in ,

Quella volta che la vera banda dei Peaky Blinders rubò il trofeo della FA Cup

Potrebbe benissimo essere la trama di uno degli episodi della quinta stagione di Peaky Blinders (e se volete sapere com’è iniziata la nuova stagione leggete qui), eppure pare si tratti di pura e semplice storia.

La notizia è stata rilasciata da Valentine Smith, pronipote di John “Stosher” Stait, gangster e membro dichiarato dei famigerati Peaky Blinders: nella notte tra il 10 e l’11 settembre del 1895, la celebre banda avrebbe rubato dalla vetrina del William Shillcock su Newtown Row la coppa della FA, vinta per la seconda volta dall’Aston Villa.

La Smith sarebbe stata informata dei fatti tramite le parole di un’altra donna della famiglia Stait, Violet, nuora del membro dei Peaky Blinders a cui sarebbero state raccontate le imprese della banda di Birmingham.

Per quanto è giusto ricordare che la banda si è macchiata di crimini ben più gravi durante la sua operosità dagli inizi del 1800, il furto del trofeo fu un evento che colpì molto la città di Birmingham, anche per la stessa squadra di calcio, che aveva deciso ingenuamente di esporla nella vetrina del negozio di articoli sportivi senza calcolare la criminalità del posto.

Peaky Blinders

Dopo il suo furto, il proprietario del negozio chiese la collaborazione della cittadina per ritrovare il simbolico oggetto, manifesto della vittoria dell’Aston Villa sul West Bromwich Albion, offrendo a chiunque riportasse la coppa una ricompensa di 10 sterline.

La coppa non venne mai ritrovata, e dai racconti della famiglia Stait parrebbe che la gang l’avesse fusa per ricavarci delle monete da riciclare nei loro traffici illegali. Tuttavia, 25 anni dopo, la federazione finanziò la società dell’Aston Villa per poter riprodurre una copia della coppa da poter esibire nuovamente nella loro bacheca.

Insomma, le gesta della Banda di Birmingham non smettono di attirare l’attenzione, neanche dopo più di 120 anni dalla loro messa in scena.

LEGGI ANCHE – Birmingham sta diventando una meta turistica grazie a Peaky Blinders

the good place

The Good Place finirà con la quarta stagione, ma è uscita a sorpresa una miniserie spin-off

Glee

Glee e Mindhunter, Lea Michele e Jonathan Groff riuniti per Natale