in ,

The Following 3×11 – Le pagelle: Ryan cavallo pazzo, Joe fantasma perfetto

Torna The Following, tornano le pagelle. Dopo la 3×10picco più alto in assoluto di stagione, la 3×11 è sostanzialmente una puntata interlocutoria, che dovrebbe aprire la pista per il Gran Finale. Tanti protagonisti in gioco, praticamente tutti quelli che abbiamo visto nell’arco della terza stagione. Compreso Carroll, che dopo la sua dipartita si ripresenta nelle vesti di… fantasma!

THE FOLLOWING 3X11 – LE PAGELLE 

TOM 5 – Per chi non lo sapesse, è il fidanzato (cornuto) di Max. Perchè immagino siate abituati a chiamarlo ‘fidanzato di Max’ piuttosto che Tom. Personaggio totalmente anonimo, se non fosse per quel computer rubato su cui l’FBI sta indagando. In un modo o nell’altro, la donna che stava investigando sull’accaduto arriva a lui, a scoprire che è stato lui a sottrarre il pc dalla casa di Mark Grey. E lui per tutta risposta, in maniera probabilmente involontaria, la uccide. Personaggio abbastanza inutile, ma forse ora che ha ucciso qualcuno potrebbero esserci dei risvolti interessanti ai fini della storia.

MAX 6 – Senza infamia e senza lode, la bella nipote di Ryan ha il merito di provare a placare gli animi dello zietto impazzito ed ubriacone, ma il demerito di non seguirlo più di tanto, lasciando libero sfogo alla sua follia senza far nulla per limitarla. Ma del resto, Max ha altro a cui pensare. Il triangolo? No…

MIKE WESTON 5,5 – Continua l’involuzione di un personaggio che nella prima stagione era quasi strepitoso, nella seconda comunque notevole, e nella terza si è trasformato in elemento pressochè nullo ed inutile. Non entra mai in scena per davvero sotto nessun punto di vista, i tempi in cui era una valida spalla di Ryan sembrano essere finiti. 

DAISY 6 – Aggiunge poco anche lei, diciamoci la verità. Solita faccia angelica, soliti piani cervellotici. Solito nulla di fatto. Sembra aver trovato in Mark Grey il suo nuovo Kyle. Ora ha chiamato Theo per farsi aiutare ad hackerare il server dell’FBI: forse un buon ponte per vederne delle belle nella prossima puntata.

GWEN 4,5 – Dispiace, ma questa donna è inutile. Si fa tradire sotto il naso da Ryan senza nemmeno accorgersene, ma decide di lasciarlo perchè ha bevuto. Ha resistito a ben peggio, ha resistito a lui che se ne sbatteva ampiamente di tutto e di tutti, ma se beve una volta lo lascia. Potrebbe compatirlo, perchè comunque esce da una situazione difficile, ma stavolta molla tutto. E ancora nemmeno gli ha detto di essere incinta. Estemporanea. 

PENNY NOBLE 6,5 – La frizzante sorellina di Theo, oltre ad essere per distacco la più bella in circolazione nella terza stagione di The Following, è anche una che crea dinamiche. Contribuisce a portare Theo all’assalto del fortino di Eliza, ultimo cupo personaggio incontrato sulla nostra strada nella Season 3.

IL PAZZO 5 – L’ultimo maniaco seriale della saga viene malmenato a dovere da un Ryan ormai sempre più in versione Terminator – ma bipolare – ed una volta ammanettatoquasi strangolato da Mr.Hardy, aiuta a fare un altro po’ luce sulla storia di Theo. Comunque è un tipico personaggio già visto.

ELIZA 7 – E’ vero che non fa nulla, ma bastano il suo sguardo, il suo carisma e l’aura di potere che sprigiona ad incutere un po’ di timore e curiosità per le puntate a venire. Da tenere d’occhio, il mix tra lei, Theo e Mark Grey potrebbe essere quasi esplosivo.

(Cliccate su Next Page qui sotto per proseguire nella lettura delle Pagelle di Ryan, Joe Carroll, Theo e Mark)

Written by Vincenzo Galdieri

Sostanzialmente scrivo baggianate, ma gli dò un tono talmente epico che a volte rischiano pure di sembrare cose interessanti

Springfitaly: i bulli gialli di Springfield e quelli “neri” di Milano

Da HAL 9000 a Black Mirror: l’intelligenza artificiale si “evolve” nell’umanità robotica