Vai al contenuto
Home » #ConsigliSeriali » 8 Serie Tv da vedere che (forse) non avete mai sentito nominare

8 Serie Tv da vedere che (forse) non avete mai sentito nominare

Il mondo seriale è un oceano pieno di pesci impossibili da notare nella loro singolarità. Ognuno di questi ha un colore proprio, ma tende a confondersi nell’abisso di un fondale così vasto da far paura. Per questo motivo, spesso, rimaniamo a galla, accanto a tutto quello che già conosciamo. Sono titoli caratterizzati da una forte qualità e da un talento unico nel loro genere: sanno offuscare tutto ciò che ci gravita attorno. Ma adesso, sarete d’accordo, è arrivato il momento di smetterla di essere così selettivi, e di aprirci al mondo seriale in tutta la sua totalità, cogliendo qualsiasi sua sfumatura. Basterebbe solo un po’ di pazienza per comprendere quanti pesci meravigliosi nuotino al suo interno. Sappiamo quanto questa sia un’operazione complessa: in giro si sentono sempre gli stessi titoli, e ricercare qualcosa di nuovo spesso risulta complicato, ma è qui che arriviamo noi. Ogni venerdì sera, infatti, vi intratterremo con una rubrica che vi consiglierà delle Serie Tv da vedere di cui, forse, non avete mai sentito parlare. Quindi prendete carta e penna, e tenetevi pronti per cominciare un viaggio all’interno di una serialità che è stata troppo spesso nascosta e bistrattata. Alcune delle serie che vi nomineremo, infatti, sono vittime di cancellazioni, bassi ascolti o scarsa considerazione dalle nostre parti, nonostante avrebbero potuto conoscere un destino completamente diverso perchè la qualità non manca. Cominciamo.

1) Carnivàle

Serie Tv da vedere

Carnivàle, Serie Tv statunitense ideata da Daniel Knauf e prodotta da HBO, è stata trasmessa in America dal 2003 al 2005, per poi giungere – nello stesso anno – in Italia. La serie narra le vicende dell’America degli anni 30 con un focus importante sulla vita di una compagnia circense che, dopo aver girato senza meta, trova rifugio da un certo Benjamin Hawkins, un ragazzo che dà subito prova della sua ambiguità. Basteranno pochi attimi per scoprire che quest’ultimo conservi dentro di sé un dono particolare che lo rende diverso da tutti: Ben ha infatti il potere di donare la vita e la morte. Per questo motivo è spesso stato vittima di eventi inquietanti e dall’impossibile spiegazione scientifica. La pace del giovane, durante la serie, viene minacciata anche e soprattutto durante il sonno, momento in cui si unisce con Padre Justin Crowe, un prete metodista. Puntata dopo puntata, scopriamo quanto i due siano in realtà collegati, cosa che darà vita a una lotta tra il bene e il male che difficilmente dimenticheremo. Carnivàle si contraddistingue per un’attenta cura dei dettagli capace di catapultarci all’interno di un’America degli anni 30 fedele alla realtà ma senza mai tapparsi le ali. Il mondo fittizio, infatti, si unisce a quello reale dando vita a una Serie Tv che dovrebbe avere decisamente molto più spazio all’interno del mondo della serialità, e che invece ha visto finire la sua storia senza alcun calore da parte dei telespettatori.

2) Single Drunk Female

Serie Tv da vedere

Single Drunk Female è una delle Serie Tv che più, all’interno di questa rubrica, vanta la possibilità di poter riscattare il proprio successo. La serie, infatti, viene trasmessa per la prima volta nel 2022 su Freeform, per poi venire aggiunta all’interno del catalogo della piattaforma streaming Disney+. Questa mossa è riuscita a concederle il rinnovo per una seconda stagione, ma la notizia non sta avendo il riscontro desiderato. Single Drunk Female è infatti passata totalmente inosservata nonostante al suo interno ci siano molte tematiche non solo interessanti, ma anche reali e concrete. Nel dettaglio, la serie racconta la storia di Samantha Fink, una ragazza che sembra non riuscire a uscire dal tunnel dell’alcol. L’azienda per cui lavora, in virtù delle conseguenze che la giovane sta creando nell’ambito lavorativo, la obbliga a cogliere l’unica possibilità che ha per tornare sobria ed evitare il carcere: vivere a casa della propria madre, donna conosciuta soprattutto per la sua autorità. Ed è proprio tornando nella sua città natale che, piano piano, Samantha comincia a sfidare le proprie debolezze e i propri momenti di cedimento. Le situazioni che affronterebbe semplicemente alzando il gomito cominciano a essere combattute tramite altri mezzi, mezzi che riusciranno a riportarla a vivere lontana da quel labirinto da cui sembrava non saper più uscire. Tra rapporti umani e crisi individuali, così, Single Drunk Female comincia un viaggio che sa di vita, rivoluzione, e amor proprio.

3) Şahsiyet 

Serie Tv da vedere

Şahsiyet è una miniserie turca del 2018. Quel che vi stupirà sapere è che, nel suo più totale silenzio, la serie ha conquistato una votazione pari a 9,1 su 10 su IMDB. Niente illusioni: sappiamo bene che questi punteggi non siano prova del successo in termini di conoscenza globale di un prodotto, ed è proprio per questo motivo che Şahsiyet si trova in questa lista. La Serie Tv, nel dettaglio, racconta la storia di un cancelliere pensionato a cui – all’età di 65 anni – viene diagnosticato l’Alzheimer. Agâh Beyoğlu è talmente spaventato da questa nuova drammatica condizione da cedere negli abissi della depressione. Durante i primi giorni dall’arrivo della notizia non esiste alcun conforto, tutto sembra buio. Dopo qualche giorno, però, l’ex cancelliere comincia a vedere dei vantaggi in questa nuova condizione, cosa che lo porterà a stravolgere sia la sua vita che la sua moralità. Infatti, deciderà di sfruttare questa malattia per compiere delle azioni di cui non dovrà mai ricordarsi (e quindi pentirsi), e che al tempo stesso gli permetteranno di vendicarsi di chi spaventa o fa del male. In poche parole, il protagonista deciderà di uccidere i criminali, mossa che ovviamente lo farà cadere nella loro stessa trappola. Ciò che distingue le loro azioni è il movente, ed è proprio questo l’aspetto che muoverà le fila dell’intera serie. Se amate i polizieschi e avete voglia di vivere una storia originale che si sappia dividere tra il dramma e l’azione, Şahsiyet sarà la scelta giusta.

4) The Orville

Serie Tv da vedere

The Orville si inserisce all’interno del panorama seriale nel 2017, anno in cui debuttò sul canale Fox americano. La serie, di genere fantascientifico/comedy, ritornerà nel 2022 con una terza stagione, ma – come nel caso di Single Drunk Female – a nessuno sembra importare granché. The Orville, infatti, è arrivata a questo traguardo nel silenzio, senza mai particolari incoraggiamenti. Eppure siamo davvero di fronte a un prodotto originale che, grazie all’equilibrio tra i due genieri, si è dimostrato in grado di trarre il meglio da grandi fenomeni mondiali come Star Trek e Ai Confini Della Realtà e a riportarlo in scena in una chiave personale e ironica. Nel dettaglio, la serie – ambientata quattrocento anni nel futuro a bordo di dell’astronave USS Orville – racconta di un capitano che vuole dimostrare a tutti il suo valore e le sue capacità da leader, ma le cose cambiano quando l’ex moglie raggiunge l’equipaggio all’interno della nave spaziale. Da quel momento le cose prenderanno una piega inaspettata sia dal punto di visto personale che professionale. The Orville vanta anche diversi cameo di grandi attori come Charlize Theron, Liam Neeson e molti altri. A quanto pare, il merito della serie è stato tutto del film Marvel I Guardiani Della Galassia: fu questo esperimento più che riuscito a incoraggiare MacFarlane – che ritroviamo anche nei panni di protagonista – a vendere la serie. Quindi se avete voglia di un racconto di fantascienza capace di ricordarvi i grandi cult della storia del genere, ma con un po’ di leggerezza, The Orville fa decisamente per voi. Parola nostra.

5) Blackadder

Facciamo un salto nel passato con Blackadder, una particolare Serie Tv andata in onda durante la fine degli anni ’80. Ciò che caratterizza questo prodotto risiede nella sua varietà di storie. Al suo interno, infatti, comprende ben quattro sit-com ambientate in un periodo storico differente. Tra le quattro, in cui troviamo come protagonista fisso l’iconico Rowan Atkinson, spicca senza dubbio l’ultima stagione, Blackadder Goes Forth. Le vicende, in questo caso, sono ambientate durante gli anni della prima guerra mondiale, e vedono come protagonista Edmund Blackadder, un capitano stanco della solita routine della guerra. Durante la stagione assistiamo a vari riferimenti a personaggi realmente esistiti e forti critiche nei confronti dell’esercito britannico. Le tre stagioni precedenti, invece, sono ambientate rispettivamente durante il medioevo, il regno di Elisabetta I e la rivoluzione francese. Insomma, se avete voglia di fare un viaggio nella storia in un modo mai visto, questa è sicuramente l’opzione migliore per voi. La serie è riuscita anche a conquistare la critica, e ancora una volta la votazione su IMDB è più che positiva con un punteggio pari a 8,8 su 10.

Siamo ancora in tempo per recuperarla. Che ne dite?

6) The Exes

The Exes è un prodotto che può essere definito a tutti gli effetti una vera e propria comfort zone. Se avete amato le cult comedy come Friends e New Girl, preparatevi ad amare anche questa. La serie, infatti, racconta le vicende di un gruppo di tre coinquilini divorziati che vive nella casa di proprietà dell’avvocato divorzista Holly. La donna, pur di non pensare all’amore mai conosciuto, concentrerà tutte le sue energie sul suo trio di inquilini che – come se non fosse mai cresciuto – vive perennemente in preda ai guai. La serie, cancellata dopo la sua quarta stagione, è riuscita a dar vita a una comedy capace di staccarci per un attimo dalla realtà. Vederla significa venire risucchiati dalla leggerezza, da uno stato di benessere che solo questo tipo di prodotti riesce a fornire. Inoltre, durante le quattro stagioni, riusciremo ad affezionarci a dei personaggi ben caratterizzati e molto diversi tra loro. Tra questi, vi farà piacere sapere, troviamo Donald Faison, uno dei volti dell’indimenticabile comedy di successo Scrubs.

7) Sequestered

Torniamo di nuovo all’interno del genere crime con Sequestered, una Serie Tv americana andata in onda su Crakle nel 2014. Il prodotto riuscì a ricevere due candidature come miglior serie drammatica e come miglior performance d’insieme (drammatico), ma neanche queste riuscirono a salvarla dal quasi anonimato.

Sequestered si divide tra mistero, cospirazione e suspense. La trama segue la storia di un processo ai danni di Malcolm Miller, un uomo accusato di aver rapito e ucciso il figlio del governatore. Durante il processo la giuria viene sequestrata in un hotel in cui dovrà decidere il destino di Miller, ma le cose cominciano a farsi sempre più complicate: l’avvocato difensore del protagonista comincia a comprendere che dietro questo processo si nasconda una cospirazione, mentre l’unica persona che crede nella sua innocenza viene minacciata. Da questo momento le cose diventeranno ancora più oscure. Ed è così che Sequestered diventa a tutti gli effetti una serie brutalmente ignorata che dimostra quanto una trama interessante non basti per suscitare curiosità. Il telespettatore, a volte, attende i grossi numeri di ascolto, le grosse pubblicità, un numero indefinito di cavie che diano un buon giudizio al prodotto. Ma Sequestered lo è. Guardare questa serie, infatti, significa stare con l’acqua alla gola per tutto il tempo, scegliere da che parte stare, addentrarsi all’interno di un processo che mette a dura prova la parola e il senso della giustizia, e il tutto senza mai forzare la mano o cadere nei soliti cliché del genere.

Tra suspense, rapporti umani e forti misteri, Sequestered si impone come uno dei migliori crime dal triste destino, uno di quelli che potrebbe fare la differenza nella vostra lista di serie da guardare.

8) Vicious

Se avete amato il racconto dell’anzianità narrato all’interno della serie con Micheal Douglas The Kominsky Method, allora amerete anche Vicious. Di origine britannica e andata in onda dal 2013 al 2016 – ma le stagioni sono solo due – la serie racconta la storia di una coppia omosessuale che convive da cinquant’anni. I due protagonisti – interpretati da due magistrali Ian McKellen e Derek Jacobi – sono l’opposto dell’altro e queste differenze sono, per ogni episodio, motivo di screzi ed equivoci. La sit-com riesce a restituire a entrambi i personaggi una forte personalità capace di farci prevedere le loro azioni. Sappiamo già che Freddie – un attore con una carriera mai davvero decollata – farà innervosire Stuart con la sua arroganza, così come sappiamo che quest’ultimo sarà in grado di mantenere un certo tipo di ordine per il bene di entrambi. Siamo coscienti di chi sia la parte razionale e di chi quella irrazionale, di chi sia più affidabile e di chi meno. Insomma, quando Freddie esclama «Benvenuto nella famiglia!» noi ci sentiamo davvero così, e basterebbe dare una possibilità a questa grande sit-com per allargare ancora di più la cerchia. Vicious non esclude nessuno, proprio come la casa in cui la coppia vede l’andare e venire perenne di amici e parenti. Tra una puntata e un’altra, così, conosciamo le loro varie amicizie e i loro rapporti con il mondo esterno, imparando a conoscere un po’ di più anche sul loro passato.

Vicious non ha nulla da invidiare al resto delle più che note sit-com, e per capirlo basta davvero un solo episodio. Vi va di far parte della famiglia?

LEGGI ANCHE – 9 Serie Tv da vedere che (forse) non avete mai sentito nominare