr] era filmare Parigi. Sapevamo che Parigi era un personaggio della serie come lo è nei libri. Lupin e Parigi sono inseparabili, quindi era importante filmare Parigi in un certo modo, ma soprattutto filmare la nostra Parigi. Il Louvre, il Musée d’Orsay, sì, ma anche Montreuil, le prigioni di Parigi… insomma, non solo la versione da cartolina.”

Nella serie, Sy interpreta Assane Diop, che si ispira alle gesta del famoso ladro gentiluomo e maestro del travestimento Arsenio Lupin, ideato nel 1905 dallo scrittore francese Maurice LeBlanc. Le opere di LeBlanc sono state negli anni adattate in numerose serie tv e film.

La vita di Assane viene stravolta quando muore il padre, condannato per un crimine che non ha commesso. Assane, quattordicenne, inizia così a covare un desiderio di vendetta e giustizia verso la ricca famiglia che ha accusato il padre. Venticinque anni dopo decide di portarla a compimento traendo ispirazione dalle gesta di Arsenio Lupin.

La serie Netflix è prodotta dalla Gaumont Télévision ed è creata da George Kay (Criminal UK, Killing Eve) in collaborazione con François Uzan (Family Business).

Oltre a Sy nel cast troviamo Vincent Londez (Romain Laugier), Ludivine Sagnier (Claire), Clotilde Hesme (Juliette Pellegrini), Nicole Garcia (Anne Pellegrini), Hervé Pierre (Hubert Pellegrini), Soufiane Guerrab (Youssef Guedira), Antoine Gouy (Benjamin Ferel) e Fargass Assandé (Babakar Diop).

In attesa di vedere i nuovi episodi in estate, faremo bingewatching della prima parte di Lupin.

Written by Debora Bolis

La mia carriera da telefilm addicted è iniziata quando mi sono unita al Glee club; da lì in poi ho iniziato a seguire con costanza le serie TV, non importa il genere. Nella vita reale cerco di trovare il mio posto nel mondo, ma principalmente viaggio con il Dottore per tutto il tempo e lo spazio. Lui è il mio hobby preferito.

Bear nella grande casa blu

#VenerdìVintage – Chi si ricorda della Canzone dell’Arrivederci?