in

Date un finale a The Last Man on Earth

The Last Man on Earth
#
#

Fine della corsa. La notizia che i fan di The Last Man on Earth temevano di più, è puntualmente arrivata. La Serie di e con Will Forte chiude i battenti dopo quattro stagioni. Proprio ieri la FOX ha annunciato la cancellazione di ben tre delle sue più note comedy, che vanno ad aggiungersi alla preannunciata conclusione di New Girl. Oltre a The Last Man on Earth, salutiamo quindi anche The Mick e addirittura Brooklyn Nine-Nine. 

#
#

Se per la Serie con Andy Samberg sono concrete le possibilità di un salvataggio in extremis per mano di Hulu (stando a quanto riportato da Deadline) le speranze di rivedere in breve tempo Phil Miller e compagni sono ridotte al lumicino. 

Il season finale andato in onda lo scorso 6 Maggio è destinato dunque a rappresentare la fine della saga di Tandy e degli altri sopravvissuti. Il che, a conti fatti, non è neanche una grande sorpresa. Già in passato la Serie era stata a un passo dalla cancellazione. Esattamente un anno fa, difatti, la Fox aveva rinnovato The Last Man on Earth per una quarta stagione, e in molti si erano rassegnati al fatto che sarebbe stata l’ultima.

#
#

In questo senso è stata davvero sorprendente la scelta di non chiudere la stagione con un finale almeno in parte auto-conclusivo, lasciando invece totalmente aperta la vicenda con un cliffhanger tutt’altro che scontato. La fiducia degli autori nella Fox su un potenziale rinnovo è stata evidentemente quantomeno mal riposta. Anche perché, come detto, avvisaglie che questa sarebbe stata l’ultima corsa di The Last Man on Earth c’erano in abbondanza. Privare i fan di un degno finale per una Serie così brillante e originale è una beffa dura da mandare giù.

Alla luce di codesti sviluppi, riavvolgiamo per l’ultima volta il nastro e ripartiamo dal nostro Recap di metà stagione per fare il punto sugli ultimi episodi.

Da qui in poi, ovviamente, SPOILER ALERT sulla seconda parte della quarta stagione

The Last Man on Earth

La Serie riprende da dove eravamo rimasti, con Tandy e Todd in preda al panico in seguito alla scoperta del cannibalismo di Karl. Una volta tornati a casa, Karl anticipa le intenzioni dei due amici, rivelando serenamente agli altri il suo “vizietto”. Dopo un iniziale e inutile tentativo di rinchiudere il cannibale nella sua vecchia prigione, la new entry, con sommo e spiazzante raziocinio, comprende che l’unico modo per evitare che compia ulteriori delitti è di perire per mano di uno del gruppo.

Tandy si arroga così l’infausto compito di eliminare il nuovo arrivato, ma qualcosa va storto prima che avvenga l’esecuzione. Karl infatti risolve il famoso cubo di Rubik ed esplode prima che Phil riesca a spararlo, lasciandolo assai confuso riguardo alla dinamica dell’accaduto. L’ennesima minaccia viene dunque sventata dai nostri eroi, ma non mancano le frizioni all’interno del gruppo. Todd scopre che Melissa sa dove si nasconde Jasper e, dopo un iniziale litigio, la bionda capisce che non può più privare il suo uomo del sogno di diventare padre.

Tuttavia, come sempre in The Last Man on Earth nulla è scontato o troppo semplice, ogni cosa finisce con l’assumere connotati assurdi e divertenti.

Melissa infatti non ha la minima intenzione di partorire, perciò suggerisce a Todd di rivolgersi a Erica chiedendole di diventare la madre del proprio bambino. L’iniziale rifiuto della donna a causa del comportamento ossessivo di Todd, lo porta a sprofondare in uno stato depressivo di ben sette mesi, in cui trascorre i propri giorni trasandato e in silenzio a giocare con i trenini.

Nel frattempo Carol rimane incinta per la terza volta, e inaspettatamente l’evento fa rinsavire Todd. Proprio mentre sta per annunciare la fine della sua ossessione a Erica, riceve dall’amica il nulla osta definitivo per avere un bambino.

Ma le sorprese non finiscono qui. C’è spazio infatti per l’inatteso e gradito ritorno di un personaggio molto amato.

the last man on earth

Ebbene sì. Jason Sudeikis torna per queste ultime puntate di The Last Man on Earth e ci regala l’entrata in scena più divertente di tutta la stagione.

I fratelli Miller non potevano che ritrovarsi di fronte a un Karaoke, con la loro canzone a tutto volume per celebrare il proprio ricongiungimento.

Mike dunque è vivo e ha raggiunto Zihuatanejo con un camper dotato di rilevatore termico. Non era stato male a causa del virus, bensì per colpa del suo sistema immunitario debilitato e ancora scombussolato dal viaggio nello spazio. L’idillio tra i due fratelli, come sempre, dura ben poco. Todd è preoccupato che Mike possa interferire con la gravidanza di Erica, perciò vandalizza il camper dell’amico prima di essere rassicurato dalla donna, che annuncia l’inizio della sua gravidanza.

Mike dal canto suo è triste perché si sente la quinta ruota del carro, essendo l’unico nel gruppo senza un partner. Una volta scoperto sul suo rilevatore una chiazza rossa somigliante al celebre Blob del cinema, decide di raggiungere la zona per indagare. Tandy inizialmente è contrario, ma finisce per comprendere le ragioni del fratello e si mette in viaggio con lui alla ricerca del Blob e di ciò che rappresenta.

Mentre i due Miller sono in viaggio, Todd scopre un quantitativo non indifferente di cadaveri nascosti nelle mura della villa. Allertate le altre ragazze, il gruppo finisce con lo scoprire un vasto deposito di armi, con tanto di cocaina ed esplosivi ancora perfettamente funzionanti. Non essendo il luogo migliore per crescere dei bambini, decidono che è giunto il momento di lasciare anche Zihuatanejo. Nel mentre, il viaggio di Mike e Phil si rivela un buco nell’acqua. I due, dopo aver scoperto solo un deludente gregge di capre, decidono di fare dietrofront, trovando il resto del gruppo pronto alla partenza.

I sopravvissuti decidono che la nuova destinazione sarà Cancun, ma la più grande delle sorprese sta per attenderli al varco.

Dopo aver fornito a Jasper una macchina e le indicazioni per raggiungerli qualora lo volesse, il gruppo si mette in viaggio. I nostri decidono di fermarsi a dormire nel luogo in cui avevano trovato le capre, per cercare di recuperarle e caricarle a bordo. La notte però porta consiglio a Tandy, che trova un manipolo di casette immerse nel verde, con alberi e terreni fertili tutt’intorno. L’indomani convince perciò il gruppo a rimanere in quel posto semplice ma accogliente, con la prospettiva di ricostruirsi una normalità a lungo termine. Una dimora senza lusso e sfarzi ma che garantisca un futuro stabile e senza date di scadenza come i loro precedenti soggiorni.

Una volta salutato Mike, lasciato andare alla ricerca di nuovi orizzonti e sopravvissuti da scoprire, ecco che The Last Man on Earth ci sorprende per l’ultima volta. Da una gigantesca botola nascosta nel terreno, proprio nel punto in cui il rilevatore aveva identificato il Blob, ecco emergere un numerosissimo stuolo di persone, dotate di maschera antigas per prevenire il contagio col virus.

L’ennesimo colpo di scena che da oggi sembra destinato a rimanere nella perpetua incertezza.

Chi sono questi sopravvissuti? Hanno intenzioni ostili? Come hanno fatto a cavarsela e soprattutto dove hanno vissuto fino a questo momento? Sono tutte domande le cui risposte potrebbero non arrivare mai.

The Last Man on Earth finisce così, senza un vero finale proprio come accaduto ad altre comedy come My Name is Earl. Il viaggio di Tandy giunge così ai titoli di coda, a meno di insperati aiuti dall’alto da parte di Netflix o Hulu, come si augurano da diverse ore i fan della Serie sui vari social.

Che vi sia maggiore responsabilità del Network per l’ingiusta cancellazione o degli autori per il mancato finale ormai ha davvero poca importanza. Non resta che essere grati a Will Forte e al suo team creativo per averci regalato in questi anni una comedy totalmente fuori dall’ordinario, capace di sorprenderci in ogni modo e di farci ridere e commuovere con gag no sense da manuale.

Ooooooh farts! e grazie di tutto!

serie tv

LEGGI ANCHE – The Last Man on Earth – la Serie che racconta la storia dell’ultimo uomo medio

Scritto da Andrea Scoppetta

Di solito quando scrivo non faccio che usare parole come pasghetti e mopodori, faccio continui riferimenti minacciosi e immotivati all'ONU e alla fine non faccio che ripetere vaffaflanders e altre cose che non posso dire.
Anche simpaticamente.

I Simpson, l’ultimo episodio ci porta al passato di Homer e alla ricetta della torta di mele tanto amata: ecco a voi la ricetta dettagliata

the orville

The Orville: perché la prima stagione non ci ha convinto del tutto