in

The Big Bang Theory, 5 incongruenze che forse non avevate notato

The Big Bang Theory

The Big Bang Theory è una delle sitcom più popolari di tutti i tempi, e certamente una delle più notevoli degli ultimi 20 anni. Classificatosi come la più longeva delle sitcom e aver guadagnato un bel po’ di premi la serie ha dato vita anche a uno spin-off sulla vita del giovane Sheldon. La longevità però non porta sempre buoni consigli, ecco perché a volte è risultato incoerente. Sì, infatti – nel corso di quasi 300 episodi, gli scrittori a volte dimenticano alcuni punti della trama e gli attori a volte perdono il contatto con i loro personaggi.

In particolare ci sono 5 di questi errore che sono difficili da trascurare.

Il posto di Sheldon sul divano non è così speciale

The Big Bang Theory

Sheldon Cooper è un abitudinario. Forse perché è uno scienziato che cerca di trovare un senso e un ordine in un universo caotico, esercita il controllo su quasi ogni parte della sua vita. Questo si manifesta nell’ossessione per il posto sul divano. Ormai i suoi amici hanno ben chiaro che nessuno deve sedersi all’estremità destra del divano marrone del salotto dell’appartamento, tranne Sheldon. Ha definito quel posto confortevole e familiare un “unico punto di consistenza” in un mondo in continuo movimento, su cui ha posto “l’eterna precedenza”.

In parte perché ha una buona angolazione della TV e non diventa mai troppo caldo o troppo freddo. Nel prequel show Young Sheldon, il giovane Sheldon ha un punto di preferenza simile nella sua mensa scolastica. Tuttavia, i registi di The Big Bang Theory a volte si dimenticano di questo importante elemento del personaggio di Sheldon e permettono ad altre persone di sedersi nel luogo sacro, anche mentre Sheldon è nella stanza.

Written by Lidia Maltese

In questa timeline sono una serie tv addicted che nel tempo libero finge di essere una studentessa universitaria.

Friends

Friends, Hank Azaria voleva disperatamente interpretare Joey

Cosa non ha funzionato nella 5A di Lucifer