Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » News » House of the Dragon – Emma D’Arcy trova ironica la sua candidatura come “miglior attrice”

House of the Dragon – Emma D’Arcy trova ironica la sua candidatura come “miglior attrice”

La star Emma D’Arcy interpreta, all’interno di House of the Dragon, una Rhaenyra Targaryen più adulta, la principessa ed erede al Trono di Spade nella seconda metà della prima stagione. D’Arcy riprenderà il ruolo nella seconda stagione (che arriverà sulla piattaforma streaming Now Tv), quando inizierà la guerra dei Targaryen, la Danza dei Draghi.

La star di House of the Dragon parla della sua nomination ai Golden Globes

In un’intervista rilasciata a E! News in occasione dei Golden Globes, Emma D’Arcy ha dichiarato che c’è stata un po’ di ironia sul fatto di essere stata nominata nella categoria come migliore attrice per il suo ruolo in House of the Dragon nonostante si identifichi come non-binaria:

“È una cosa surreale, perché quando ho iniziato, sentivo di dover fingere, di dovermi presentare come una donna per avere successo in questo settore. Ad ogni modo, non era sostenibile e ho smesso di fingere e, stranamente, è stato in quel momento che sono stata nominata come miglior attrice ai Golden Globes. Il che è meravigliosamente ironico. Credo che la cosa più importante sia che lo spazio per le persone trans e non conformi al genere sta diventando sempre più grande. Quindi, mi sento molto privilegiata”.

Sebbene D’Arcy abbia ragione su quanto sia ironica la sua nomination come “miglior attrice” nonostante la sua identità di genere, la sua interpretazione di Rhaenyra in House of the Dragon è una delle più impressionanti del 2022.
Gran parte del personaggio si basa sul suo andare contro le norme consolidate della gerarchia di Westeros: suo padre, Viserys Targaryen, l’ha infatti nominata prima erede donna del Trono di Spade. A causa di questo ruolo, Rhaenyra è considerata una minaccia dai potenti uomini di Approdo del Re, i quali complottano per detronizzarla molto prima che la regina Alicent Hightower affermasse che Viserys aveva nominato Aegon Targaryen erede sul letto di morte.

Interpretando un personaggio che va contro le norme di genere della sua società, Emma D’Arcy è in grado di incanalare la propria identità non binaria attraverso Rhaenyra. La star dà prova della sua abilità recitativa in molte scene importanti, soprattutto nelle scene riguardanti il parto. Sebbene ci si aspetti che la Regina dia alla luce futuri eredi, il suo stesso status di erede al Trono di Spade sottolinea come D’Arcy la ritragga con una visione anticonformista della società anche quando fa ciò che ci si aspetta da lei. Sebbene il personaggio non abbia inizialmente deciso di succedere a suo padre, assume pienamente il ruolo dopo che Alicent cerca di insediare Aegon come Re. La sua ultima scena del parto, che favorisce un aborto spontaneo, può essere vista come un oscuro simbolo del conformismo che non è più un’opzione per sopravvivere.

Se all’interno della serie tv Rhaenyra non ha mai seguito le aspettative di una principessa, la seconda stagione sta preparando il terreno per una versione più vendicativa di lei, che metterà da parte tutti i preconcetti che il mondo le ha imposto. Dopo che suo figlio, Lucerys Velaryon, è morto tra le fauci del drago Vhagar di Aemond Targaryen, è probabile che la Regina approvi la guerra in futuro. Sarà interessante vedere come D’Arcy continuerà a incanalare un’energia anticonformista nel personaggio durante la seconda stagione di House of the Dragon.

Game of Thrones – È stato svelato l’albero genealogico DEFINITIVO di tutti i personaggi!