in ,

Evan Rachel Wood parla della “nuova Dolores” nella seconda stagione di Westworld

evan rachel wood
evan rachel wood

La prima stagione di Westworld è stata sicuramente un beta-test per la HBO. Il primo, vero esperimento funzionale all’identificazione di un successore per quella che è la serie più ambiziosa del momento in termini di eredità (Game of Thrones). Una prova senz’altro riuscita, che ha immediatamente aperto la strada alla produzione di una seconda stagione, per la quale dovremo aspettare a lungo (non vedremo i nuovi episodi prima di metà 2018). La ricerca di coscienza e moralità nel parco a tema di Lisa Joy e Jonathan Nolan ha deliziato il pubblico per dieci episodi, tra segreti e timeline ingannevoli.
Fortunatamente, per alleviare il peso dell’attesa, in occasione del Comic-Con di Luglio è stato rilasciato il primo teaser della seconda stagione (del quale vi abbiamo parlato qui).

Di certo c’è che, quando Westworld tornerà, non possiamo aspettarci che i personaggi lasciati nella prima stagione siano esattamente come li ricordiamo.
Dolores Abernathy ha avuto un brusco risveglio, dopo aver capito che i suoi ricordi erano stati sapientemente manipolati dal freddo deus-ex Robert Ford.
Come dichiarato dalla stessa Evan Rachel Wood, il personaggio di Dolores non interpreterà più il ruolo in cui siamo stati abituati a vederla:
“Sono molto curiosa di vedere la sua versione sfrenata, la stessa che abbiamo visto alla fine dell’episodio conclusivo. In quei secondi finali, credo che abbiamo visto un lato totalmente diverso di lei. Una programmazione completamente differente, fuori dagli usuali script. Penso che sarà la stessa persona, ma una versione evoluta.”
È quindi chiaro che, con la rivelazione di “BernArnold” e di Maeve che interrompono il loro ciclo di programmazione, vedremo senz’altro nella seconda stagione un percorso autonomo e “consapevole” da parte degli hosts. Insieme con quella di Dolores, anche la coscienza di Teddy lascia immaginare un ruolo di peso maggiore rispetto a quello della prima stagione. In attesa della seconda stagione di Westworld, non ci resta che sperare in più sedute di “analysis” del cast, per ricavare qualche preziosa indiscrezione.

LEGGI ANCHE – Westworld sta scrivendo la storia

Written by Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

Atlanta

Come ti convinco a guardare Atlanta?

the boys

Amazon ha sfornato una nuova Serie Tv sui supereroi: The Boys