in

15 personaggi borderline delle Serie Tv che ci hanno fatto impazzire

11. La malattia che apre la mente: Elliot Alderson (Mr. Robot)

borderline

Si dice spesso che solo un pazzo può cambiare il mondo.

Beh, il protagonista di Mr. Robot non è un folle, è più che altro un uomo soggetto a problemi piuttosto gravi (ma non ingestibili) di ansia e depressione, e talvolta di abuso di sostanze stupefacenti.

Oltre a tutto ciò, però, Elliot ha anche un chiodo fisso: è convinto che le multinazionali abbiano conquistato il controllo praticamente di tutta la società e stiano distorcendo la realtà per far credere alla gente comune molte cose false. Scoprirà bene presto di avere ragione, quindi gli è dovuto il grande merito di non aver liquidato le proprie idee come parti di una mente compromessa dalla paranoia, ma aver al contrario inseguito la sua teoria fino a incappare nella verità.

In questo caso potremmo quasi affermare che sia stata proprio la patologia nervosa a permettergli di studiare, imparare e penetrare nel fulcro della questione: perchè chi soffre di disagi mentali è abituato a scrutare nel profondo dei propri pensieri, laddove le persone più spensierate e superficiali si interrogano di meno e lasciano correre forse un po’ troppo.

Non stiamo dicendo che ammalarsi di ansia o di personalità borderline sia auspicabile, però se ci si trova in tale sfortunata situazione non bisognerebbe cadere nell’autocommiserazione, ma lottare per superare il disagio e nello stesso tempo fidarsi di se stessi, come fa Elliot. Anche perchè a volte le paranoie hanno un fondo di verità.

Written by Elisa Costa

Sono studentessa di Scienze della Musica e dello Spettacolo.
Le mie più grandi passioni sono la scrittura e (ovviamente!) le serie tv.
Finora ho pubblicato tre libri, e il mio grande sogno sarebbe trovare un lavoro nel mondo dell'arte, in tutte le sue declinazioni!

Marco Polo: viaggio attraverso l’antico Oriente

anello

Nasce l’anello di fidanzamento per appassionati di Serie Tv: se non ce l’hai, addio puntate