in

10 tamarrissime Serie Tv di Netflix che non riusciamo a smettere di guardare

Dobbiamo essere onesti: a volte la qualità ci stufa. Tutti quei contorni così perfetti, quelle trame così avvincenti piene di ogni logica e intelligenza ci fanno venire voglia di staccare per far spazio a qualcosa di meno complesso, o in un certo senso più divertente. E badate bene: il divertimento non è solo riconducibile a una battuta venuta bene da parte di qualche personaggio, ma anche altro. Ci riferiamo a tutti quei momenti in cui stacchiamo la spina e decidiamo di togliere dalla nostra vista gli episodi di Dark, cancelliamo dalla nostra mente la struggente storia di BoJack Horseman e ci fiondiamo completamente in un altro genere caratterizzato da due ingredienti fondamentali: tanto trash e spudorato No Sense. Di cosa stiamo parlando? Delle Serie Tv tamarre, ovviamente.

Noi non lo sappiamo quale sia davvero il loro potere, ma la verità è che quando si tratta di questi prodotti noi non ci capiamo più niente. Sono ben diverse tra loro ma hanno una traccia in comune che riesce immediatamente a presentarle: l’eccentricità. Quando vediamo che fin dai primi momenti tutto assume la forma di una caricatura, allora siamo di fronte a delle Serie Tv tamarre. Alcune di loro hanno fatto una fine pessima: sono nate e morte senza qualità e senza pubblico. D’altra parte, però, alcune sono diventate nostri pezzi di cuore, e chissà poi perché. Sono come quello zio ubriaco che a Natale fa cose senza senso e finisce per rendersi ridicolo, ma alla fine è di famiglia e gli si vuol bene.

Guardiamo insieme quali sono queste perle del trash, e fateci sapere quali sono le vostre preferite!

1) Insatiable

Insatiable è la scelta perfetta per aprire le danze della lista contenente le Serie Tv più tamarre. Vendetta, drammi e capricci: quanto potenziale!

Chi ama Insatiable l’ha amata fin da subito per un motivo preciso: è una Serie Tv che non si pone limiti e che fa della rivincita la vera protagonista. Patty Bladell è un’adolescente che per anni ha vissuto dentro un incubo senza fine: tutta la scuola la prendeva in giro per il suo aspetto robusto. Gli attacchi subiti avvenivano soprattutto nel contesto scolastico di cui fa parte, un posto che vive solo d’apparenza e che decreta che la sua forma fisica contrastasse il loro ideale di bellezza. Queste ripetute ingiustizie hanno portato la protagonista a vedersi come la vedevano gli altri: ciò che abbiamo di fronte inizialmente non ha autostima, è debole e impaurito. Sta ai margini e trova il proprio spazio in loro perché riconosce solo lì la sicurezza d’essere sola, sviando così il problema di essere guardata e quindi presa in giro.

Le cose, però, a un certo punto cambiano totalmente. Un tragico incidente inchioda Patty in un letto d’ospedale. Un evento così drammatico – in una normale Serie Tv – verrebbe trattato con la delicatezza che un’esperienza del genere richiederebbe. In questo caso questo non avviene: l’incidente sarà il fautore di quello che per Patty somiglia a un miracolo. La protagonista, infatti, perde trentasei chili diventando ciò che aveva sempre sperato. Non cambia le sorti della società in cui vive, non si differenzia da quel coro di persone che abitano dentro il concetto d’apparenza. Sceglie di fiondarsi dentro di lui e di vendicare qualsiasi ingiustizia vissuta. Da questo momento inizia la guerra con un luogo ben preciso: le sfilate di bellezza.

Insatiable – in questa maniera – ci fa vivere ripetute esperienze che navigano tra il mare del trash e della vendetta: due punti chiave fondamentali per far parte di una lista del genere. Non trovate?

2) Riverdale

Serie Tv tamarre

Riverdale ha una sola regola per farsi amare dai propri fan: prometterle uno spudorato No Sense.

Giubbotti da motociclisti, a volte tratti paranormali – giusto per non farci mai annoiare – e coppie che giocano a fare le scambiste tra un omicidio e un altro: Riverdale è questo e molto altro.

Inizialmente si era presentato con una trama apparentemente priva di trash. Tutto inizia con l’omicidio di un ragazzo. Questo evento sconvolgerà le vite di tutti i protagonisti e della città che soffrirà la perdita di un adolescente che, sicuramente, non meritava tale sorte. Da quel devastante momento la pace non vorrà più abitare all’interno di Riverdale, diventata ormai la casa di ogni delitto. I primi a soffrire di questa nuova atmosfera terrificante sono i quattro protagonisti: a turno verranno incolpati o trattati male dalla cittadina che, purtroppo, non farà altro che mandarli al patibolo. Il primo a passare i guai sarà soprattutto Archie che dovrà vedersela anche con il mafioso suocero.

Probabilmente – in un teen drama – mettere insieme alla parola suocero l’aggettivo mafioso basterebbe per far comprendere come mai sia nella lista delle Serie Tv tamarre, ma Riverdale non si accontenta solo di questo frammento e vuole strafare con sparatorie No Sense, balli della scuola interrotti da drammi e tragedie e un ampio bagaglio di cliché in cui i quattro eroi sono divisi in due coppie che si scambiano a loro piacimento senza nessun’ombra di coerenza. Impossibile non amarla con tutti questi difetti perfettamente adeguati. No?

3) Emily In Paris, una delle Serie Tv tamarre ambientata in Paris!

Saremo fin da subito chiari: Emily in Paris fa schifo, ma non riesci a smettere di guardarla.

La serie di cui stiamo parlando – al momento – è formata da una sola stagione contenente 10 episodi da venti minuti. Eppure – chissà poi come – in quei pochi minuti riesce ad accadere di tutto. Cronologicamente questa è più o meno la dinamica: Emily ha un’idea sbalorditiva a lavoro, conquista tutti, si scatta un selfie, litiga con il suo capo, conosce un ragazzo a caso, lo lascia e poi ricomincia da un’altra idea sbalorditiva.

Tutto segue questo intreccio compulsivamente e – tra un selfie e l’altro – veniamo travolti da infiniti cliché che ci fanno vivere all’interno di una Parigi che abbiamo sempre immaginato. Perché la serie non ha intenzione di raccontare nessuna novità, nessuna nuova versione della vita da stilisti nel cuore parigino se non quella che abbiamo sempre visto nei film. Veniamo travolti da un mondo immaginario che vive di feste, riunioni sotto La Tour Eiffel interrotte da flirt tra la protagonista e un ragazzo a caso e giornate in cui ogni possibile delirio avrà la possibilità di accadere. Insomma, in un periodo del genere Emily In Paris è la scelta giusta per poter andare a Parigi in qualche modo!

4) La Casa Di Carta

C’è chi la considera la Serie Tv capolavoro degli ultimi anni, chi una delle Serie Tv tamarre più riuscite di sempre. Una cosa è certa: La Casa Di Carta quanto a elementi inverosimili non ha mai voluto risparmiarsi.

La banda decide di fare un assalto alla Zecca di Stato: prende in ostaggio tutti i dipendenti e inizia a stampare banconote su banconote. Proprio in questo lasso di tempo tutte le vicende più folli prendono vita: sparatorie, rapimenti, balli e canti con pistole in mano, interventi chirurgici guidati via Skype da medici, relazioni e tradimenti.

La Casa Di Carta non si risparmia proprio in nulla decidendo di superare tutti i limiti. Probabilmente uno dei punti più alti viene raggiunto con Tokyo e Rio che – giunti in un’isola per vivere le proprie ricchezze al sicuro – decidono di separarsi ma di tenersi in contatto con delle chiamate che sapevano di non poter fare in quanto ricercati dalla polizia. Proprio questo punto fa comprendere come ogni dinamica all’interno de La Casa Di Carta assuma la forma di qualcosa di inconsistente, forzato. Alla fine, però, a noi va bene anche così: la amiamo proprio per questo. Sappiamo che a un certo punto Tokyo rovinerà tutto il piano e farà la sua entrata in scena saltando con la moto, ma d’altronde abbiamo imparato ad accettarla anche così. Ormai è la cugina pazza della nostra famiglia. Dai, la conosciamo.

5) Lucifer

A volte – chissà perché – si tende un po’ a sottovalutare il potenziale trash di Lucifer. Come si può fare un errore del genere? I motivi per inserirlo all’interno di una lista del genere ci sono tutti, ma proprio tutti.

Basta analizzare la trama e già escono fuori due o tre elementi che aprono le porte al trash: il diavolo si trasferisce a Los Angeles, s’innamora di una detective a cui era destinato (il padre – Dio – tra una cosa e l’altra ha pensato bene di sistemarsi subito il figlio) e inizia a risolvere con lei casi di omicidio. Ovviamente tutto condito da ali bianche ed enormi che faranno da cornice alle dichiarazioni d’amore di Lucifer. Forse, però, è bene ripetere un concetto per far comprendere l’identità dell’infinita aria tamarra della serie: IL DIAVOLO SI TRASFERISCE A LOS ANGELES.

In mezzo a tutto questo si intrecciano le storie dei vari elementi del distretto tra cui Daniel – ex di Chloe – ed Ella. Oltre a loro avrà uno spazio rilevante anche la psicologa del diavolo con cui Amenadiel – angelo fratello di Lucifer – avrà un figlio. Insomma, questa Serie Tv risponde perfettamente alla domanda: Come sarebbe Beautiful se fosse un fantasy?

Sentiamo la necessità di ripetere un’altra volta un concetto chiave, sempre per quella storia dell’assurda trama trash della serie: IL DIAVOLO VA DALLA PSICOLOGA. Ok, torniamo seri.

Siamo ancora in attesa del definitivo finale di serie, ma non ci sorprenderebbe se il diavolo – nella puntata decisiva – decidesse di andare a vendere frutta in Brasile. Ormai ci aspettiamo di tutto, per questo in fondo non sappiamo farne a meno.

6) Élite, quando le Serie Tv tamarre non riescono a fermarsi

Serie Tv tamarre

Allora, come si parla di Élite? Diciamo che c’è un omicidio. Ok. C’è anche un triangolo stile The Vampire Diaries: la ragazza che viene uccisa fa innamorare due fratelli. Poi c’è una scuola privata in cui sono tutti assassini e pazzi. Ah, c’è anche una storia d’amore tra due fratellastri in ottimo stile Cesaroni.

Tutto questo e molto altro prende immediatamente forma nella Serie Tv spagnola Original Netflix. Nonostante l’ultima stagione abbastanza conclusiva le cose non hanno ancora intenzione di fermarsi, motivo per il quale a un certo punto Élite tornerà con un quarta stagione piena di nuovi personaggi e qualche refuso.

La verità è che tutti questi ingredienti sono stati decisivi per il successo della serie. La dose extra large di trash che gli autori hanno messo all’interno del prodotto non è passata inosservata ai telespettatori delle piattaforma Netflix che si sono mostrati subito entusiasti del rinnovo della serie (di cui vi abbiamo parlato meglio qui). La trama adesso dovrebbe subire un cambiamento: probabilmente un nuovo mistero, un nuovo omicidio. Ma noi siamo fiduciosi: potrà cambiare tutto, ma la nostra dose quotidiana di follia non ci verrà tolta. Questa è la nostra certezza, e noi siamo felici così.

7) Shadowhunters

La Serie Tv Shadowhunters è il terzo tentativo che viene dedicato a questa storia fantasy, ed è decisamente quello con più dose di follia.

Inizialmente la storia nasce come un libro facente parte di una saga dell’autrice Cassandra Clare. Dopo questo successo letterario arriva per la storia il momento di prendere forma tramite un film in cui vediamo come protagonista la promettente Lily Collins (adesso protagonista di Emily In Paris).

La pellicola non ebbe effettivamente il successo sperato e lasciò la critica fortemente perplessa. Alla fine di questo progetto ne iniziò un altro in cui si convertì tutta la storia in una Serie Tv dagli ottimi ascolti.

Anche in questo caso le quattro stagioni vengono caratterizzate da elementi che spaziano dal fantasy al teen drama: non solo lotte tra male e bene e tra angeli e demoni, ma anche storie d’amore e d’amicizia. Il gruppo degli Shadowhunters, infatti, è formato da ragazzi e da adolescenti che ogni giorno oltre a combattere per il bene devono vedersela anche con i propri sentimenti e triangoli amorosi che daranno vita a gelosie e sceneggiate non poco rilevanti. Il punto forte della serie è assolutamente questo: i fan si divertono a creare dei veri e propri fandom a favore delle coppie, cosa che in un certo senso riporta indietro a quella famosa epoca in cui il vero problema era: Damon o Stefan?

8) Scream, una delle Serie Tv tamarre ma con esperienza

I film di Scream non sono mai stati dimenticati da nessun fanatico dell’horror, motivo per il quale l’idea di costruire una Serie Tv dallo stesso titolo e dalla stessa trama è fin da subito sembrata l’idea perfetta.

Ovviamente, come sapete, la saga ha utilizzato tutti i cliché tipici degli horror a cui il mondo seriale non poteva rinunciare. Forse si son fatti prendere troppo la mano, forse non hanno capito bene come gestirli, non sappiamo, ma una cosa è certa: tutto quello che è successo ha dato vita a una delle Serie Tv tamarre più forti in circolazione. La qualità lascia davvero desiderare e la storia è un misto di momenti di suspense che in realtà non ci lasciano davvero con il fiato sospeso. Nulla sembra funzionare davvero, neanche l’identità velata del killer. Perché? La capiamo praticamente dal primo minuto, troppo poco bravi a nasconderla.

Scream è una Serie Tv horror adolescenziale che non vuole a fare meno di nulla. Mette tutto in piazza: amori, amicizie, omicidi e tradimenti. Ogni puntata fa fuori un componente del gruppo e questa è probabilmente la parte che più piace: crea una dinamica interessante alla trama che ci porta sempre a chiederci chi sarà il prossimo. Al tempo stesso, questo dettaglio, ci fa conoscere in maniera più individuale i personaggi che – devastati – dovranno affrontare dei lutti che li metteranno a dura prova sia emotivamente che non. Non avranno molto tempo, infatti, per piangersi addosso: dovranno trovare il metodo per difendersi dal terribile serial killer che sta operando nella loro cittadina americana. Proprio per questo motivo per una serata a tema halloween potrebbe rivelarsi la scelta giusta!

9) Dynasty

Serie Tv - Dynasty

Dynasty è una specie di Beatiful, solo con meno personaggi. Che ottima premessa! Vero?

Tutto gira intorno a un’importante famiglia: Fallon Carrington torna a casa dal padre proprietario di una ricca società. Le idee della ragazza sono molto chiare: diventare il nuovo amministratore delegato. Il suo obiettivo, però, sembra essere minacciato dall’arrivo di una nuova donna nella vita del padre di cui Fallon si fida per nulla.

Questa sfiducia sarà l’inizio di una serie di intrighi che avranno l’obiettivo di scoprire tutti i segreti di Cristal Flore, apparentemente interessata solo al patrimonio del padre. Non sentite nell’aria la voce di Stephanie Forrester urlare a Brooke di volere solo il patrimonio di Ridge? Beh, se non la sentite vi avvisiamo che basterà azionare il tasto play per vivere questa sensazione. I fan della serie non riescono a farne a meno, e noi un po’ li capiamo. Insomma: in soli quaranta minuti una puntata riesce a farci immergere i triangoli amorosi, conflitti familiari, guerre al potere e vendette cattivissime.

Allora? Presi i Pop Corn?

10) Bridgerton

Abbiamo una ricetta per voi. Prendete carta e penna. Pronti?

Adesso scrivete:

  • 30 % di Orgoglio E Pregiudizio
  • 30% di Gossip Girl
  • 40% di The Royals

Unite questi tre ingredienti e il risultato sarà l’irresistibile Bridgerton, la rivelazione finale del 2020. In un certo senso era già nell’aria da un po’: tutti aspettavano questa serie, ma nessuno immaginava quanto potenziale avesse. Per tutti è diventata una vera e propria droga che non si è risparmiata di fronte a nulla dando vita a intrighi di corte che – lo sappiamo – danno sempre quel tocco in più. Il successo della serie è stato immediato, forte e internazionale. Tutti sono pazzi per Bridgerton perché – nonostante l’ovvia carica trash – ha una dose di leggerezza e d’amore tipica di tutte le nostre Serie Tv preferite, con un tocco romantico trovabile sono nei grandi classici. Ovviamente questo dettaglio viene trattato in maniera diversa, più moderna.

Nonostante l’ambientazione, infatti, la serie potrebbe tranquillamente essere contemporanea. Sono tutti fuori di testa e tra un ballo un altro danno vita a una storia che ha un solo obiettivo: portarci a corte senza farci passare dal cancello.

LEGGI ANCHE – 10 capolavori nella storia delle Serie Tv che non riusciamo a vedere perché “troppo vecchi”

Scritto da Annalisa Gabriele

Le serie di Netflix sono contemporaneamente le peggiori e le migliori. Pro: tutti gli episodi vengono rilasciati lo stesso giorno. Contro: tutti gli episodi vengono rilasciati lo stesso giorno.

Ed Westwick

Ed Westwick: carriera, vita privata e fidanzata dell’attore britannico

The Handmaid’s Tale 4: ufficiale la data di uscita “quasi” in contemporanea con gli USA