Vai al contenuto
Home » The Walking Dead » The Walking Dead – Jeffrey DeMunn abbandonò volontariamente la Serie. E lo fece “alla Dale”

The Walking Dead – Jeffrey DeMunn abbandonò volontariamente la Serie. E lo fece “alla Dale”

Sappiamo tutti che nelle otto stagioni di The Walking Dead ci sono state parecchie vittime, fra personaggi principali e secondari. Una delle prime morti avvenute però nella Serie Televisiva è stata quella di Dale Horvath. Una morte che lasciò spiazzati numerosi fan che conoscevano la storia grazie ai fumetti. Il personaggio, interpretato da Jeffrey DeMunn, era come il saggio del gruppo, il quale dispensava consigli agli altri membri: in sostanza, un pacificatore.
Recentemente, DeMunn, è stato intervistato dal sito Cleveland.com ed ha confessato una cosa particolarmente interessante: l’attore chiese, volontariamente, di far uccidere il proprio personaggio.

Il motivo fu molto semplice.
DeMunn non accettò il trattamento che l’emittente AMC riservò allo showrunner originale, Frank Darabont, licenziato a metà della seconda stagione per comportamenti abusivi e litigi. L’attore ha raccontato di aver stretto una forte amicizia con Darabont e che non se la sentiva di continuare a lavorare nella Serie dopo quanto accaduto.

La morte di Dale fu una mia decisione. Ero furioso per come Frank fosse stato cacciato dallo Show. Ho passato una settimana a non essere in grado di respirare. E poi ho realizzato: “Oh, posso smettere”. Così li ho chiamati e ho detto “E’ uno spettacolo di zombie. Uccidetemi. Non posso più lavorare”. E’ stato un grande sollievo per me.

the walking dead

La morte di Dale avvenne nella seconda stagione, durante l’undicesimo episodio intitolato Judge, Jury, Executioner. Una morte che lasciò gli appassionati della Serie Televisiva senza parole. Molti fan commentarono la scena, scrivendo che il personaggio meritava una un’uscita migliore rispetto a quella riservatagli. Robert Kirkman, produttore esecutivo di The Walking Dead, dichiarò nel lontano 2012:

Lo Show sarà sempre un animale diverso e la decisione di uccidere Dale è stata importante e non è stata presa alla leggera. Perdere questo personaggio in questo momento significa molto per il gruppo. Sarà una morte monumentale che influenzerà molto le cose andando avanti. Sembrava il momento giusto.

E voi ricordate come avete reagito alla morte di Dale Horvath?

Leggi anche: Come sono calati gli ascolti di The Walking Dead negli anni?