in

#VenerdìVintage – 10 cose che Boris ci ha insegnato sulle fiction italiane

#4. LA FOTOGRAFIA DEVE ESSERE PIÙ BRUTTA DI QUELLA DELLE PUBBLICITÀ

borisSmarmellare è una filosofia di vita. Duccio, il direttore della fotografia di Occhi del cuore, si affida unicamente a due espedienti tecnici: aprire tutto, oppure chiudere tutto. Duccio è un incapace condizionato negativamente dalla dipendenza dalla cocaina? No, affatto. Duccio mette da parte ogni velleità creativa e si limita a recitare il copione imposto. La fotografia di una fiction italiana deve essere sempre brutta, o quantomeno più brutta della fotografia delle pubblicità che seguono. Il motivo è sempre lo stesso: è la pubblicità l’anima della televisione, e in quanto tale deve emergere con forza, esaltata dal confronto impietoso con la fiction di turno. Il mercato è l’unica arte, e al diavolo le belle luci.

Written by Antonio Casu

Divulgatore seriale serio, serioso e ironico, ma senza il sex appeal di Alberto Angela.

willy il principe di bel air

#VenerdìVintage – Che fine hanno fatto gli attori di Willy il Principe di Bel Air?

romanzo criminale

#VenerdiVintage – Che fine hanno fatto gli attori di Romanzo Criminale?