in

10 personaggi secondari delle Serie Tv che non servono assolutamente a nulla

Gossip Girl

Ogni serie tv che amiamo ci presenta una sfilza di personaggi dotati di caratteristiche che li differenziano e in qualche modo li uniscono l’uno all’altro. Vi è mai capitato che qualcuno vi chiedesse il nome del vostro protagonista preferito di un certo show? Se anche voi avete dovuto rispondere a questa domanda, in alcuni casi avrete avuto difficoltà. A me è successo più di una volta, ricordo di aver dovuto scegliere chi fosse la migliore tra Serena o Blair di Gossip Girl, ma come si fa?

In questo articolo il problema non si pone, perché andremo a ripescare alcuni individui irrilevanti che non hanno concluso niente o che ci hanno lasciato un ricordo vago della loro presenza.

1) Sadie Campbell – The OC

The OC

Iniziamo questa lista con Sadie Campbell, interpretata da Nikki Reed, apparsa nella terza stagione di The OC.

La ragazza arriva a Orange County per partecipare al funerale di suo cugino Johnny e fa la conoscenza di Ryan. Come da copione, l’attraente Sadie non passa inosservata agli occhi del ragazzo e i due iniziano a frequentarsi. Naturalmente la loro relazione inizia a farsi seria nell’arco di pochi episodi. C’è però un piccolo problema, di lì a poco Ryan sarebbe dovuto partire per il college e la ragazza, evidentemente, ignora il concetto di relazione a distanza. Così, dopo aver riflettuto sulla cosa sì o no tre minuti, pianta in asso Ryan e finalmente se ne va. Probabilmente a cercare sé stessa vista la tipologia del personaggio. Ancora oggi mi chiedo che tipo di necessità abbiano avuto gli sceneggiatori per farla interagire più del dovuto con i protagonisti dello show: il suo è un personaggio piatto, che prende decisioni troppo prevedibili e sopratutto non ha nessun ruolo in una partita che ha già i suoi giocatori chiave.

Breaking Bad, Bob Odenkirk rivela un particolare che per lui non ha senso in Saul Goodman

Freud, la nuova Serie Netflix: una Penny Dreadful che non c’ha creduto abbastanza