Vai al contenuto
Home » Netflix » I 5 documentari più interessanti usciti su Netflix negli ultimi mesi

I 5 documentari più interessanti usciti su Netflix negli ultimi mesi

Quando si pensa a Netflix si pensa immediatamente alle serie tv. Si stima che solo in Italia esistano circa 1 milione di abbonati e, siamo pronti a scommetterci, la stragrande maggioranza ha scelto di abbonarsi per restare al passo con le serie e i film di cui tutti parlano. Probabilmente il nostro ragionamento non fa un piega, ma Netflix è molto più di questo. Ogni mese vengono aggiunti diversi documentari, anche sotto forma di docuserie, ed in realtà sono un prodotto molto apprezzato dagli utenti. Si stima che almeno il 75% dei possessori di un abbonamento ne abbia visto almeno uno.

Esiste quindi una grandissima fetta di pubblico che apprezza questo genere e Netflix ha saputo cogliere la palla al balzo, non solo conquistandosi l’uscita in esclusiva di diversi documentari interessanti (vedi per esempio “Il mio amico in fondo al mare“, premio Oscar nel 2021), ma capendo l’importanza anche di produrne alcuni, guadagnandosi quindi il diritto di comunicare in prima persona ciò che riteneva importante. Netflix non ha una offerta di news e informazione vera e propria all’interno del suo catalogo, ma ha saputo intelligentemente sfruttare i documentari come una vera e propria fonte per il pubblico in questo senso, seppure talvolta da prendere con le pinze. Sarebbe riduttivo in effetti, definire questo colosso dello streaming solo come un catalogo da cui scegliere qualcosa da guardare. Netflix si è fatta avanti in varie occasioni, schierandosi sempre dalla parte delle minoranze, delle vittime, dell’ecologia, della giustizia e dell’uguaglianza. Memorabile la campagna di sensibilizzazione durante il Gay Pride 2021, in cui vennero ridipinte con la tipica bandiera a strisce tutte le maggiori stazioni ferroviarie d’Italia.

Non si parla solo di ideologie e fenomeni culturali, anche dal punto di vista ecologico Netflix si è schierata in maniera netta contro ogni forma di inquinamento e sfruttamento del pianeta. Ecco che ancora una volta i documentari vanno di pari passo con una filosofia aziendale dell’emittente che dichiara il proprio impegno ad azzerare le emissioni di carbonio entro la fine del 2022. Parallelamente vengono prodotti numerosi documentari naturalistici che mirano a smuovere nello spettatore un sentimento di grande amore per la natura e l’ambiente, servendosi di avanzate tecnologie che permettono davvero immagini mozzafiato. E ancora vengono diffuse numerose inchieste su ciò che è sostenibile e ciò che invece costituisce un pericolo per la biodiversità del nostro pianeta, fornendo informazioni valide e serie, nel tentativo di smuovere le coscienze.

documentario

Sono davvero ben fatti i documentari Netflix. Raccontano storie in maniera quanto più completa, sfruttando spesso interviste a persone direttamente coinvolte nella vicenda ed immagini di repertorio originali. Che sia un documento di inchiesta, naturalistico o di rilevanza storica, Netflix è capace davvero di confezionare dei veri e propri spunti di riflessione per ciascuno di noi. La conoscenza ha quindi un mezzo ancora più facile e diretto per raggiungerci, ma come orientarsi in questo mare di informazioni?

Ecco quindi un piccolo elenco dei 5 documentari più interessanti usciti nell’ultimo periodo su Netflix:

1 Seaspiracy

netflix

Gli effetti dell’eccedenza di carne rossa nella dieta dell’uomo sono ben noti e spesso si pensa che mangiare pesce sia la soluzione più valida. Non fraintendete, non siamo qui per darvi consigli alimentari, ma guardare Seaspiracy sarà sicuramente illuminante. La pesca è diventata ormai insostenibile per il nostro pianeta: gli oceani si stanno svuotando, i pesci si stanno ammalando, le acque si stanno inquinando. Non illudetevi nemmeno che la pesca da allevamento sia una valida alternativa perché, purtroppo, questo documentario non lascia molto spazio alla speranza. In Seaspiracy vengono mostrate immagini forti e crude dell’impatto della pesca intensiva sull’ambiente. Viene spiegato il pericolo per la bio diversità oceanica costituito della “pesca accessoria”, cioè tutto il pescato che rimane involontariamente impigliato nelle reti. Viene smentito il valore del noto simbolo di ecosostenibilità presente tutt’oggi su numerosi prodotti ittici. Vengono portate alla luce del sole le condizioni disumane in cui vivono i lavoratori del settore. Viene esplicitata la corruzione dell’industria alimentare. Saremmo imprecisi se non avvisassimo lo spettatore che questo documentario è stato oggetto di numerose critiche per alcune inesattezze al suo interno, ma il messaggio di fondo è innegabile: la pesca intensiva sta rovinando i nostri oceani.

2 Atleta A

netflix

Nel mese in cui tutto il mondo festeggiava medaglie d’oro, Netflix ha fatto scoppiare questa bomba. Atleta A è un documentario profondo e toccante, ancora di più se si pensa che contemporaneamente alla sua uscita Simone Biles, impegnata nelle Olimpiadi e favorita per la medaglia d’oro, annuncia di non sentirsela più di gareggiare. Non è lei l’Atleta A del titolo, ma sicuramente viene raccontata anche la sua storia. In questo documentario viene descritto il calvario di almeno 500 bambine che, una volta adulte, trovano il coraggio di denunciare il medico sportivo della Squadra Nazionale Americana di Ginnastica Artistica, reo di aver abusato di loro. Il documentario è realizzato con immagini di repertorio ed interviste ai protagonisti della storia. Viene raccontato tutto in maniera molto delicata, ma assolutamente puntuale. È importante notare come l’intera storia non veda solo il suddetto medico come colpevole, ma spiega in maniera chiara e lampante come l’intero sistema sia sbagliato. Se da una parte infatti le diverse figure professionali coinvolte si scoprono essere a conoscenza di ciò che accadeva durante queste “visite mediche”, dall’altra parte erano loro i primi a far subire a queste ragazze una moltitudine di abusi psicologici travestiti da allenamenti efficaci per ottenere atlete vincenti. Si arriva quindi all’unica ovvia conclusione, nessuna medaglia le ripagherà di ciò che è stato loro tolto durante l’infanzia.

3 Funghi fantastici

netflix

Nell’ambito naturalistico il più bizzarro, ma assolutamente meraviglioso fra i documentari usciti negli ultimi mesi, è sicuramente Funghi Fantastici. Le immagini sono ad altissima definizione, davvero strabilianti. Esistono funghi di dimensioni, forme e colori inimmaginabili. Alcuni così brutti da disgustare, altri così belli che non si può resistere all’impulso di toccarli. È incredibile come questo documentario sia capace di incantare lo spettatore per quasi un’ora e mezza parlando semplicemente di muffa. Ma i funghi sono affascinanti, si potrebbe dire intelligenti. Sono capaci di seminare spore o costruire reti per migliaia di chilometri, possono mettere in comunicazione fra loro gli alberi e sono quasi magici nel trasformare ciò che è morto in terreno fertile per vita nuova. È bizzarro si, ma c’è un qualcosa di poetico nell’immaginare come minuscole particelle siano capaci di sopravvivere per migliaia di anni, in condizioni estreme e questo semplicemente per continuare a perpetrare la vita. Non sono ortaggi, ma nemmeno animali, sono una cosa a se stante i funghi, ma insospettabilmente affascinante. Lasciatevi rapire da questa intelligenza naturale che letteralmente, vive sotto ai nostri piedi.

4 Tre identici sconosciuti

Quando si dice “la realtà che supera la fantasia”, questo documentario lascia a bocca aperta chiunque lo guardi. Con l’avanzare del racconto i colpi di scena sono sempre più grandi e gli occhi sempre più spalancati. Tutto ha inizio nel momento in cui guardando il giornale due gemelli separati alla nascita si ritrovano. A distanza di pochissimo questa storia finisce in un programma televisivo e lì vengono visti dal terzo gemello. Da quel momento in poi la loro vita sembra davvero un romanzo, diventano famosissimi, partecipano addirittura ad un film con Madonna. Sono affiatati e felici, passano insieme gran parte della loro vita e la raccontano come un susseguirsi di eventi eccezionali. Sembra una storia meravigliosa, di una famiglia che ha sofferto e finalmente si è ritrovata, ma la realtà è molto diversa. Non vogliamo rovinare la sorpresa e quindi non racconteremo cosa c’è dietro alla storia di questi tre gemelli. Vi basti sapere che purtroppo non sempre dei buoni intenti portano ad azioni lecite. Le vite di questi ragazzi sono state indelebilmente decise e segnate nel momento in cui sono stati separati e (piccolo spoiler) non sono nemmeno i soli. Sicuramente da vedere, Tre identici sconosciuti, metterà in dubbio tutto ciò che pensate sia giusto nel parlare di vita, destino, scienza e umanità.

5 Pray Away

pray away

Pray away è il racconto straziante di alcuni sopravvissuti al movimento “Exodus”, nato per rendere eterosessuali gli omosessuali tramite la preghiera e la religione. È impossibile rimanere indifferenti di fronte alle testimonianze di queste persone e non sono tanto i metodi a rendere questa realtà del tutto inumana, ma l’idea di fondo. Se si fa passare il messaggio che essere sani e integri e sopratutto amabili, significa essere eterosessuali perché è cosi che Dio ci ha voluto, si otterrà un esercito di individui infelici, ma sopratutto traumatizzati. Sono persone che hanno sviluppato odio verso se stessi e senso di colpa nei confronti della società. Si sentono costantemente deludenti, la loro incapacità di accettarsi li ha resi inadeguati prima di tutto ai loro occhi. Non è sana una vita così, non è giusta una vita così. Eppure si stima che in più di 700.000 fra uomini e donne si siano sottoposti ad una terapia di conversione, solo negli Stati Uniti. Non è esagerato definire dei sopravvissuti le persone di cui si racconta in Pray Away, perché purtroppo ci sono anche dei non sopravvissuti. Queste tecniche di conversione che fanno leva sul senso di colpa e sul disprezzo nei confronti della propria persona, ovviamente, sono state definite dal mondo terapeutico e scientifico come assolutamente dannose, non c’è bisogno di dirlo. O forse si?

È consigliatissima la visione dei documentari Netflix. A volte sono stati giudicati come troppo faziosi, a volte sono stati al centro di critiche per le loro inesattezze, ma sono sempre e comunque un punto di partenza, uno spunto di riflessione da cogliere. E questa è sempre una cosa buona.

Scopri Hall of Series Plus, il sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv