in

Lo spudorato fanservice di Netflix con Tokyo e Lucifer

Lucifer Tom Ellis
#
#

Ormai è all’ordine del giorno avere a che fare con serie tv il cui punto di forza risiede nella bellezza del cast che le compone (qui ve ne proponiamo alcune). Quelle presenti su Netflix non fanno certo eccezione. Tuttavia, questa volta non si tratta di compiacere un pubblico esclusivamente maschile. Serie televisive come Lucifer si concentrano molto sull’aspetto fisico dei loro personaggi principali. D’altronde, come si può non apprezzarlo? E anche La Casa de Papel, pur se in tono minore, punta sull’aspetto dei suoi attori.

#
#

In particolar modo i personaggi di Tokyo e di Lucifer sono quelli che attirano di più l’attenzione per la loro bellezza, e per il modo in cui Netflix se ne serve per pubblicizzare le rispettive serie tv. Certamente l’affascinante Tom Ellis e la sensuale Úrsula Corberó non sono stati scelti solo per il loro talento di attori. Anche se, al riguardo, molti avrebbero da ridire sulle loro capacità!

Non si può dire che quella di Netflix sia stata una mossa sciocca anche se, a lungo andare, il fanservice rischia di diventare eccessivo.

lucifer netflix

In Lucifer sono più le scene che inquadrano un Tom Ellis a petto nudo o senza vestiti che quelle che lo riprendono con gli abiti addosso. Non che ci dispiaccia, sia chiaro, ma non è forse un po’ troppo? Dopo la terza stagione, la serie tv statunitense aveva rischiato di chiudere i battenti a causa della cancellazione avvenuta per mano della Fox. Ma Netflix non ne ha voluto sapere e ha salvato Lucifer, sfruttando a pieno tutte le sue potenzialità (e che potenzialità!).

#
#

Il teaser, che Netflix aveva diffuso per pubblicizzare l’attesissima quarta stagione, aveva scatenato molti commenti di apprezzamento dei fan. Netflix ha fatto di Tom Ellis il sogno proibito di molti e il motivo di invidia di tanti altri. Con questa anteprima si rivelava l’aumento di scene di nudo nella stagione e ne è prova anche la sesta puntata Orgy Pants to Work.

Allo stesso modo Netflix punta ad attirare l’attenzione del pubblico con il personaggio di Tokyo ne La casa de papel.

La bellissima e indubbiamente sexy Úrsula Corberó (di cui vi abbiamo raccontato qui alcune curiosità) ha già fatto balzare il cuore in gola più volte con le foto pubblicate sul suo profilo Instagram. Consapevole della sua bellezza, Úrsula non smette mai di provocare i suoi fan, e Netflix ha saputo di certo sfruttare il suo personaggio. Nel primo episodio della terza stagione, Tokyo ha avuto un ruolo centrale. La vediamo su una splendida isola con il suo amato Rio, che festeggia e si diverte. Il suo corpo, ovviamente, sempre in bella mostra.

View this post on Instagram

Tokio is on vacation… For a while ?

A post shared by Úrsula Corberó ? (@ursulolita) on

Considerata la mina vagante del gruppo, Tokyo ha creato non pochi problemi alla banda del Professore.

Splendida ma inafferrabile, innamorata ma desiderosa di libertà. La bellezza, sicuramente punto forte di Tokyo, non riesce a compensare la sua impulsività. Úrsula dà sfoggio di tutta la sua sensualità anche in altre scene della recente terza stagione. Ad esempio quando, per fare il bagno con Rio, si spoglia lentamente e ci tiene incollati allo schermo, in attesa. Anche lei ha generato molta invidia nel pubblico femminile e (fin troppa) ammirazione in quello maschile. Chi non vorrebbe avere un fisico come il suo? Che dire? Complimenti alla mamma!

Netflix sa bene quali sono i punti deboli dei suoi fan, sa dove colpire per fare centro. Bisogna ammettere che, finora, la strategia di concentrare l’attenzione del pubblico su personaggi come questi ha dato i suoi frutti. A prescindere dalla qualità, dalla serietà dell’argomento e dalle critiche, tutti noi abbiamo ceduto almeno una volta alla visione di una serie perché follemente innamorati dei suoi personaggi.

Leggi anche – Lucifer: Tom Ellis e gli sceneggiatori già al lavoro per la quinta stagione

Scritto da Elena Scipione

Cerco sempre la magia anche nelle più piccole cose. Potete trovarmi con la testa immersa fra le pagine di un libro o in qualche puntata di una serie tv. Per il resto del tempo per lo più scrivo e metto alla prova i miei poteri magici.

Orange Is the New Black – Diane Guerrero: «Ricordo di aver visitato mia madre in prigione»

Skam Italia

L’ambigua storia Instagram sulla cancellazione di Skam Italia