Vai al contenuto
Home » Doc - Nelle tue mani » 7 curiosità su Matilde Gioli, la Giulia di Doc – Nelle Tue Mani

7 curiosità su Matilde Gioli, la Giulia di Doc – Nelle Tue Mani

matilde gioli

Matilde Gioli non ha bisogno di presentazioni e il suo ruolo nella fortunatissima fiction di Rai 1, “DocNelle tue Mani“, è solo l’ennesima conferma del suo talento.

In una società che promuove l’omologazione, Matilde Gioli mostra di essere una donna che coniuga in sé tutto ciò che si vorrebbe avere: intelligenza, talento, carattere e bellezza.

Milanese doc, classe 1989, ha un passato da atleta agonista, una laura in filosofia, una bella e numerosa famiglia colpita purtroppo da immenso dolore per la perdita prematura del padre.

Matilde Gioli inizia la carriera, per caso, a 25 anni, con un ruolo importante nel film di Paolo Virzì: “Il Capitale Umano“, nel 2016, partecipa al reboot del “Rischiatutto” di Fabio Fazio e da lì, per lei, numerosi ruoli al cinema e in tv, fino ad oggi che la conoscono praticamente tutti per il ruolo della tosta dottoressa Giulia in “ DocNelle tue Mani “.

Siete pronti a scoprire qualche curiosità su di lei?

1. Voleva fare il medico

Matilde Gioli ha confessato in più occasioni che il suo sogno di bambina era diventare medico; fece anche il test d’ingresso per la Facoltà di Medicina perché voleva fare la neurochirurga, non avendolo superato ripiegò su Filosofia per studiare le neuroscienze e arrivare al cervello da un’altra strada. Quando le è stata offerta la parte di un dottore ha ammesso di essere “impazzita di gioia”.

La passione per la medicina l’ha eredita dal padre, che era un dentista, laureato in medicina e chirurgia. Tra le cose che gli ha lasciato il papà ci sono i libri di Medicina che Matilde ha iniziato molto presto a sfogliare appassionandosi molto alla Neurologia e alla Neurochirurgia e, in generale, a tutto ciò che riguarda il cervello.

Purtroppo il padre dell’attrice è morto, giovane, di tumore al cervello.

2. Francesco Scianna le ha dato un consiglio importante

Francesco Scianna è uno degli attori più popolari in Italia, divenuto famoso soprattutto grazie all’interpretazione nel film “Baaria“, con una carriera teatrale alle spalle molto ricca e importante, gode del favore del pubblico e ha fatto parlare di sé in tante situazioni.

In una intervista Matilde, parla dell’attore per un consiglio prezioso datole per le sue interpretazioni e alla domanda su chi le avesse dato un insegnamento importante la Gioli dice: «Francesco Scianna, con cui non ho lavorato ma siamo amici da tempo, mi ha detto: “Non giudicare mai il tuo personaggio”. Spesso ci capita di interpretare personaggi che magari nella vita non ci starebbero simpatici, però dobbiamo astenerci dal giudicarli e quindi farli al meglio».

Bel consiglio, da applicare sempre, anche nella vita di tutti i giorni.

3. Ha conosciuto il nuovo fidanzato su Google

Pare proprio che “Doc – Nelle tue Mani” abbia portato tanta fortuna a Matilde Gioli, non solo in ambito lavorativo ma anche in campo amoroso.

Quando l’attrice si trovava a Roma per registrare la prima stagione della fiction Rai che, come molti di voi ricorderanno, è coincisa con il primo lockdown, ha conosciuto il fidanzato, Alessandro Marcucci, di cui oggi parla apertamente con tanto amore e tanti progetti.

Come sappiamo Matilde Gioli è molto sportiva, è stata anche una agonista del nuoto sincronizzato, adora le passeggiate ad alta quota e i cavalli. In una intervista a “Grazia” ha raccontato che durante una pausa dalle riprese ha deciso di cercare su Google “attività alternative da fare a in città” ed è così che si è imbattuta nel numero di telefono di Alessandro, organizzatore di escursioni a cavallo e appassionato di natura e animali.

Galeotto quindi Google, tra i due si è creata immediatamente una particolare sintonia e hanno iniziato a frequentarsi al di là delle escursioni.

I due sembrano molto innamorati e pronti a fare sul serio, si parla anche di un figlio.

Di Alessandro Matilde dice: “Lui si occupa spesso di cavalli impegnativi e ha il dono di domarli. È un po’ quello che ha fatto con me. In passato nessun uomo c’era riuscito. Ogni volta scappavo, lui invece riesce a tenermi“.

4.Voleva solo fare la comparsa

Matilde Gioli ha iniziato a recitare a 25 anni e totalmente per caso, mai ci aveva pensato.

Racconta di essere stata fermata per fare un provino per una figurazione nel film “Il Capitale Umano” di Paolo Virzì, mentre stava andando a prendere il fratello a basket.

Decise di fare la comparsa per fare una esperienza nuova ma quando il regista la vide le affidò il ruolo di Serena la figlia di una delle coppie protagoniste.

L’iniziale comparsa divenne un ruolo e da lì per lei si è aperto un mondo nuovo.

Grazie a “Il capitale umano”, nonostante si trattasse ancora di una esordiente nel settore, Matilde ha vinto diversi premi e riconoscimenti come il “Premio Guglielmo Biraghi” durante i Nastri d’Argento 2014 e il “Premio Alida Valli” al Bari International Film Festival.

L’attrice pare avere una inclinazione naturale per l’arte della recitazione, grazie anche alla sua forte empatia, non ha mai preso lezioni, si affida solo a dei coach sul set.

5. Ha recitato in Gomorra

Siamo quasi certi che avevate dimenticato la partecipazione di Matilde Gioli in “Gomorra“.

La sua è una piccola parte negli episodi 5 e 6 della prima stagione.

Nella serie Sky, l’attrice interpreta Perla, la figliastra di Franco Musi, commercialista milanese della camorra ch, si appropria dei soldi del boss Pietro Savastano mentre quest’ultimo è in carcere e li usa per operazioni finanziarie personali.

Donna Imma, però, capito l’imbroglio, minaccia il commercialista e la sua famiglia e quindi Musi si toglie la vita gettandosi dal balcone di casa propria durante il diciottesimo compleanno della figlia.

Anche se per pochi episodi, si tratta di un passaggio fondamentale nella narrazione del cambiamento che vivrà il protagonista Genny Savastano, intrepretato da Salvatore Esposito.  

6. Il Parco in Via Palestro è il suo luogo del cuore

Matilde è nata e cresciuta a Milano, città che ama per la sua atmosfera internazionale e per i suoi angoli “segreti” tutti da scoprire.  

Lo sapevate che il Parco di Via Palestro è il suo luogo del cuore?

Il planetario, le giostre e il trenino, su cui si divertiva coi suoi fratelli, sono i dolci ricordi di quando, da bambina, andava lì col padre, e ancora oggi, appena può, ci passa per rilassarsi.

 7. È stata insignita di una onorificenza importante

Matilde Gioli oltre ad essere una brava attrice è una donna da cui trarre ispirazione, nel 2018 è stata inserita nei “Forbes 100 Under 30” per essersi distinta nel settore Art&Style.

L’attrice per caso, che voleva fare il medico e ha poi studiato filosofia, ha conquistato la copertina dell’edizione italiana di Forbes con una sua precisa visione del mondo: “Penso in positivo in un mondo dove vorrei venissero dati ai giovani modelli di riferimento diversi dagli stereotipi dei fashion blogger”.

Nel 2021 Matilde ha ricevuto una onorificenza ancora più importante, a 31 anni, è stata nominata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella Cavaliere della Repubblica.

 È proprio lei ad annunciarlo su Instagram con una foto dell’atto, non ne ha svelato i motivi ma si ipotizza che siano legati alla sua interpretazione nella serie “Doc- Nelle tue mani”.

Sotto la foto scrive: “Ecco un altro scossone forte. Cavaliere della Repubblica. Ringrazio il nostro presidente Sergio Mattarella per avermi conferito questo prestigioso riconoscimento, è un onore. Non so cosa darei per vedere la faccia di mio papà. Ovunque tu sia, questo è per te ♥️“.

Noi siamo certi che il padre di Matilde Gioli sia fierissimo di lei e ci auguriamo che questo articolo possa essere d’ispirazione per tutti voi.