Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » Paso Adelante » Un ricordo nostalgico di Paso Adelante

Un ricordo nostalgico di Paso Adelante

Gli anni 2000 sono tornati prepotentemente su Netflix con il bentornato Paso Adelante, telenovela spagnola che segue le lezioni di ballo e canto di un gruppo di promettenti artisti di Madrid. Quando si pensa a Paso Adelante, il primo pensiero è l’iconica sigla che tutti cantiamo “Uno, dos, tres, cuatro. Uno, dos, tres, cuatro e se non avete mai sentito questi ritmi è arrivato il momento di recuperare su Netflix le sei stagioni di Paso Adelante, dal 1 agosto disponibili sulla piattaforma streaming. 

Balli caraibici, musica a tutto volume e drammi d’amore si rincorrono per i corridoi della migliore scuola di arti sceniche della Spagna: tra chi vuole diventare il prossimo vincitore del premio Oscar e chi sogna di essere la prima ballerina della compagnia nazionale. Ma c’è anche chi, come Pedro, deve sacrificare preziose ore di sonno per permettersi di restare a scuola: una scuola dove regnano rigore e disciplina – almeno all’apparenza – e una competizione costante che riscalda non solo i muscoli ma anche i rapporti tra gli studenti. 

Paso Adelante (640×360)

Entrare nella scuola di arti performative di Madrid non è semplice. Due giorni di durissima selezione e se ti dicono di uscire dall’aula non hai scelta: devi uscire e rinunciare ai tuoi sogni, o al massimo puoi ritentare l’anno successivo. Tutti quelli che si presentano alle selezioni sono sicuri di essere i migliori in assoluto, ma solo 20 di loro riusciranno a prendere parte alle tanto sognate lezioni di danza. La preside della scuola Carmen, mette subito le cose in chiaro in tre decisivi punti: numero uno – la metà di loro non completerà i tre anni di corso. Numero due: alcuni di loro non saranno mai le star che sperano di diventare. E infine numero tre: questa non è una scuola che insegna ad avere successo subito, ma a raggiungerlo e tenerselo stretto, pur sapendo che potrebbe andarsene da un momento all’altro. 

Perchè ci piace ancora guardare Paso Adelante?

Il ritorno di Paso Adelante, che strizza l’occhio ai fan di Saranno Famosi e al più recente Glee, è quello che ci voleva per riscaldare questa estate a ritmo di musica pop funk dei primi anni 2000. Ma perché ci piaceva e continua a piacerci così tanto questa serie tv? Cosa ci porta oggi, nel 2023, a guardare ancora Paso Adelante

Tralasciando le situazioni a volte troppo imbarazzanti e sempliciotte che si vengono a creare tra gli studenti: scene che ai giorni nostri abbiamo visto in centinaia di altre serie tv e che già nel 2002 erano gli ennesimi stereotipi triti e ritriti. Ciò che però ha sempre affascinato gli spettatori di Paso Adelante è la grande carica di energia che riesce a trasmettere la serie tv spagnola: le vibrazioni che avvolgono gli studenti e i professori della scuola Carmen Arranz si riflettono sugli spettatori che non possono trattenersi dal ballare insieme ai protagonisti sullo schermo. Se negli ultimi anni abbiamo visto decine e decine di serie tv – e non solo – che non lesiniamo dal chiamare trash, Paso Adelante è forse una tra le maggiori esponenti del genere trash e che, nonostante il trascorrere degli anni, rimane ancora nell’albo d’oro.

Paso Adelante
Paso Adelante (640×360)

Paso Adelante non era una serie tv perfetta, e probabilmente ha subito il peso del tempo: per molti aspetti è invecchiata male, ma resta ancora una serie allegra e spensierata a cui ci si affeziona in maniera facile e veloce. Le numerose puntate – circa 15 episodi per ognuna delle 6 stagioni – si lasciano guardare un passo di danza alla volta, un pliè e poi un pas de bourrée, ogni tanto si assiste anche a una lezione burrascosa di storia del teatro – unica materia teorica alla scuola di arti performative di Madrid – e a un’altra di recitazione con il simpatico romanticone professore Cristòbal che cerca ogni giorno di più di avvicinarsi alla professoressa di danza classica Adela.

Il primo gruppo di studenti di Paso Adelante è sicuramente il più iconico e quello a cui ci si affeziona di più: sono i pionieri di una serie di giovani e promettenti artisti, alla ricerca del proprio posto sul palcoscenico. Quel posto si rivela sempre più arduo da conquistare e Paso Adelante mostra che far diventare un sogno realtà non è semplice, neanche per i migliori studenti. Tutti devono confrontarsi con il talento degli altri e con le difficoltà che incombono dentro e fuori le aule di ballo. Come Lola, che si destreggia tra due grandi amori: la danza e Pedro, e quest’ultimo che invece si contende ogni giorno il cuore di Silvia e la sua possibilità di restare a scuola.

Dopo quasi vent’anni dalla prima volta che abbiamo visto Paso Adelante, la serie tv sul mondo della danza continua a intrattenere e tenerci incollati alla televisione in attesa della prossima coreografia di danza moderna da imparare a memoria.

Paso Adelante: la prima incredibile puntata della serie tv spagnola che ha fatto la storia.