in

La Regina degli Scacchi: Anya Taylor-Joy spiega cosa l’ha intimidita di più del suo ruolo

La regina degli scacchi

Anya Taylor-Joy interpreta il prodigio degli scacchi Beth Harmon nella miniserie La Regina degli scacchi targata Netflix, di Scott Frank e Alan Scott. Lo show è l’adattamento dell’omonimo romanzo di Walter Tevis (The Queen’s Gabit) e racconta la storia della protagonista sin dall’età di 8 anni dove in un orfanotrofio impara a giocare a scacchi e segue il suo percorso verso l‘età adulta, non privo di ostacoli. Mentre la giovane attrice Isla Johnston veste i panni della piccola Beth, dall’età di 14 anni è la ventiquattrenne Anya Taylor-Joy a interpretare il genio degli scacchi. Un personaggio complesso, dalla personalità sfaccettata e in certi aspetti contorta raccontato mentre affronta una crescita personale e professionale.

L’attrice ha dichiarato che nonostante non avesse alcuna esperienza significativa nel gioco scacchistico, memorizzare così tante partite non era uno degli aspetti più complessi del suo ruolo. In una clip pubblicata da Netflix l’11 novembre, Anya Taylor-Joy racconta:

Io penso che la cosa che mi abbia intimidito di più sia stata il dover tirare fuori in modo convincente tutte le diverse età di questo personaggio. Non volevo che nessuno sentisse all’improvviso come se fosse una persona diversa perché era cresciuta.

Ha cercato però allo stesso tempo di valorizzare le differenze tra i vari momenti di crescita della scacchista, ponendo enfasi su alcuni atteggiamenti relativi all’età:

Quando [Beth] ha quindici anni, ondeggia, cammina con i piedi piatti, si agita molto. Non ha il miglior controllo sulle sue espressioni facciali, cosa che ho adorato.

la regina degli scacchi

Con il tempo Beth cresce e i suoi modi un po’ goffi lasciano spazio ad una crescente femminilità e raffinatezza. Sviluppa anche una passione per la moda e uno stile molto personale ed elegante. Infatti Anya Taylor-Joy spiega come il lavoro della costumista abbia aiutato a distinguere le varie fasi della vita del suo personaggio.

Quando indossi i costumi, li indossi pensando che questo è ciò che l’individuo sceglierebbe di indossare ogni giorno. Io penso che sia un segno molto rilevante di ciò che pensano riguardo a se stessi o di cosa vogliano dire al mondo.

La dedizione al personaggio da parte dell’attrice principale ha sicuramente contribuito a rendere La Regina degli scacchi un grande successo. Infatti lo show ha realizzato un record di ascolti in poco tempo, diventando la miniserie più vista sulla piattaforma Netflix.

LEGGI ANCHE: La regina degli scacchi – Un confronto con Rocky IV

Written by Sofia Apa

Cerco sempre rifugio nei libri e nelle serie tv, sono la mia medicina e non esiste niente di meglio, eccetto la scrittura.

friends

7 notizie sulle Serie Tv che vi svolteranno la giornata

serie tv 2020

10 Serie Tv che hanno deluso le aspettative nel 2020