Vai al contenuto
Home » Netflix » 10 Cancellazioni che non perdoneremo mai e poi mai a Netflix

10 Cancellazioni che non perdoneremo mai e poi mai a Netflix

3) Chiamatemi Anna

chiamatemi anna - sigla
Chiamatemi Anna (640×360)

Chiamatemi Anna giunge alla fine della sua storia con un finale preparato per l’addio. Cosciente di non poter tornare sugli schermi, la serie ha cercato di chiudere al meglio la storia della protagonista e del resto dei personaggi interrompendo la visione nel momento che precede una nuova fase della loro vita. Pronti per diventare grandi, i protagonisti si salutano annunciando un nuovo percorso, un percorso che di certo i fan più affezionati alla serie avrebbero voluto vedere e non soltanto idealizzare nella loro testa. A differenza di altre serie come 1899, Chiamatemi Anna ha avuto la possibilità di sistemare alcuni tasselli non cadendo nelle brutte sorti di un finale aperto, ma nessuno ha mai davvero perdonato alla piattaforma questa brutta cancellazione. C’era ancora qualcosa da dire e, considerando quanto stia ancora parlando Elite, forse era il caso di darle questa possibilità.


    🎬 Iscriviti alla nostra newsletter per notizie esclusive, consigli di streaming, approfondimenti e molto altro!    

Condividendo la tua email, accetti i nostri Termini e Condizioni e la Politica sulla Privacy.

4) The Society

The Society
The Society (640×360)

Ancora oggi non sappiamo se The Society sia esistita veramente o se invece non sia stata soltano un’allucinazione collettiva. Con una trama interessante e ben raccontata, la serie è arrivata con una prima stagione che raccontava un mondo in cui gli adulti erano del tutto spariti. Nella terra erano rimasti soltanto gli adolescenti, un gruppo di ragazzi che si stava cercando di organizzare per mettere in piedi una nuova società in cui riuscire comunque a garantire l’ordine. A causa della pandemia le cose però non andarono nel verso giusto, e Netflix decise così di cancellare la serie dopo una sola stagione e tante domande. Ancora oggi non abbiamo idea di che cosa sia successo. Non sappiamo se i protagonisti fossero davvero in vita, se a sparire siano davvero stati gli adulti. Privi di risposte, il finale ce lo siamo soltanto potuti immaginare. Probabilmente The Society non sarebbe diventato un cult della piattaforma, ma avrebbe di certo potuto raccontare la sua storia restituendoci delle risposte interessanti che invece, adesso, non potremo mai più avere. Era davvero così impossibile commissionare una seconda stagione conclusiva?

5) Glow, una serie tv da vedere su Netflix di cui in Italia non si è parlato abbastanza (nemmeno della sua cancellazione)

Glow (640×360)

Tre stagioni fatte di black humor, sarcasmo, commedia e drama: ecco che cosa Netflix ha cencellato. Come abbiamo potuto vedere con The Society, anche in questo caso il motivo della cancellazione – secondo quanto raccontato da Netflix – ha a che fare con la pandemia. Al centro della storia troviamo Ruth Wilder, un’aspirante attrice a cui viene proposto di far parte di un programma di wrestiling. Una volta accettata l’offerta, la donna si ritroverà sul ring, ma spesso non solo per combattere. Entrare in sintonia con il resto delle altre ragazze aiuterà la protagonista a scavare dentro se stessa trovando risposte a domande che, in un primo momento, non aveva neanche il coraggio di porsi. Glow utilizza così il campo da wrestling per scrivere una storia che critica, analizza e mette al centro la società femminile, facendo luce su tematiche necessarie e fondamentali. La sua cancellazione, avvenuta dopo tre stagioni, ci ha lasciato con l’amaro in bocca ancora una volta. E a questa sensazione, nonostante così ripetitiva, non sappiamo mai abituarci.

6) Santa Clarita Diet

Santa Clarita Diet (640×360)

Distribuita nel 2017 e cancellata nel 2019, Santa Clarita Diet è di certo una delle Serie Tv più simpatiche mai viste nella piattaforma streaming Netflix. Con un cast da non dimenticare composto da Drew Barrymore e Timothy Olyphant, la serie racconta il cambiamento di Sheila che da donna assolutamente normale si trasforma in uno zombie. Da quel momento le sorti della famiglia protagonista cambieranno totalmente e tutto quello che prima era facile presto diventerà difficile. Con una sana dose di black humor, la serie racconterà così le vicende assurde di una donna che cercherà di recuperare il cibo necessario attraverso i modi più folli, e il tutto con un marito e una figlia pronti a far di tutto per aiutarla. La serie è purtroppo stata cancellata dopo tre stagioni mettendo così fine a una storia che avrebbe potuto continuare a raccontarsi con la sua genialità, una caratteristica che l’ha sempre resa iconica e che, ancora oggi, ci fa piangere pensando alla sua cancellazione.

Pagine: 1 2 3 4 5 6