in

Lo spin-off di Criminal Minds arriva in Italia!

L’attesa è quasi finita, a breve i primi due episodi della di “Criminal Minds: Beyond Borders” su Rai2

Criminal minds è certamente una delle serie tv di genere poliziesco più seguite ed apprezzate al mondo, sia a livello di pubblico sia a livello di critica. L’affiatato team di Hotchner, corroborato da personaggi indimenticabili come Jason Gideon, Derek Morgan, Spencer Reid, Garcia e JJ, ha infatti riscosso un successo talmente vasto da resistere sul panorama internazionale per oltre dieci anni.  La serie targata CBS, che ha debuttato nel 2005, vanta inoltre ben due spin-off: oltre a Criminal minds: suspect behavior, uscita nel 2011 e cancellata con un cliffhanger dopo soli tredici episodi – il che ha ovviamente scatenato numerose polemiche – verrà a breve trasmessa per la prima volta in chiaro in Italia, come di consueto su Rai2, nel palinsesto serale, Criminal minds: beyond borders, introdotta nell’episodio “Al di là dei confini” (diciannovesimo episodio della decima stagione).

Come la serie originale, Beyond Borders verte sulle avventure di una squadra di profiler dell’FBI, questa volta però al lavoro per rintracciare i cittadini statunitensi vittime di omicidi o sparizioni in varie nazioni del mondo.

I nuovi fans possono stare tranquilli: il rischio di cancellazione è scongiurato visto che la serie è già stata rinnovata ufficialmente per una seconda stagione. Gli amanti di CSI avranno l’occasione di rivedere in azione Gary Alan Sinise, attore e regista statunitense noto tra l’altro al grande pubblico per la sua partecipazione al pluripremiato Forrest Gump, per il quale ricevette anche la candidatura all’Oscar come miglior attore non protagonista, e Alana De La Garza, presente anche in altre serie di successo come Streghe, Smallville, Law & Order.

I primi due episodi vedranno la squadra lavorare in due scenari particolarmente esotici, Thailandia ed India, per due casi che si preannunciano estremamente avvincenti: nel primo ci sarà un serial killer di Bangkok, nel secondo un soggetto che mutila le vittime asportandone gli organi. Particolarmente attesa dal pubblico è quella che pare essere la differenza sostanziale con la serie madre: non più (solo) analisi remote per individuare gli SI – soggetti ignoti – bensì un interesse rivolto maggiormente all’azione. Prepariamoci dunque, perché le premesse per un’ottima serie ci sono davvero tutte.

Written by Eugenio Secchi

Uno studente di lingue e culture moderne che ama svaligiare librerie e guardare serie tv.

Fotografia

5 Serie Tv da guardare se sei appassionato di fotografia

The Walking Dead – Le 18 scene tagliate della seconda stagione