Vai al contenuto
Home » SERIE TV » Le 25 Peggiori Serie Tv mai create secondo Rotten Tomatoes

Le 25 Peggiori Serie Tv mai create secondo Rotten Tomatoes

serie tv

Rotten Tomatoes è quasi un’autorità quando si tratta di recensioni, informazioni e notizie su cinema e serie tv. Così curiosando sul sito ci siamo messi alla ricerca di quei prodotti seriali che hanno avuto il numero peggiore di recensioni o di punteggio di gradimento dagli spettatori, ma soprattutto dalla redazione di Rotten Tomatoes stessa. Così, applicando una serie di filtri che – ammetto – mi hanno fatto sentire un po’ come Elliot Alderson in Mr. Robot, siamo arrivati a stilare la lista delle 25 peggiori serie tv mai create basandoci fondamentalmente sui due criteri di cui vi parlavo prima: lower tomatometer e audience score (punteggio del pubblico), sostanzialmente alle serie viene assegnato un punteggio che può essere positivo e dunque avere almeno il 60% di recensioni positive e corrisponde al termine Fresh (fresco) oppure avere meno del 60% di recensioni positive e corrisponde al termine Rotten (marcio).

1. Charlie’s Angels (2011)

serie tv

La serie in questione si rifà a quella classica degli anni ’70. Proprio come nell’originale, unisce tre bellissime ragazze addestrate per risolvere dei casi per conto dell’elusivo milionario Charlie Toownsend. La principessa di Park Avenue trasformata in ladra, Abby interpretata da Rachel Taylor, la poliziotta di Miami congedata con disonore, Kate interpretata da Annie Ilonzeh e la misteriosa pilota da strada Eve interpretata da Minka Kelly formano una stretta amicizia mentre ottengono una seconda possibilità come detective nella soleggiata Miami. Nonostante non si conoscano quando vengono raggruppate, una cosa è certa: si copriranno sempre le spalle l’una con l’altra. Drew Barrymore, che interpretò una degli angeli nell’omonimo film fu una dei produttori esecutivi della serie tv.

2. My Big Fat Greek Life (2003)

serie tv

Ricordate Il mio grasso grosso matrimonio greco? Bene, ciò che in pochi sanno – perché questa serie è stata davvero un flop gigantesco – è che esiste una continuazione della storia comica dell’omonimo film. La serie riprende dopo gli eventi avvenuti a seguito del matrimonio del film e racconta la storia della nuova vita di coppia di Nia e Thomas e i loro rapporti con la famiglia di lei. Di tutte le serie tv in questa lista, questa non solo ha un gradimento pari allo 0% su Rotten Tomatoes, ma a differenza delle maggior parte dei nomi che troverete, non ha nemmeno una percentuale di Rotten talmente bassa da non essere neppure indicata. Praticamente sta serie tv non l’ha vista nessuno.

3. Dads (2013-2014)

serie tv

Da quando sono diventati amici durante l’infanzia, Eli e Warner sono diventati uomini di successo e co-fondatori di una compagnia di videogiochi, un’idea che avevano sviluppato ai tempi del college. Mentre Warner è sposato e ha due figli, due cani e una bellissima casa, Eli è un fattone costantemente un fascio di nervi, nonostante il suo successo. La storia si complica quando Eli e Crawford, il padre di Warren, irrompono nella vita dell’allegra famigliola. Crawford si trasferisce da suo figlio e sua moglie Camila, una donna imprevedibile al punto da essere definita una testa calda. Ma non è tutto perché entra nel quadro anche David, il padre di Eli che sta passando un momento difficile. Il comportamento passivo-aggressivo e gli schemi dubbiosi sono solo alcune delle sfide che Eli e Warner affrontano mentre cercano di adattarsi alle loro nuove condizioni di vita.

4. Work It (2012)

serie tv

Due amici disoccupati decidono che l’unico modo per trovare lavoro in un clima economico difficile è di fingere di essere donne travestendosi da tali. Quando Lee e Angel, i protagonisti, trovano un lavoro nella vendita farmaceutica, scoprono che le differenze tra uomo e donna sono più profonde di quanto pensano. Non sono solo tacchi alti e indumenti intimi che modellano il corpo. Sono determinati a tenere in piedi lo stratagemma e allo stesso tempo mantenere il lavoro come possono con la possibilità di diventare anche uomini migliori per questo. Devono mantenere il segreto con i loro colleghi e, nel caso di Lee, anche con sua moglie e sua figlia adolescente.

Solamente leggendo una trama così sessista e retrograda, una trama sinceramente denigratoria per il genere femminile dal suo concepimento fino alla messa in scena, è facile capire perché questa serie tv sia passata a miglior vita molto in fretta.

5. Hit The Road (2017)

serie tv

Andando avanti nella nostra lista delle 25 serie tv peggiori mai create secondo Rotten Tomatoes troviamo Hit The Road. Hit The Road segue le vicende della migliore band famigliare d’America di cui non si è mai sentito parlare… ancora. O almeno questo è quello che prometteva ironicamente la storia. Questa caotica e disfunzionale famiglia di aspiranti rock/pop star attraversa il paese in un bus turistico angusto dov’è sacrificata la privacy, il comfort e la dignità, mentre i protagonisti cercano di ottenere con tutti i mezzi a loro disposizione fama e fortuna.

6. $..! My Dad Says (2010 – 2011)

serie tv

L’attore leggendario William Shatner è il protagonista di questa serie comica basata su un popolare feed di Twitter. Shatner interpreta Ed Goodson, un padre schietto che non ha paura di esprimere le sue opinioni indipendentemente da quanto politicamente scorrette possano essere. I figli di Ed non sono estranei alle invettive del padre. Quando uno dei suoi figli, lo scrittore e blogger Henry, non può più pagare l’affitto, Ed invita Henry a trasferirsi nella sua casa, rendendo Henry la vittima consenziente dei suoi teatrini. Il format sembrava anche interessante, ma ahimè la serie tv si è rivelata piuttosto banale.

7. South Of Hell (2015)

Maria Abascal è una cacciatrice di demoni che vaga per Charleston, nella Carolina del Sud, in cerca di persone demonizzate che può esorcizzare. Maria non è una ragazza che combatte solamente il male negli altri, no perché allo stesso tempo si trova a fare i conti con la sua stessa forza soprannaturale, Abigail, che risiede e abita dentro di lei. Quando Maria esorcizza il male dagli altri, Abigail si nutre di quel male. Anche se Maria e Abigail condividono un’anima e un destino, l’ospite cerca disperatamente di sbarazzarsi del mostro. Nel processo, Maria scopre fino a che punto Abigail si spingerà per rimanere ad essere una parte di lei.

8. Saint George (2014)

serie tv

Recentemente divorziato, l’imprenditore George Lopez è un uomo di successo nelle sue avventure lavorative, ma si ritrova tra due fuochi e due culture nella sua vita personale. Si sforza di trovare un equilibrio tra le richieste genitoriali della sua ex moglie Mackenzie e le aspettative culturali della madre latina, Alma. Suo zio Tio e il cugino Junior complicano ulteriormente la sua vita assieme al figlio undicenne Harper. Fuori casa, l’uomo d’affari di successo contribuisce alla crescita della comunità insegnando storia a una classe multiculturale in una scuola serale di Los Angeles. A supervisionare il suo lavoro c’è un dura, ma attraente vicepreside.

9. We are Men (2013)

serie tv

We Are Men comincia con Carter Thomas, un uomo che si trasferisce in un complesso di appartamenti dopo essere stato lasciato all’altare. Qui conoscerà e farà amicizia con tre ragazzi single più grandi di lui che gli consiglieranno di andare avanti con la vita e di provare a frequentare gente nuova e uscire con altre donne, anche se non sono proprio le persone migliori da cui accettare consigli sulle donne. Uno di loro, Frank, ha divorziato quattro volte ma si considera ancora alla ricerca di una compagna; Gil è stato beccato ad avere una relazione clandestina; e Stuart è nel bel mezzo del suo secondo divorzio. Nonostante la loro sfortuna in amore, almeno, hanno l’un l’altro e i loro barbecue a bordo piscina.

10. Romantically Challenged (2010)

serie tv

Basta guardare la foto promozionale di questa serie tv per riconoscere il volto noto di Alyssa Milano che – purtroppo – dopo il ruolo di Phoebe Halliwell in Streghe, non ha più avuto chissà quanto successo al piccolo schermo. In questo caso è tornata in tv con una comedy che racconta le storie di quattro amici alla ricerca dell’amore. C’è Rebecca (il personaggio della Milano), una madre recentemente divorziata che non ha frequentato nessuno sin dalla fine dell’amministrazione Clinton alla Casa Bianca. C’è poi Perry, il migliore amico di Rebecca che s’innamora di una donna già venti minuti dopo averla conosciuta. Assieme a lui c’è Shawn, il suo coinquilino e la sorella minore di Rebecca, Lisa che conclude così il quartetto di amici alla ricerca dell’amore.

11. Guys With Kids (2012 – 2013)

In Guys With Kids vediamo le avventure di tre neo genitori: Gary, Nick e Chris che cercano di aggrapparsi quanto più possibile alla loro gioventù mentre cercano di essere i padri migliori per i loro figli. Nel pieno dei loro trent’anni fanno affidamento l’uno sull’altro con l’intenzione di non sacrificare il loro essere uomini per essere padri mentre affrontano le sfide del lavoro, delle relazioni e del mantenimento di una vita sociale che vada oltre il portare i figli a giocare con gli altri bambini. Potrebbero non sentirsi ancora abbastanza maturi per la paternità, ma lo faranno insieme aiutandosi come possono.

12. The I-Land (2019)

Avete presente Lost? Beh questa serie tv non c’entra assolutamente nulla con Lost. Nonostante le premesse sembrassero indicare in quella direzione, nonostante il tentativo di prendere ispirazione della serie sopracitata possiamo dire senza mistero che The I-Land è stata un tentativo davvero imbarazzante di replicare quel capolavoro che è stata Lost. Una specie di situazione da compito in classe, quando lo passi al tuo compagno e gli dici: almeno cambia qualcosa e lui lo fa, ma sbagliando completamente tutto. Ecco, questa è The I-Land. Racconta la storia di 10 persone che si svegliano su un’isola deserta insidiosa e non hanno memoria di come ci sono arrivati, ma presto scoprono che il mondo in cui si trovano non è come sembra.

13. Knight Rider (2008 – 2009)

Ve lo ricordate Supercar con David Hasselhoff? Bene questa serie tv del 2008 sarebbe dovuto essere il suo remake e ci si aspettava un successo decisamente più alto rispetto a quello che ha avuto visto quanto ne avesse avuta la serie cult degli anni ’80. Protagonista di questa versione è Mike Traceur, un ex ranger dell’esercito che viene reclutato per proteggere il Knight Industries Three Thousand anche noto come KITT, il computer super intelligente integrato nella elegantissima Ford Mustang, da eventuali nemici spietati che hanno come unico intento quello di liberarsi del dispositivo così come hanno fatto con il suo inventore.

14. Call Your Mother (2021)

Ve la ricordate Brenda Leigh Johnson di The Closer? Dimenticatevela perché con dell’epicità e della grandiosità di quel personaggio, quello di Call Your Mother ha in comune solo l’interprete. Kyra Sedgwick presta il volto a Jean Raines, una madre che comincia a chiedersi come sia finita da sola ritrovandosi con il nido vuoto ora che i suoi figli vivono gli anni migliori della loro vita a chilometri di distanza da lei e decide che il suo posto è con la sua famiglia, motivo per il quale si reinserisce nelle loro vite o meglio, ci piomba all’interno senza preavviso e a gamba tesa.

15. Outlaw (2010)

In Outlaw, Jimmy Smits interpreta Cyrus Garza, un Giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti che si dimette bruscamente dalla posizione dopo aver capito che il sistema in cui credeva era difettoso. Garza ora ha un ruolo minore nello pratica privata della sua professione in uno studio legale e usa la conoscenza che ha del sistema giudiziario per affrontare grandi casi legali e nel farlo tentare di rivoluzionare il sistema riuscendo a sconvolgere persone potenti nel processo. Detta così sembra pure interessante, ma vi assicuro che non è così e gli amici di Rotten Tomatoes l’hanno giustamente inserita tra le peggiori serie tv mai create prima.

16. I Hate My Teenage Daughter (2011 – 2012)

Le migliori amiche e madri single Annie e Nikki erano le reiette delle scuole superiori e hanno fatto di tutto per dare alle loro figlie quello che sentivano di non avere. Dimostrando che nessuna buona azione rimane impunita, tutta la libertà e i vestiti che hanno concesso alle ragazze, le hanno trasformate esattamente nel tipo di ragazze che hanno reso difficile la loro l’adolescenza. Le donne si fanno forza l’una con l’altra e contano sull’aiuto dei rispettivi ex, il cui coinvolgimento a volte rende la situazione più difficile, mentre cercano di sistemare le cose e raddrizzare le loro figlie.

17. Inhumans (2017)

Su questa serie tv c’erano aspettative altissime, ma purtroppo si è immediatamente rivelata incredibilmente inconcludente e sostanzialmente fatta male. Inhumans racconta le vicende di Black Bolt, l’enigmatico capo della famiglia reale inumana e re di Attilan, possiede una voce così potente che il minimo sussurro può distruggere una città. Dopo un colpo di stato militare, la famiglia, il gruppo che include la moglie di Freccia Nera, Medusa; suo fratello e rivale, Massimo; i suoi cugini Karnak, Gorgone e Tritone; e la sorella di Medusa, Crystal, riescono a malapena a fuggire alle Hawaii, dove le interazioni sorprendenti con il mondo lussureggiante e l’umanità intorno a loro si riveleranno utili al loro salvataggio, ma anche alla Terra stessa.

18. Rob (2012)

Rob Schneider volto noto di Saturday Night Live interpreta Rob, uno scapolo da una vita che finalmente si sposa, entrando così in una famiglia messicano-americana. La moglie di Rob, Maggie, una traduttrice di libri fuori dalla sua portata, deve dare la notizia ai suoi genitori iperprotettivi e critici dopo che lei e Rob sono scappati a Las Vegas a seguito di una storia d’amore vorticosa. Scioccata dalla notizia, la famiglia di Maggie è scettica sulla scelta del marito con l’eccezione della pecora nera della famiglia, lo zio di Maggie, Hector, che si dichiara immediatamente il migliore amico di Rob. Dal canto suo, Rob vuole solamente conquistare i suoceri e vivere felicemente per sempre con sua moglie.

19. Family Tools (2013)

Quando il padre di Jack Shea ha un attacco di cuore e decide di tramandare la sua attività di tuttofare, Jack è pronto a farsi avanti e renderlo orgoglioso. Purtroppo, i suoi sforzi di carriera passati non hanno avuto successo e tutti sembrano essere in attesa che lui fallisca. A complicare le cose ci sono l’assistente problematico di suo padre, Darren e la sorella civettuola di Darren, che lavora al negozio di ferramenta locale. Ma la zia di Jack, Terry e l’eccentrico cugino Mason gli coprono le spalle, il che potrebbe essere sufficiente e bastargli per avere successo.

20. Four Kings (2006)

Nella lista delle 25 peggiori serie tv mai create secondo Rotten Tomatoes possiamo trovare anche Four Kings, letteralmente “Quattro Re” che dal titolo faceva ben sperare e sì poteva in qualche modo dare l’impressione di guardare una serie fantasy sulla scia di Game Of Thrones, ma ovviamente non è così. Innanzitutto perché non è una serie in costume e poi perché è una banalissima, comedy su quattro ragazzi che sono amici dall’infanzia nonché coinquilini che affrontano l’amore, la vita e il lavoro nella grande città. Sono Ben, Barry, Jason e Bobby, anche i loro nomi – come avrete potuto intuire – sono estremamente banali come la serie tv di cui sono protagonisti.

21. Pandora (2019)

Ambientato nell’anno 2199, Pandora è una serie d’azione di fantascienza che racconta di una giovane donna piena di risorse che ha perso tutto, ma trova una nuova vita alla Earth’s Space Training Academy, dove lei e i suoi amici imparano e si allenano a difendere la galassia dalle minacce, sia aliene che umane. Durante le loro avventure, inizia a scoprire segreti sulla natura della propria identità e decide che deve scoprire la verità e scoprire se sarà la salvatrice dell’umanità o lo strumento della sua distruzione.

22. Outcast (2011)

Cercando la possibilità di costruire un futuro migliore, un gruppo di coraggiosi pionieri lascia la Terra per Carpathia, un pianeta appena scoperto in una galassia lontana. Guidati dal presidente Richard Tate e dal suo team principale composto da Stella, Cass e Fleur, i pionieri si stabilirono nella città di Forthaven, creando una società lì accanto alle spedizioni Mitchell e Jack. Avendo abbracciato tutte le sfide che sorgono con la creazione di un nuovo inizio, i cittadini lavorano duramente per preservare ciò che hanno costruito su Carpathia e, anche se desiderano ciò che si sono lasciati alle spalle, c’è ottimismo per il futuro. Ma, mentre tentano di imparare dagli errori fatti sulla Terra, non c’è modo di evitare le insidie umane dell’amore, dell’avidità, della lussuria e della perdita.

23. Ironside (2013)

Dopo che un proiettile ha frantumato la spina dorsale del detective Robert Ironside, l’uomo ha deciso che stare su una sedia a rotelle non gli avrebbe impedito di continuare ad essere un bravo poliziotto e di svolgere normalmente la sua attività investigativa. Con la sua squadra di specialisti scelti con cura affrontano i crimini più noti di New York. Ironside non lascia che cose come le regole lo rallentino nella ricerca della giustizia. Duro e pungente, non si tiene nulla, e questo combinato con le sue taglienti capacità investigative, mantiene i membri della sua squadra d’élite al top del loro gioco per tenere il passo con il loro capo.

24. Past Life (2010)

Troviamo nella lista anche Past Life. Ci troviamo Al Talmadge Center for Behavioral Health di New York e l’attenzione della serie tv si concentra sulla scienza dell’anima. Protagonista è la dottoressa Kate McGinn, una ferma credente nella reincarnazione, cerca di aiutare i clienti di oggi i cui problemi, lei crede, sono causati da traumi della vita passata. Il suo partner, un pragmatico ex detective della omicidi di New York, ancora in lutto per la morte accidentale di sua moglie, crede che Kate stia operando ai margini della scienza. Le sue solide capacità investigative si fondono con il pensiero fuori dagli schemi di Kate, portandoli a svelare i misteri delle vite passate dei loro clienti.

25. Truth Be Told (2015)

Siamo arrivati finalmente all’ultima serie tv di questa lunghissima lista. Truth Be Told sarebbe dovuta essere una serie spaziale o almeno così ci si aspettava considerato lo spessore del cast, ma purtroppo nemmeno dei talenti come quello di Octavia Spencer, Aaron Paul, Mekhi Phifer e Kate Hudson hanno potuto compensare la mancanza di un’identità vincente nel tessuto della storia. La serie racconta di due coppie che sono sia vicini di casa che migliori amici. I quattro non possono evitare di analizzare e ossessionarsi con qualunque soggetto mettano sotto i riflettori, usando l’un l’altro come casse di risonanza per i loro pensieri.

Da argomenti scottanti come il sesso e la corsa alla speculazione sul fatto che la nuova babysitter di fiducia sia impegnata in attività pornografiche extrascolastiche, nulla è troppo tabù per questo quartetto vario e incredibilmente schietto. Praticamente l’equivalente di un gruppo di comari di un paesino che non brillano certo in iniziativa.

LEGGI ANGHE – Serie Tv: le migliori 25 del 2021, secondo Rotten Tomatoes