Vai al contenuto
Home » Netflix » UFFICIALE – Netflix introduce la pubblicità, ma l’abbonamento costerà meno: tutti i dettagli!

UFFICIALE – Netflix introduce la pubblicità, ma l’abbonamento costerà meno: tutti i dettagli!

Alla fine è successo. Alla fine Netflix ha ceduto, e le chiacchiere si sono trasformate in avvenimenti concreti. Era da molto tempo che si chiacchierava della possibile introduzione della pubblicità sul colosso streaming più famoso al mondo, e tra smentite convinte e tempi dilatati sembrava che questa remota opzione non fosse altro che una chiacchiera da bar, una voce quasi priva di fondamenta. Nell’ultimo periodo, però, la voce è diventata più di una voce e i presupposti perchè Netflix abbracciasse il cambiamento hanno cominciato a esserci tutti. A partire dalla famosa perdita di utenti avvenuta in questi primi mesi del 2022, probabilmente l’elemento decisivo che ha portato le alte cariche di Netflix ad accelerare un processo evolutivo che comunque, prima o poi, forse sarebbe arrivato lo stesso.

E allora eccoci: l’abbonamento con pubblicità su Netflix diventa realtà. Ma quella che molti vedevano come una brutta notizia, probabilmente porterà quei molti a ricredersi in tempo zero. Già, per due ragioni. Intanto perchè l’abbonamento con pubblicità su Netflix non sarà l’unica opzione a disposizione degli utenti, ma una delle opzioni: chi della pubblicità proprio non ne vorrà sapere, non dovrà fare altro che continuare a pagare il suo abbonamento attuale. Netflix infatti si amplierà, ma senza dimenticare il passato: le opzioni previste a disposizione di ogni abbonato saranno comunque due, e ogni utente potrà scegliere se sottoscrivere l’abbonamento con pubblicità o l’abbonamento senza pubblicità.

La seconda grande notizia è che appunto l’abbonamento con pubblicità costerà meno: non è dato ancora sapere quanto meno, ma lo scopriremo molto presto. In pratica ogni persona potrà scegliere: pagare di più senza vedere pubblicità, o pagare di meno vedendo la pubblicità su Netflix.

L’annuncio ufficiale dell’introduzione dell’abbonamento con pubblicità su Netflix arriva di fatto da Microsoft, che ha annunciato ieri di aver raggiunto un accordo con Netflix per la vendita di spazi pubblicitari sul colosso streaming. Una rivoluzione vera e propria insomma, con la quale Netflix spera di fare scacco matto e recuperare terreno nell’infinita guerra dello streaming che vede ormai la presenza di competitors sempre più competenti e agguerriti. E Netflix ha deciso di mettersi al passo, compiendo una mossa che nessuno, solo un paio d’anni fa, pensava si sarebbe potuta realizzare davvero.

LEGGI ANCHE – Netflix: il vero problema della piattaforma streaming sono le serie inconcluse