Vai al contenuto
Home » Stranger Things » 7 curiosità su Sadie Sink, la fantastica interprete di Max in Stranger Things

7 curiosità su Sadie Sink, la fantastica interprete di Max in Stranger Things

Attenzione: L’articolo contiene Spoiler su Stranger Things 4 Vol.1

Sadie Elizabeth Sink è la giovane e talentuosa attrice che interpreta Max in Stranger Things. Reduci dalla maratona di Stranger Things 4 Vol.1, possiamo dire che Sadie Sink sia la vera star di questa stagione. Dopo la morte del fratello, Max non è più la stessa. La ragazza spensierata con la passione per i video games, è molto più chiusa in se stessa. Con le cuffiette sempre arpionate al collo, come una sorta di difesa da un mondo che non ha voglia di affrontare.

Nell’attesa degli ultimi due episodi della quarta stagione scopriamo 7 curiosità sulla meravigliosa attice di Stranger Things.

1) È una star di Broadway

Prima di sbarcare su Netflix, la giovane Sink inizia la sua carriera nel mondo dello spettacolo ottenendo il ruolo di Annie nell’omonimo musical di Broadway. Inizialmente il ruolo assegnatole era quello di uno degli orfani, ma dopo la rinuncia dell’attrice principale, Sadie ha ottenuto la parte. Era il 2012 e Sadie aveva solo 11 anni, ma il suo talento non ha tardato a venire a galla.

Non a caso Winona Ryder, interprete di Joyce in Stranger Things, ha definito Sadie Sink “la nuova Meryl Streep”.

Era il mio primo show a Broadway. È come un sogno che diventa realtà. Al tempo era tutto ciò che volevo.

L’attrice, infatti, ha dichiarato che con il fratello aveva sviluppato una vera e propria ossessione per i musical quando era bambina.

2) Il suo rapporto con i Social Media

Sadie Sink è presente su Instagram e Twitter, tuttavia, ha dichiarato che preferisce non abusare dei social media. Per questa ragione non ha neanche le varie app sul suo telefono, accedendo ai vari profili solo di tanto in tanto.

In passato l’attrice di Stranger Things si lasciava coinvolgere molto di più dal mondo dei social, rendendosi poi conto che quella realtà virtuale le arrecava dei danni.

“Non amo essere associata a nessuna delle cose negative dei social media […] Preferisco concentrarmi su ciò che è reale: I miei amici e le persone che fanno parte della mia cerchia, questo è ciò a cui preferisco prestare attenzione, piuttosto che le fotografie e le cose che le altre persone postano o indossano o ciò che loro pensano che io dovrei indossare, che siano vestiti o make-up.”

3) L’attivismo femminista

stranger things

“Ho realizzato che come donna, essere una femminista sia un obbligo”

Sadie Sink non si è mai tirata indietro quando si tratta di difendere i diritti delle donne. Più volte è stata vista indossare magliette con slogan femministi, e ha espresso la sua opinione in merito in moltissime interviste.

Proprio per questo si è detta molto orgogliosa del suo ruolo in Stranger Things. Max è un’adolescente che non ha paura di essere se stessa, che si tratti di video giochi, vestiti o modi di fare. Per Sadie Sink anche la caratterizzazione dei personaggi femminili nelle serie e nei film svolge un ruolo importante per il femminismo. Con personaggi come Max, ci si distacca dal modello di personaggio femminile stereotipato e piatto, prediligendo una caratterizzazione a tutto tondo che sia più vicina alla realtà.

Un’altro aspetto che la Sink ha molto apprezzato di Stranger Things, è stata l’amicizia tra El e Max. Un’amicizia sana che prende le distanze dalla becera rivalità tra donne che generalmente spopola negli show televisivi.

Amicizia che, in realtà, si estende anche nel dietro le quinte. Il cast di Stranger Things è sempre stato molto unito, in effetti sono cresciuti insieme sia umanamente che professionalmente. In particolare Sadie Sink e Millie Bobby Brown sono molto affiatate, definendosi come “Ketchup e Mostarda”.

4) Il primo bacio davanti le telecamere

stranger things

Ricordiamo tutti il bacio tra Luke e Max durante lo Snow Ball in Stranger Things, beh lo ricordano molto bene anche Sadie Sink e Caleb McLaughlin.

Il bacio, in realtà, non era previsto nella sceneggiatura originale. Durante le riprese Matt Duffer chiese a Sadie ridendo “Sei pronta per la scena del bacio?”, battuta che mandò Sadie in panico. Cosa che convinse i fratelli Duffer a inserire per davvero il bacio nello show. Un piccolo particolare è che si trattava del primo bacio sia per Sadie che per Caleb.

Il nostro primo bacio è avvenuto di fronte a circa 200 persone [attori nel background], genitori, tutta la crew di registrazione e mia madre.

5) È Vegana

stranger things

Sul set de ‘Il Castello di Vetro’, Sadie Sink ha collaborato con Woody Harrelson, attore che noi amanti delle serie tv conosciamo per i suoi ruoli in Cin Cin, True Detective e Will & Grace. Woody è da tempo vegano e molto attivo nella condivisione dello stile di vita in questione e dei tanti vantaggi per la salute.

All’epoca la star di Stranger Things era già vegetariana, ma dopo aver conosciuto Woody e la sua famiglia è diventata anche lei vegana. L’attrice, infatti, è una fervente sostenitrice dei diritti degli animali e questa è la ragione principale per cui ha deciso di eliminare determinati alimenti dalla sua dieta.

6) È in ottimi rapporti con Taylor Swift

stranger things

A novembre 2021 è stato pubblicato All Too Well: The Short Film, un cortometraggio scritto e diretto dalla cantante Taylor Swift. I protagonisti del progetto sono proprio Sadie Sink e Dylan O’Brien. La stessa Taylor prende parte al cortometraggio interpretando la versione adulta del personaggio di Sadie Sink.

L’attrice è sempre stata fan di Tayor Swift, e lavorare con lei è sempre stato un suo sogno nel cassetto. Ma forse Sadie non si aspettava che oltre a collaborare professionalmente con la cantante sarebbe diventata anche sua amica. Entrambe si stimano tantissimo sia sul piano professionale che sul piano umano, e la Sink si è detta onorata di averla come amica, mentore e regista.

7) Soffre della sindrome dell’impostore

Sadie Sink non ha mai nascosto le sue insicurezze. Crescere nell’ambiente dello spettacolo non è semplice, si tende sempre a fare il paragone con altri professionisti del settore, chiedendosi se si è davvero all’altezza per quel lavoro.

Quando acquisisci più esperienza, tutto diventa meno incentrato sulla competizione e sul pensare costantemente “Oddio, sarò abbastanza per questo?”, e più indirizzato a trovare te stessa, mettendo da parte il rumore che è tipico di questo settore.

Oltre alle insicurezze legate alle sue capacità, Sadie Sink ha anche affermato che per lei e moltre altre persone, confrontarsi con gli standard di bellezza che la società impone alle donne non è semplice. Un altro motivo per cui ha deciso di prendere le distanze dai social media, che sono i luogo principale in cui questi canoni estetici fanno sentire il loro peso, quantificando la bellezza e la popolarità in likes e followers.

Scopri il primo libro di Hall of Series: 1000 Serie Tv descritte in 10 parole è ora disponibile su Amazon!