in ,

Narcos: Mexico – Perché c’è una TV a schermo piatto negli anni ’80?

Narcos Mexico

Nonostante lo scetticismo iniziale di molti, Narcos: Mexico ha subito dimostrato di essere all’altezza delle altre stagioni di Narcos ambientate in Colombia. Uno dei tanti punti forti di questa serie è l’attenzione per i dettagli. Perciò quando vediamo qualcosa di strano, qualcosa che non ci convince, risulta difficile pensare che si tratti di un errore o una svista. E questo è uno dei casi.

Precisamente parliamo di una scena del terzo episodio.
C’è un dettaglio che i più attenti avranno notato, e sicuramente si saranno chiesti se si trattasse di un errore di distrazione o se ci fosse un motivo a noi sconosciuto. La risposta è la seconda.

La scena a cui ci riferiamo è quella dove vediamo Rafa su una poltrona che guarda in tv il film Scarface insieme a El Chapo e i suoi altri collaboratori. Il televisore in cui guarda il film sembra essere un modello recente, di quelli usciti pochissimi anni fa: a schermo piatto e leggermente curvo. Ora è normale possedere uno di questi televisori, ma negli anni ’80 – anni in cui la serie è ambientata – era decisamente difficile trovare qualcosa del genere.

Com’è possibile che ci fosse già una tv così attuale?

narcos: mexico

Per chi quegli anni li ha vissuti forse la risposta è scontata, ma per gli altri potrebbe non esserlo. Non si tratta di un errore, è anzi molto più semplice di quel che sembra. Il modello di tv che vediamo nell’episodio è stato creato e venduto proprio negli anni ’80. È una Sony Videoscope KP-5040, uno schermo piatto e leggermente curvo che si sorregge su un mobiletto contenente tre faretti con luci colorate.

Per essere più corretti: non è propriamente una tv, ma un videoproiettore.

Tale marchingegno, attraverso le tre luci di colori diversi posizionate appena sotto lo schermo, trasmette le immagini su uno specchio posto di fronte alle luci, che a sua volta riflette le immagini sullo schermo leggermente inclinato. Un congegno certamente innovativo e all’epoca molto costoso che non tutti potevano permettersi. I ricchi narcotrafficanti sicuramente sì. Oggi ci sembra un meccanismo piuttosto semplice e anche un po’ scomodo e ingombrante, ma in quegli anni era un modello molto particolare. Oggi è considerato un oggetto di antiquariato ed è molto difficile da trovare.

narcos: mexico

Dalla prospettiva che vediamo nell’immagine sopra è certamente più facile capire che si tratta di un videoproiettore e non di un’attuale Smart Tv, ma chi era all’oscuro dell’esistenza di questo tipo di tecnologia negli anni ’80 sicuramente avrà avuto un dubbio. Dunque non si tratta di un errore, è anzi una curiosità davvero interessante. Siamo abituati a pensare che la tecnologia abbia fatto passi da gigante solo negli ultimi anni. La verità è che c’è sempre un passato che condiziona il presente. Probabilmente le attuali tv a schermo piatto si ispirano proprio a questi modelli.

Mistero risolto, quindi. Questo particolare ci permette di riflettere su quanto sia importante l’attenzione ai dettagli nella produzione e realizzazione della serie Narcos: Mexico. Anche questa volta non hanno sbagliato un colpo.

Leggi anche – Narcos: Mexico, il finale è in realtà uno sconvolgente inizio

Ogni stagione di American Horror Story espressa con un solo concetto

californication

La vita alla Hank Moody di David Duchovny