Vai al contenuto
Home » SERIE TV » 8 attori delle Serie Tv che sembrano nati per interpretare il villain spietato

8 attori delle Serie Tv che sembrano nati per interpretare il villain spietato

Una delle più grandi qualità di un attore è il saper cambiare completamente volto quando recita. Ciò vale ancora di più quando si tratta di interpretare dei villain spietati, eppure ci sono determinati attori (come Giancarlo Esposito per i suoi ruoli in Breaking Bad e The Boys) che sembrano davvero nati per interpretare il ruolo del cattivo di turno. D’altronde, dobbiamo anche noi ammettere che tante volte abbiamo ceduto al fascino della dark side.

L’articolo di oggi è dedicato proprio a loro, gli attori che, come Giancarlo Esposito, interpretano sempre in maniera perfetta il ruolo di villain spietato.

1) Frank Silva

Giancarlo Esposito
Frank Silva (640×449)

In questo caso dire che Silva sia nato per interpretare il cattivo è da prendere davvero alla lettera. Frank Silva è conosciuto per la sua inquietante e straordinaria interpretazione di Bob in Twin Peaks. Un ruolo tanto iconico quanto fortuito.

Silva, infatti, non era neanche un attore, bensì uno sceneggiatore che si aggirava per la stanza di Laura Palmer per sistemare le ultime cose sul set. Silva era una persona solare e autoironica, completamente diverso da Bob, ossia la malvagità in persona. Quel momento e l’intuizione di David Lynch, però, cambiò le sorti della serialità. Il regista, infatti, vedendo Silva sul set ebbe la geniale illuminazione di fargli interpretare Bob, in particolare l’iconica scena del personaggio acquattato sotto il letto della Palmer.

2) Giancarlo Esposito

Giancarlo Esposito
Giancarlo Esposito (640×360)

Giancarlo Esposito è uno di quegli attori che sembra cambiare pelle come i serpenti ogni volta che interpreta un nuovo personaggio. Insomma, dimenticate la persona gioviale e ironica che Giancarlo è nella vita di tutti i giorni, quando è sul set diventa puro cinismo e malvagità, come quando veste i panni di Gustavo Fring in Breaking Bad e Better Call Saul o di Stan Edgar in The Boys, giusto per citarne un paio.

Ebbene sì, perché Giancarlo Eposito ha un lunghissimo curriculum pieno zeppo di cattivoni.

Tra i tanti villain a cui Esposito ha prestato il volto possiamo citare Moff Gideon in The Mandalorian e, ovviamente, il boss della droga che ha inciso il suo nome nella storia della serialità: Gustavo Fring di Breaking Bad, la cui malvagità si percepisce forte e chiara anche solo da alcune sue citazioni famose.

3) Charles Dance

Giancarlo Esposito
Charles Dance (640×360)

Anche per Charles Dance, come per Giancarlo Esposito, la lista di villain interpretati è bella lunga.

Ovviamente lo conosciamo tutti per il ruolo di Tywin, lo spietato capo famiglia dei Lannister, ma la sua carriera da cattivo ha inizio già negli anni ’80, quando ha interpretato li demone Sardo Numspa nel film il Bambino d’Oro, con Eddie Murphy.

Nel corso della sua carriera ha interpretato killer spietati, vampiri assetati di sangue e miltari decisamente poco simpatici, ma il ruolo che gli riesce meglio è quello di padre peggiore della storia, personaggi che probabilmente sono riusciti a fare anche peggio di Walter White in Breaking Bad.

Dopo il ruolo di Tywin, che non si identifica propriamente con la figura del bonus pater familias, Dance ha recentemente recitato in The Sandman nel ruolo di Roderick Burgess, il quale rapisce e tiene in ostaggio Sogno per tantissimi anni mentre ignora completamente il povero figlio mendicante di affetto.

4) Mads Mikkelsen

Mads MIkkelsen (640×360)

L’attore danese è riconosciuto e amato in particolare per tre ruoli molto iconici, ovviamente tutti villain. In primo luogo, quando si pensa a Mikkelsen è impossibile non pensare anche ad Hannibal Lecter: il protagonista di Hannibal caratterizzato da un piano alimentare molto singolare.

In secondo luogo, Mads ha interpretato Le Chiffre in Casino Royale e, in ultimo, ha preso in mano una bacchetta magica nella difficile e controversa impresa di sostituire Johnny Depp nel ruolo di Grindelwald in Animali Fantastici 3.

In un’intervista Mikkelsen ha detto che uno dei suoi segreti per interpretare al meglio il ruolo di un cattivo è proprio il suo accento danese che trapela tra una parola e l’altra.

5) Bill Skarsgård

Bill Skarsgård (640×360)

Da appassionata di letteratura dell’orrore non sono una persona facilmente impressionabile. Tuttavia, quando in ballo c’è lo sguardo dell’attore svedese Bill Skarsgård la situazione cambia.

Il ruolo che lo ha reso celebre è quello del clown Pennywise, terrificante villain dei due film tratti da IT, romanzo di Stephen King. D’altronde il volto e le capacità attoriali di Skarsgård sembrano andare particolarmente d’accordo con l’universo dello Zio King, distinguendosi anche nella serie tv Castle Rock, dove interpreta un misterioso e inquietante ragazzo.

L’attore svedese, inoltre, ha preso parte anche alla, piuttosto sfortunata, serie tv horror di netflix Hemlock Grove.

6) Antony Starr

Antony Starr, The Boys (640×360)

Antony Starr è Lucas Hood di Banshee e l’inquietante Patriota di The Boys, insomma uno che con i personaggi oscuri ci sa fare. Anzi, in un’intervista ha addirittura dichiarato che interpretare i villain non gli dispiace affatto, essendo molto affascinato dagli stessi.

Penso sia più divertente essere il cattivo. Stando in quei luoghi oscuri, puoi fare cose che nella vita reale non faresti mai.

Tra l’altro, grazie al suo ruolo in The Boys ha avuto la possibilità di dividere il set con grandissimi attori quali Giancarlo Esposito, Aya Cash e Patton Oswalt.

7) Alan Dale

Giancarlo Esposito
Alan Dale (640×360)

Alan Dale è uno di quegli attori che in un modo o nell’altro puoi aspettarti che spunti in ogni serie tv. In particolare, Dale è noto per le sue interpretazioni di uomini d’affari tutt’altro che onesti, i quali spesso non fanno una bella fine.

C’è chi lo ricorderà per aver interpretato il cinico e ricchissimo Charles Widmore in Lost (sicuramente uno dei personaggi più odiati della Serie Tv di J.J. Abrams), chi invece per il ruolo di Caleb Nichol, il disonesto business man di The O.C.

Ma la lista dei cattivi e antipatici personaggi interpretati da Dale è ben più lunga. Insomma, ci meravigliamo quasi di non averlo visto in Serie come Breaking Bad o The Boys. Possiamo annoverare, infatti, King George in Once Upon a Time, L’uomo con lo stuzzicadenti in X-Files, ma l’attore ha recitato anche in Ugly Betty, NCIS, The West Wing e tantissime altre Serie Tv.

8) Willem Dafoe

Abbiamo iniziato questo articolo con Giancarlo Esposito e non potevamo concluderlo con un nome diverso da quello di Willem Dafoe, il cattivo per antonomasia.

Willem Dafoe è un attore eclettico che ha vestito i panni di personaggi eccentrici, sregolati e geniali, da Pier Paolo Pasolini a Van Gogh. In particolare, però, il suo volto e la sua espressività si prestano bene per moltissimi ruoli da villain. Lo abbiamo visto interpretare l’antagonista Green Goblin nello Spider-Man di Sam Raimi, oltre che il gangstar Bobby Pery di David Lynch in Cuore Selvaggio, un ruolo tanto breve quanto memorabile. La lista è lunghissima ed è impossibile non citare anche Rick Masters, cattivo del cult Vivere e morire a Los Angeles, o il non morto Nosferatu ne L’ombra del vampiro.

Anche se, la sua interpretazione di Gesù Cristo (L’ultima tentazione di Cristo diretto da Martin Scorsese) magari lo redime dall’aver interpretato così tanti cattivi del cinema… o forse no.

La classifica dei 10 cattivi più spaventosi dei cartoni animati