in ,

Breaking Bad, 5 domande a cui Better Call Saul deve rispondere

Better Call Saul

Le puntate di Better Call Saul 5 stanno per finire, ne mancano solo tre prima della conclusione. Sappiamo che lo spin-off prequel di Breaking Bad avrà anche una sesta stagione e che molto probabilmente questa sarà l’ultima. I fan non possono fare altro che porsi degli interrogativi su come e quando verranno gestite alcune storyline e in base a quello che stiamo vedendo durante la messa in onda di Better Call Saul, gestirle non sarà semplice.

Cosa accadrà a Kim Wexler?

Giselle

Forse uno dei più grandi successi di Better Call Saul è la creazione di personaggi ricchi di sfumature con la stessa attenzione ai dettagli di Breaking Bad – personaggi con complessità, difetti e punti di forza. Kim Wexler è il personaggio per cui facciamo il tifo all’unanimità. Quando le azioni di Jimmy/Saul diventano sempre più al limite siamo messi nei panni di Kim. Lei ha una linea che è sempre più messa alla prova dal suo fidanz…ehm marito!

Naturalmente, la sua assenza in Breaking Bad deve essere affrontata nei prossimi episodi di Better Call Saul e i segnali sono inquietanti. Le opzioni di base sul tavolo includono la morte o l’abbandono totale alla vita di Jimmy come uomo del cartello. Se in qualche modo Jimmy è sopravvissuto come Gene nei flashforward, possibile che la stessa sorte sia toccata a Kim? Un velo di speranza rimarrà attaccato al nostro cuore.

Come farà Lalo Salamanca a uscire dallo show?

Quando nello scorso episodio di Better Call Saul abbiamo visto Lalo arrendersi alla polizia molti di noi avranno pensato al quel momento: il momento in cui Saul in Breaking Bad esclama: “Vi ha mandato Lalo?” a Walter e Jesse. Lalo sta avendo dei problemi con la legge e nonostante abbia dalla sua parte l’avvocato Goodman non saranno pochi i problemi che affronterà. Lalo uscirà di prigione su cauzione e Jimmy diventerà un amico del cartello: ma quanto durerà tutto questo?

Cosa accadrà a Nacho?

Breaking Bad

Più volte in Better Call Saul sta esprimendo il suo desiderio di lasciare tutto, di vivere in tranquillità e di stare al sicuro insieme al padre. Nacho, uno dei primi scagnozzi appartenenti al cartello che fa il doppio gioco collaborando con Fring. Ma contestualmente alla scena dell’arrivo di Saul in Breaking Bad, l’avvocato esclama: “Non sono stato io, è stato Ignacio, è lui”. Questo lascia pensare che Nacho sopravviva in Better Call Saul magari non proprio come aveva previsto.

Written by Lidia Maltese

In questa timeline sono una serie tv addicted che nel tempo libero finge di essere una studentessa universitaria.

Westworld

7 curiosità su Thandie Newton, la folgorante Maeve di Westworld

Maeve