in ,

Grey’s Anatomy: Rob Lowe non rimpiange di aver rifiutato il ruolo di Derek Shepherd

Rob Lowe
Rob Lowe

Grey’s Anatomy (ecco le 10 frasi migliori della serie) ha senza dubbio donato a Patrick Dempsey la fama e la celebrità che oggi lo caratterizzano. Se è un attore affermato deve sicuramente ringraziare il fortunato ruolo di Derek Shepherd. Dempsey grazie al medical drama non solo ha cominciato a essere considerato un sex symbol, ma è stato inserito anche nella classifica degli attori più pagati del piccolo schermo. A dir la verità, c’è una persona che Patrick dovrebbe ringraziare e non è affatto Shonda Rhimes, ma Rob Lowe. L’attore che avrebbe dovuto interpretare il Dottor Stranamore all’inizio era proprio lui e Dempsey (scopri qui tutto sull’attore) è subentrato solo in un secondo momento, quando Lowe ha rifiutato la parte. Rob, che aveva già recitato in The West Wing (scopri qui la classifica dei migliori personaggi), ha preferito non legarsi a una serie tv che lo avrebbe tenuto occupato sul set per molto tempo, preferendo dedicarsi ad altri ruoli.

In questi giorni Rob Lowe è tornato a parlare della sua scelta di declinare il ruolo del protagonista di Grey’s Anatomy in un’intervista rilasciata a Vanity.

L’attore non si è affatto pentito di aver detto di no a Shonda Rhimes e di aver scelto di non entrare nel cast del medical drama più longevo di sempre. Al tempo l’attore aveva appena concluso la sua avventura con la serie Brothers & Sisters e non voleva entrare nel cast di un altro serial drama, ma preferiva calarsi in un ruolo completamente diverso. Inoltre come ha raccontato a Variety, non reputava il personaggio di Derek per nulla adatto a lui ed è per questo che ora non ha alcun rimpianto:

Questo è ciò che ti danno la longevità, l’esperienza e il recupero. Non ci sono incidenti. Qualunque sia la decisione che prendi, se la prendi dal posto giusto, non è mai sbagliata. Io in quella parte non sarei stato così interessante come Patrick. Se ci fossi stato io, i fan non mi avrebbero chiamato “McDreamy”, mi avrebbero chiamato semplicemente Rob Lowe. 

Inoltre l’attore ricorda di aver visto Patrick Dempsey recitare in Grey’s Anatomy e di aver pensato che nessun altro avrebbe potuto vestire i panni del dottor Stranamore come faceva lui. Se oggi può ripensare alla sua decisione senza rimpianti è anche perché fortunatamente la sua carriera non ha subito alcuna battuta d’arresto. Dopo aver rinunciato a questa parte, Lowe ha ottenuto il ruolo di Chris Traeger in Parks and Recreation grazie al quale ha avuto la possibilità di farsi conoscere come attore comico.

Se avessi fatto Grey’s Anatomy non sarei stato in Parks and Recreation. Soltanto questo, per me, è sufficiente.

Rob è sempre stato grato, infatti, allo show di Mike Schur per avergli permesso di affermarsi anche nel mondo delle comedy e assicurarsi una carriera solida e versatile. Ha apprezzato davvero molto la scrittura di Parks and Recreation e anche quando la serie si è conclusa, ha continuato a considerarlo uno show davvero speciale. Inoltre ha spesso ricordato che grazie alla fama della serie, quando visitava le università, veniva accolto come se fosse uno dei Beatles.

Non essendosi legato indissolubilmente a una serie tv che lo avrebbe occupato per molto tempo, ha potuto costruire la carriera versatile che desiderava spaziando tra show più seri e comedy. E proprio in questo periodo è tornato a lavorare infatti in un drama per Ryan Murphy. Al momento è, infatti, impegnato nelle riprese della seconda stagione di 9-1-1 Lone Star, lo spin-off dell’adrenalinico 9-1-1. Rob Lowe nella serie tv veste i panni di Owen Strand, un capitano dei pompieri che deve combattere contro un cancro ai polmoni. L’attore ha detto di apprezzare molto il fatto di avere la possibilità di recitare il ruolo di un uomo così interessante e complesso come Owen. Ma soprattutto crede che sia un buon modo per rendere giustizia ai veri eroi, soprattutto in un momento del genere.

Penso che sia una buona cosa mostrare gli eroi della vita reale. Probabilmente non indossano maschere e mantelli, ma le loro storie sono altrettanto avvincenti. Anzi probabilmente lo sono anche di più.

Avrà anche rinunciato a 70 milioni ma per fortuna la carriera di Rob Lowe è andata benissimo anche senza aver partecipato a Grey’s Anatomy.

Written by Marilisa Di Maio

Classe 95, laureata in "Lettere Classiche". Adoro le serie comedy e i dramma che ti strappano il cuore, senza alcuna via di mezzo. Il mio sogno sarebbe quello di avere la motivazione e l'ottimismo di Leslie Knope, ma mi sveglio ogni mattina con la stessa voglia di vivere di April Ludgate...

Summerland

#VenerdìVintage – Vi sblocchiamo un ricordo: Summerland

Mandy Moore

Mandy Moore, star di This Is Us, ha avuto un figlio