in , ,

Better Call Saul, Dean Norris potrebbe comparire in una puntata della Serie: tutti i dettagli!

Better Call Saul

Dopo avervi dato la brutta notizia che la Serie Tv Better Call Saul, spin-off dell’acclamato Breaking Bad, potrebbe finire con la quarta o quinta stagione (se volete leggere ciò che ha detto l’autore della Serie, cliccate qui), oggi vi diamo una piccola speranza dicendovi che Dean Norris – interprete di Hank Schrader, agente della DEA e cognato di Walter White – potrebbe fare un cameo in un possibile nuovo episodio della Serie targata AMC.

Better Call Saul


L’attore già nel 2014 si era detto entusiasta della creazione di questo spin-off, ma aveva anche aggiunto riguardo a una sua eventuale partecipazione nella Serie:

Forse tra qualche anno, forse apparirò in quella Serie. Però ho un po’ di paura.

Tuttavia, oggi le cose sembrerebbero diverse. Infatti, per quanto riguarda la possibilità di comparire in un cameo, ha detto:

Io e Vince Gilligan parliamo e ci vediamo un paio di volte all’anno in amicizia. Ogni tanto ci vediamo agli eenti per gli addetti ai lavori. Io non ne ho parlato e se anche ci fosse stata qualche discussione a riguardo, non potrei dirvelo. Comunque è una domanda che sta nella mente di tutti. Lo so.

Anche un altro attore, Giancarlo Esposito (Gustavo Fring), all’inizio si era detto riluttante nel comparire in questo spin-off. La motivazione stava nel fatto di voler lasciare il suo personaggio nella situazione in cui lo aveva lasciato. Però, come sappiamo tutti, l’attore ha deciso di partecipare alla Serie a partire dalla terza stagione.

Nell’attesa di vedere Better Call Saul rinnovato per una nuova stagione e di vedere Dean Norris aggiungersi al cast, ricordiamo che, in Italia, gli episodi andranno in onda su Netflix il giorno seguente alla messa in onda americana. L’ultimo episodio della terza stagione andrà in onda il 19 giugno 2017!

Leggi anche – Better Call Saul: la 3×08 svela le origini della morale di Chuck e Saul

male

Hannibal e Dexter, due diverse sfumature del male

Doctor Who

Doctor Who e la schiavitù esportata