in

How to Get Away with Decameron – Capitolo X

Decameron

Nella puntata precedente di How to Get Away with Decameron:

“Adesso sono una dei K6, sto con Asher. L’avresti mai detto? Io e Asher, due mondi completamente opposti, eppure lui è così… perfetto per me. Vorrei non essere mai entrata in questa sorta di famiglia, ma ormai ci sono dentro, e devo dirti la verità, mi piace, mi sento a casa e arrivati a questo punto mi sono spinta dove non avrei mai pensato di potermi spingere.”

-Maestro come va la preparazione per la grande sfida?

-Figliuola, siamo quasi pronti.

-Che bella arena che avete scelto, piena di alberi e così poco illuminata.
Ma ci sono anche degli striscioni. Quello cosa dice?
‘Daje de tacco, daje de punta, il fiorentino non la spunta!’
Ahahahah molto arguto.
Uh! Un altro: ‘Con te Petrarca et anche Pipino,
togli er trono al fiorentino!
Ma non c’è neanche un fan di Dante?

-Figliuola, certo che ci sono. Basta seguire la scia di fumo in curva nord…

-Ah, eccoli!
‘Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura,
che la fama di Boccaccio era smarrita.’
Ahahahah simpaticissimo!!
Noooo, ma quest’altro invece è meravigiosoo: ‘Ma Giova’, almeno in Paradiso, Fiammetta te se fila?’

-Ma a proposito, Fiammetta e Beatrice, che fine hanno fatto?

-Questa è un’altra storia, figliuola. Una storia così lunga che servirebbero secoli per raccontarla. Prima della fine de’ tua avventura racconterò anche de’ mia amata Fiammetta…

“Buongiorno A. Ti ho portato la colazione.”

“Buongiorno a te. Ti prego dimmi che non si tratta di bacon.”

“Tranquilla, ti ho portato le Gocciole e il latte di soia. Almeno trasformi la giornata da così… a così.”

“Ti ringrazio.
Quale programma abbiamo per la giornata di oggi?”

“Ho convocato tutti, arriveranno tra mezz’ora, spiegheremo tutto quello che è accaduto e troveremo una soluzione insieme.”

“Oh, questa giungla mi uccide!”

-Maestro, come va con i preparativi? Siete pronti per la grande sfida?

-Figliuola, mi duole dirle che purtroppo la notizia de’ nostro scontro è giunta molto lontano e adesso abbiam dovuto cambiar luogo e orario. Ci sarà molta più gente ed hanno anche pubblicato una moltitudine di articoli sul Gazzettino de’ Poeti. Guardi l’edizione di oggi:

“Andiamo A, sono arrivati tutti.”

“Scendo subito.”

“Allora, cosa ci facciamo qui, dovrei studiare per un esame!”

“Connor, fai parlare Annalise.”

“Va bene Oliver, ascoltiamo Annalise.”

decameron

“Vi ho fatti venire qui, per spiegare a tutti voi cosa sta succedendo. La qui presente A…”

“Salve a tutti.”

“Ma chi è?”

“Connor! Ti ho detto di lasciarla parlare.”

“Si, scusate.”

“Insomma, per farla breve, A ha ucciso mia madre.”

“Posso parlare adesso Oliver?
Ma di cosa cavolo state parlando? Fatemi capire, una ragazza viene qui, improvvisamente uccide tua madre per un motivo a noi sconosciuto ed è ancora qui. Spiegami perché non la stai strangolando in questo momento.”

“A questo punto sono d’accordo con te Connor.”

“Alleluja. Grazie Olli!”

“Ragazzi, è una situazione particolare. Vi basti sapere che niente è come sembra e che si risolverà tutto. A, tra poco andrà via, tornerà a casa e noi proseguiremo con le nostre vite, ma fino ad allora cercate di non ucciderla e parlate con lei, ha bisogno di intervistarvi per una sorta di Divina Commedia…

Decamerone. Per una sorta di Decamerone.”

“Quello che è.
Tutti, tranne Oliver e Connor, con me, abbiamo un nuovo caso!”

“Quindi, hai ucciso una persona?”

“Connor, sii più delicato. Sono sicuro che non voleva farlo.”

“Ok, Olli, che cos’hai?
Perché mi dai addosso? Non è per lei, vero? E neanche per Annalise. Sei contro di me, ma perché?!”

“Ma di cosa stai parlando? Non ce l’ho con te. Sei paranoico.”

“Non sono paranoico, è da stamattina che ti comporti così.”

“Ok, ieri sera sei tornato tardi e non ti sei neanche degnato di salutarmi, e poi, dove sei stato? Io cerco di essere presente il più possibile per te, ma tu mi rendi il compito molto difficile!”

“Il più possibile?! Ma di cosa par…”

Ok meglio che me ne vada.

-Maestro? Allora, come andiamo, è nervoso per la sfida?

-Figliuola, è la sfida forse più importante de’ mia carriera, sono nervoso per certo!

-Che ne dice se per allentare la tensione mi raccontasse che fine hanno fatto Fiammetta e Beatrice?

-AH! Quell’improba figliuola!

-Deduco non sia andata a finire bene. Tradimento con un altro poeta?

-Peggio figliuola, molto peggio!

-Cosa c’è di peggiore?

-Rifletti figliuola.

-Noo, non ci credo, l’ha tradita con Dante!

-Assolutamente no figliuola, avrei ucciso Alighiero molto tempo fa.

-Mmmm Maestro, non riesco a comprendere allora

-Figliuola, lei mi ha tradito, ma non con Dante.

-Con Leopardi?

-Non burlarti di me! Non con Leopardi.

-Beh allora con Foscolo?

-Mi ha tradito, ma non con un uomo.

-…

-…

-Maes… Maestro. Con Beatrice?

-Ci sei arrivata! Bravissima!

-Ahahah che beffa!

-Prego?

-No scusi Maestro, riflettevo.

-Ero così affascinato da lei, adesso capisco perché non mi ha mai calcolato.

-Scusi se affondo il dito nella piaga, ma adesso loro dove sono?

-Son troppo malinconico, ti passo Dante, te lo spiegherà lui.

-Ciao Carissimaa!

-Salve Dante! Mi dispiace avervi fatto ricordare il passato.

-Non temere tesoro, personalmente l’ho superata. Giova ha ancora qualche rimpianto. Comunque Fiammetta e quell’altra crepata di Beatrice adesso governano insieme il Paradiso.

-Davvero? E il Paradiso dei Poeti è una parte del Paradiso?

-Si cara, è come se fosse un girone, solo che parliamo di Paradiso e non di Inferno, a proposito di Inferno, lì ho spedito il mio caro amico Brunetto.

-Brunetto Latini? Come mai?

-Lunga storia tesoro. Lascia stare.

-Capisco Sommo Poeta, mi dispiace, anche se mi perdoni, ma io faccio il tifo per loro.

-Per Fiammetta e #Beatricelatirchia?

-Si Sommo Poeta, è una svolta interessante, finalmente un po’ di potere alle donne! E forse le avete ossessionate troppo con questa storia del ‘ti dedico la Divina Commedia, ti dedico la mia carriera, ecc… ecc…’

-Hai ragione cara. E poi è effettivamente una bella coppia.

“Oh Signore Oliver! Per me tu sei tutto, ma non puoi accusarmi di non …”

Bene, e sono passati solo 13 minuti.

“Ragazzi.”

“No Connor, lo sai che non farei mai una cosa del genere.”

“RAGAZZIIII! Che ne dite di calmarvi?”

“Scusaci A, avevamo delle cose in sospeso.”

“Ho notato.”

“E’ solo che, io, non riesco a capire come siamo arrivati a questo punto.”

“Neanche io Connor. Sembra passata una vita da quando eravamo felici.”

“E’ colpa mia, non dovevo permetterti di lavorare per Annalise. Non ti ho protetto.”

“E’ stata una mia decisione! È per questo che non andiamo più d’accordo, credi di dovermi proteggere, ma non è questo che devi fare. Non per me.”

“La tua vita sarebbe stata diversa, poteva essere diversa.”

“Eppure siamo qui Connor, non basta dire che avremmo potuto avere una vita diversa, ormai ci siamo dentro e dobbiamo combattere.”

“E per cosa?”

“Per tutti noi! Per essere di nuovo felici!”

“Non so se mai ci riusciremo. Sei troppo ottimista!”

“Connor, io ti amo.”

Anticipazioni prossima puntata de’ How to Get Away with Decameron:

Ultima puntata in vista per How to Get Away with Decameron.
Chi vincerà l’epico scontro?

-Io naturalmente.

-Non dire sciocchezze Alighiero, ho molti assi nella manica!

Leggi anche – How To Get Away With Murder: Alzi la mano chi lo aveva previsto

Written by Alana Santostefano

Si fa fatica a vivere la realtà quando si è capaci di sognare, si è così tanto legati all'astratto che si pensa di dover costruire cose assurde nel presente dell'esistenza unicamente per convincersi di essere vivi.
Sono una sognatrice, una di quelle che si guarda attorno e immagina un'altra vita, una di quelle che non vede l'ora di andare in un posto chiamato 'se stessi' per poter guardare lontano e immaginarsi coperti di nuvole a volare sul tempo.

Remy Danton

And the winner is… Remy Danton

I 10 migliori Meme di Sherlock