in

Ti voglio bene, anche se non esisti

6) Eleven (Undici) – Stranger Things

serie tv

Eleven (Undici) è stata un altro personaggio per cui ho da subito provato una profonda empatia. Sei spinto a volerle bene sin da subito, sebbene non sia propriamente una ragazzina “indifesa”.

Ciò che mi ha fatto legare a lei, oltre al personaggio in sé che è splendido, è proprio quell’empatia scaturita dal senso di ingiustizia che aleggia attorno alla sua sorte. Attraverso dei flashback scopriamo infatti che Eleven è stata cavia di laboratorio subendo degli esperimenti di certo poco leciti. Non considerando minimamente l’aspetto umano della cosa, Eleven alle volte non viene nemmeno considerata una ragazzina, ma una risorsa del laboratorio.

Quando scapperà si ritroverà praticamente da sola contro un intero mondo nuovo. Tuttavia questo profondo senso di solitudine non durerà a lungo: incontrerà Mike, Dustin e Lucas, scoprendo la solidità del legame di un’amicizia, e insieme riusciranno finalmente a ritrovare Will, finito nel “sottosopra”.

Scritto da Alessia Reina

Laureata in Scienze Biologiche, ho sempre nutrito la passione per la scrittura e per il cinema, due fra i miei hobby più cari.

Ogni Serie Tv è come un libro: ti viene proposta una nuova storia con uno stile e con un linguaggio ben preciso; alla fine del viaggio può restarti qualcosa, come un segno più o meno profondo.

Nei miei articoli spero di trasmettere la stessa passione con cui seguo queste Storie, cercando di analizzarle da un punto di vista critico più oggettivo possibile.

I film sono l’avventura di una notte, le serie tv sono una relazione a lungo termine

Serie Tv

Com’è davvero essere Ted Mosby