in

Stranger Things, Millie Bobby Brown parla della sua perdita d’udito

Stranger Things, Millie Bobby Brown
Stranger Things, Millie Bobby Brown

E’ un’attrice formidabile, un talento letteralmente immenso soprattutto considerando la sua giovanissima età. Millie Bobby Brown ha 13 anni ed è la baby-star più famosa del momento: l’impressione però è che non si tratti affatto di un fuoco di paglia legato semplicemente al successo di Stranger Things, serie in cui recita e che la ha resa famosa, perchè la Brown è un autentico fenomeno della recitazione. 

Ma la vita della giovanissima attrice non è stata tutta rose e fiori. In un’intervista rilasciata recentemente a Variety, infatti, la star di Stranger Things ha raccontato di come la passione per la recitazione le sia nata all’età di 8 anni, e che non ha mai preso lezioni ne’ di recitazione ne’ di canto ma nonostante i suoi problemi di salute è riuscita a districarsi alla grande in entrambi i campi. Problemi di salute che consistono nella quasi totale sordità da un orecchio. 

Un problema congenito per Millie, che è peggiorato durante l’infanzia fino a farle perdere quasi completamente l’udito da un orecchio. L’attrice ne ha parlato con grandissimo coraggio. Ha parlato di come i suoi problemi di salute non la abbiano fermata e non abbiano fermato la sua determinazione nel tentativo di raggiungere il proprio sogno: “Era come un’ossessione per me. Quando voglio davvero fare qualcosa niente può fermarmi. Se non so come si fa a cucire, ma voglio davvero farlo, io devo cucire. Così è stato per la recitazione. Con il volto si può parlare, si può dire di essere arrabbiati, pazzi o tristi. Devo solo dirlo con la mia espressione”

Insomma, la Brown ha mostrato grande coraggio, determinazione e grinta. E c’è da scommettere, sentendola parlare, che non ha alcuna intenzione di fermarsi. Così come Eleven, Millie è una che vuole raggiungere a tutti i costi i propri obiettivi e fa di tutto per raggiungerli: su questo non c’è assolutamente nessun dubbio!

 

Written by Vincenzo Galdieri

Sostanzialmente scrivo baggianate, ma gli dò un tono talmente epico che a volte rischiano pure di sembrare cose interessanti

La migliore interpretazione, per distacco, della seconda stagione di Stranger Things

bojack horseme

Bojack Horseman – Zoe e Zelda nella realtà esistono davvero?