in ,

Friends, I’ll Be There for You non sarebbe dovuta essere la sigla della serie

Friends non sarebbe Friends senza la sua iconica sigla: I’ll Be There for You. La canzone dei Rembrandts è perfetta per la serie tv: “Io ci sarò per te” come simbolo di amicizia e di amore, perché questo rappresenta realmente Friends. Eppure, nei lontani anni passati c’è stato un momento in cui la canzone non era neanche tra le papabili per diventare la sigla della serie.

E’ stato Kevin Bright, il produttore dello show, anche fan della band a proporli come scelta per l’intro. L’unica scelta a cui era arrivata la troupe era Shiny Happy People dei R.E.M. che è stata persino provata in una finta intro per lo show quando si chiamava ancora Friends Like Us:

Fino ad oggi, riceviamo solo royalty di guadagni per le prestazioni”, ha detto Danny Wilde dei Rembrandts in una vecchia intervista. “Voglio dire, non era in realtà una canzone che Phil e io abbiamo scritto. Ne avevamo credito, ma Michael Skloff, direttore musicale per lo spettacolo, è venuto fuori con il motivo e Allee Willis più altri, come i creatori dello spettacolo Marta Kauffman e David Crane hanno inventato il testo, tutto quello che avevano era un versetto di 30 secondi e un ritornello, quindi abbiamo modificato leggermente il testo. Phil ha inventato il riff all’inizio della canzone.”

Su YouTube c’è anche un simpatico video, creato da un fan, che ripropone la canzone dei R.E.M. adattata come sigla di Friends, in modo tale da darci l’idea di come sarebbe dovuta essere:

Non mettiamo in dubbio che anche la canzone dei R.E.M. ci stia bene, ma davvero vogliamo mettere in discussione l’iconica I’ll Be There for You che ci accompagnato per dieci stagioni? No, proprio no!

LEGGI ANCHE – Friends, Courteney Cox torna al Central Perk anni dopo. Ed è subito fiume di emozioni (VIDEO)

Written by Lidia Maltese

In questa timeline sono una serie tv addicted che nel tempo libero finge di essere una studentessa universitaria.

Love Death & Robots

I 5 episodi più belli di Love, Death & Robots

The Walking Dead - Daryl Dixon

Boulevard of Broken Dreams