in ,

Le 5 Serie Tv condizionate dalla visione di Lost

Lost

Attenzione: l’articolo contiene spoiler su Lost e sulle altre Serie Tv menzionate. 

Lost è ancora molto presente nel panorama delle Serie Tv, nonostante si sia concluso nel 2010 e risulti ancora oggi una Serie molto controversa (trovate qui un articolo sul suo punto debole). Non si può negare infatti che molte Serie Tv contemporanee e successive a Lost ne abbiano tratto ispirazione, esattamente come Lost si è ispirata a Serie precedenti quali Alias, Twin Peaks e i Soprano.

In quest’articolo ho cercato quindi di creare una sorta di lista personale, in ordine sparso, delle Serie Tv condizionate e influenzate dalla visione di Lost. Mi sono inoltre limitato a sole cinque Serie, per non creare una lista lunghissima. Pertanto molte Serie saranno escluse, anche se magari presentano più elementi in comune di quelle citate in questa lista.

1) Once Upon a Time

Cosa condividono la Serie fiabesca per eccellenza e Lost? La risposta è molto semplice: Edward Kitsis e Adam Horowitz. Questi infatti erano sceneggiatori, co-producer e infine executive producer della Serie ambientata sull’isola. Insieme Kitsis e Horowitz hanno scritto una ventina di episodi di Lost, tra cui il memorabile The Variable/La Variabile (episodio 5×14) che presenta forse uno dei paradossi temporali più devastanti del piccolo schermo.

Una volta terminata la loro avventura sull’isola, i due autori hanno creato nel 2011 Once Upon a Time.

L’esperienza lostiana però è sicuramente ancora viva nelle loro menti al punto che non solo ripresentano lo stesso schema narrativo, ovvero il flashback dedicato a un singolo personaggio (episodio personaggio-centrico), ma disseminano gli episodi di citazioni anche piuttosto esplicite a Lost.

Troviamo ad esempio le barrette di cioccolato Apollo, le bottiglie di scotch MacCutcheon, i Geronimo Jackson, oppure i famosi numeri che si ripresentano in diverse occasioni come la casa di Regina che si trova al numero civico 108 o l’orologio della torre di Storybrooke che si è fermato alle 8:15 (chiaro riferimento al volo Oceanic 815, l’aereo con cui i Losties sono precipitati sull’isola).

Lo stesso creatore di Lost, ovvero Damon Lindelof, partecipa alla Serie come cameo vocale, infatti la voce del meteorologo di Storybrooke è proprio la sua, addirittura in un episodio della seconda stagione possiamo sentirla subito dopo uno spot pubblicitario di Exposè, una Serie Tv fittizia di lostiana memoria.

Risulta perciò quasi impossibile per chi ha visto Lost non notare tutti questi rimandi disseminati in Once Upon a Time. Tali rimandi visivi e a volte di trama stessa sono inoltre rafforzati dalla presenza di un buon numero di attori apparsi in Lost.

Belle è interpretata da Emilie de Ravin (Claire), ma abbiamo anche il gigante interpretato da Jorge Garcia (Hurley), Alan Dale (Charles Widmore) ovvero King George, Elizabeth Mitchell (Juliet) nei panni di Ingrid e Rebecca Mader (Charlotte) che interpreta invece Zelena ovvero la malvagia strega dell’Ovest.



Written by Marco De Sanctis

Sono riuscito a laurearmi in Scienze dei Beni Culturali nonostante fossi disperso su un'isola misteriosa, popolata da indigeni ostili e in cui si aggiravano orsi polari e mostri di fumo nero. Non contento di quest'esperienza mi sono perso nei meandri più oscuri e profondi della Loggia Nera, ho prodotto "blue meth" per un uomo in piena crisi di mezza età e come una quindicenne impazzita ho fatto il tifo fino alla fine per Tony Soprano. Insomma ho una malattia seria: adoro il cinema e le serie tv. Io guardo loro e loro guardano me, un rapporto reciproco e consenziente.

serie tv

7 Serie Tv da guardare se non vedi l’ora di andare al mare

Serie Tv

Le 13 storie d’amore più inutili nella storia della Serie Tv