in ,

Il brindisi di New Girl è dedicato alle nuove speranze

new girl

Brindiamo anche noi con i nostri amati personaggi? Facciamo ormai parte anche noi di questa famiglia. Cece si sta realizzando nel lavoro dei suoi sogni, Jess e Robby sono finalmente felici e Nick e Reagan si stanno conoscendo nella quotidianità. L’episodio 6×12 di New Girl si intitola The Cubicle e fa riferimento a uno dei regali che la moglie di Schmidt ha ricevuto per il suo angolo di ufficio nell’appartamento.

Nick Miller si cimenta in uno dei regali più importanti e utili: un paio di cuffie che isolano completamente dal mondo esterno. Peccato che, a quanto pare prima ancora che Cece possa apprezzare fino in fondo, Reagan riconosce le sue cuffie… rotte.

Ma Nick, il più ambiguo di New Girl, risponde con una frase del tutto inaspettata e quasi significativa: “Niente si rompe mai davvero.”

Probabilmente sarò fusa, ma Miller vuoi dirci qualcosa? O erano semplicemente parole a random?
Ma poco dopo ci pensa Winston a sdrammatizzare nominando i peti di Ferguson con l’appellativo “vaporini”. E il gatto è intento in un cassetto ad improvvisare un’orchestra sinfonica, a quanto pare. Ok, ma direi di non fossilizzarci su questo.

Jess vuole pagare le spese mediche a Robby che sembrano ammontare stranamente ad una cifra piuttosto bassa. Non ci casca e, mentre il ragazzo è intento a suonare il basso (ricordiamo che ha suonato perfino per Santana), riesce a fargli sputare il rospo, un grande e costosissimo rospo. Se Miss Day fino a poco prima era in grado di poter sbandierare i soldi che guadagnava con il suo lavoro, adesso non può far altro che trovare una soluzione drastica. Non ho ancora inquadrato bene la loro relazione. Mi sembrano male assortiti nonostante siano molto simili, praticamente uguali. Forse è questo il problema, ma noto che si trovano già in un punto morto.

Altri problemi li abbiamo notati ovviamente nella coppia formata da Nick e Reagan. Non riescono ancora a confrontarsi, forse per paura di litigare si tengono tutto dentro, oppure cercano Jess come valvola di sfogo. Proprio lei si confida con Reagan e Nick e ammette di star vendendo alcuni suoi averi, tra cui quasi tutte le sue paia di ballerine per poter pagare le spese mediche a Robby.

CHE COSA?! No eh, Jess senza ballerine non è Jess.

Ma mi ha fatto ridere tantissimo il nome del sito su cui ha tentato di venderle: www.ballerinefantastiche.com.

Reagan deve ancora leggere il libro del fidanzato, Le cronache di Julius Pepperwood. Sono tutti sconvolti dal fatto che proprio lei ancora non abbia avuto il piacere di appassionarsi al lavoro di Nick. Soprattutto perché tutti, compresso Robby che ha addirittura scritto una fan fiction a riguardo, parlano anche facendo citazioni all’ormai per loro già best seller di Nick Miller. Eppure la sexy ragazza cerca in tutti i modi di procrastinare il momento fatidico. Ma ben presto Reagan inizia con la lettura e ben presto si addormenta, lasciando Nick nello sconforto.

Jess pensa che Robby la ritenga responsabile della sua distruzione fisica e tutti i torti non li avrebbe. Ma il ragazzo continua a negare e non vuole farle causa. Ed è proprio in una fase di stallo e di completa confusione riguardo i propri partner, che Nick e Jess si ritrovano insieme, in compagnia di una bottiglia di gin. L’alcool li ha separati, si sono lasciati mentre erano ubriachi. Adesso li ha aiutati a consigliarsi a vicenda i prossimi passi da affrontare.

Nick: “Robby è troppo buono. E’ decisamente troppo buono per te.”
Jess: “Cosa c’è che non va in me?”
Nick: “…Quando le cose vanno bene ti spaventi e cerchi dei motivi per dubitare che sia così.”
Jess: “Già. E’ questo che è successo a noi?”
Nick: “Non sono in grado di capire cosa ci è successo, ma forse sì.”

Cosa c’è che non va in me?” Jess se l’ha chiesto spesso nel corso di queste cinque stagioni e mezzo di New Girl. L’unico ad averle sempre detto la verità è stato proprio Nick ed è stato anche lui ad averle fatto cambiare umore.

Nick: “Non ero vulnerabile con te?”
Jess: “Chi lo sa che cosa ci è successo. Siamo sstati dei bambini. Tipo tu avevi una scatola e io volevo che tu aprissi un conto in banca.”
Nick: “Sono più o meno la stessa cosa. Tu volevi vivere su un lago e io su Marte.”
Jess: “Volevi fare il camionista su Marte.”

In questo istante dell’episodio assistiamo ad un secondo brindisi: stavolta si brinda all’essere più vecchi e saggi. Non so se sono esageratamente fan della coppia Ness, in tal caso avvertitemi e frenatemi, ma l’alchimia che ho notato nei loro sguardi e nelle loro parole sono uniche in New Girl. L’essere stati prima amici, poi fidanzati, poi amici e fidanzati ed infine amici ed ex ha portato sicuramente il loro rapporto ad una fase successiva. Si fidano l’uno dell’altro e si conoscono come le loro tasche. Abbiamo addirittura scoperto che nessuno dei due sa spiegarsi come mai tra loro sia finita. Nemmeno noi riusciamo a spiegarcelo. Che il loro sguardo d’intesa in un limbo sereno in mezzo al caos più totale, possa essere anche uno sguardo di speranza per il loro futuro? “Niente si rompe mai davvero.”

Prima che l’episodio potesse finire, Nick e Jess ritrovano la loro serenità con i rispettivi partner, ma solo dopo essersi confrontati. La sincerità è alla base di tutto e questa lezione deve essere importante, soprattutto per Reagan.

Ma Schmidt, Winston e Cece? Sembra che le vite dei due coniugi bellissimi si stiano ancora una volta incrociando: i loro lavori potrebbero amalgamarsi in maniera perfetta. Donovan, infatti, il primo modello dell’agenzia di Cece potrebbe mostrare il suo volto alla nuova campagna pubblicitaria dell’agenzia di Schmidt. Perfetto! Ma di mezzo c’è Winston, il poliziotto Winston, che inconsapevolmente porta il bel modello a mettere in dubbio il suo lavoro. Ma Cece è una ragazza davvero in gamba. L’amiamo tutti. Aiuta Jess con i suoi problemi d’amore, aiuta Schmidt con i suoi cali di autostima e aiuta Donovan a ritrovare se stesso, aiutando in questo modo anche se stesse. Il marito per dedicarle delle attenzioni la sorprende: nella nuova casa ci sarà l’ufficio della Cece’s Boys, nome ideato proprio da lui. Ma il primo e unico vero Cece’s Boy resta Schmidt.

Insomma facciamo un resoconto. La puntata è stata lineare, forse meno divertente delle scorse che New Girl ci ha donato. Però abbiamo capito una cosuccia per me fondamentale: Nick e Jess hanno bisogno di crescere da soli e la loro relazione era splendidamente adolescenziale. Chissà, magari un giorno, quando saranno entrambi adulti, saranno anche pronti a rimettersi in gioco per una relazione più matura.

Nuove speranze verso i nuovi amori, verso le nuove prospettive di vita, verso le realizzazioni professionali. E nuove speranze che rinnovano quelle vecchie che vedono protagonisti sempre loro, soltanto loro, la bellissima famiglia in quel di Los Angeles. New Girl con la 6×12 brinda all’unione e al puro amore.

Un ringraziamento speciale va alle pagine NewGirl • Italia e Nick e Jess  NewGirl Italy!

Written by Giuseppina Cataldo

Amo i viaggi (anche quelli mentali), i supereroi, i concerti, i colpi di scena, i tramonti, il mio letto, la pizza. Sono una Bridget Jones amante di apocalissi e fantascienza, per cui non ho paura di sognare in grande.
Sono ubriaca di mio, nonostante sia astemia.
Cambio look spesso, voglio captare ogni sfumatura prima di scegliere quella giusta.
In testa ho la mia isola di Lost personale.
Sono onnivora, nel senso più ampio del termine.
Odio l'ansia.

Gustavo Fring

Gustavo Fring is Back: il video appena uscito che forse prepara l’arrivo di Gus in Better Call Saul

Sherlock: humor e thriller per una prima stagione sopra le righe