in

10 motivi per odiare Charlie Coates

coates
coates

L’agente di sorveglianza Charlie Coates arriva al Litchfield nella terza stagione, quando dalla prigione sono andati via, per motivi diversi, gli agenti Bennet e Fischer.

Non è un personaggio positivo, non ti fa neanche sorridere come Pornobaffo, ma ti fa solo incavolare come quell’altro, che io considero il peggio del peggio: Sam Healy, il supervisore di Pyper.

Il motivo per cui odio tanto Charlie Coates è dovuto allo stupro di una detenuta, Pennsatucky, prima circuita con delle ciambelle e poi violentata.

#1. E’ UNA BRUTTA PERSONA. Coates è DECISAMENTE una bruttissima persona. Arrogante, viscido, strafottente: per riuscire ad accattivarsi la fiducia di Pennsatucky se la lavora come se lei fosse una bambina di dieci anni, offrendole ciambelle e ponendosi in una posizione di superiorità fastidiosissima. Basterebbe già questo per odiarlo, ma di motivi ne abbiamo davvero a bizzeffe.

charlie coates

Written by Roberta Lilliu

Mi viene l'ansia quando so di dover parlare di me. Faccio una vita molto ordinaria: leggo, ascolto musica, studio arte, scrivo di arte, guardo film e serie tv. Collaboro con il sito www.lazonamorta.it e mi piace partecipare a concorsi letterari che a volte vanno bene e a volte no! In sostanza, mi diverto molto!!!

Game of Thrones

Il destino di Jon Snow è già scritto. Ed era sotto gli occhi di tutti

Breaking Bad

Breaking Bad, Dexter, Lost: la durata conta