Vai al contenuto
Home » Film » 10 film amatissimi dal pubblico che sono stati massacrati dalla critica

10 film amatissimi dal pubblico che sono stati massacrati dalla critica

Che gli spettatori e la critica cinematografica spesso dimostrino di avere opinioni del tutto divergenti non è certo un mistero: tante sono infatti le volte in cui il pubblico si è trovato in completo disaccordo con gli esperti del settore, sia quando si trattava di innalzare un prodotto, sia quando si trattava di demolirlo. I motivi sono diversi: differenti aspettative, gusti divergenti, ma il risultato è lo stesso: un grandissimo divario nel giudizio. Quelli di cui andremo a parlare oggi sono infatti dieci film che, in generale, sono stati molto amati dal pubblico, ma che al contempo sono stati oggetto di pesanti critiche da parte degli esperti del settore, da Venom fino a Step Up.

Per questo articolo abbiamo preso in considerazione due tra i più noti aggregatori di recensioni di internet: IMDb e Rotten Tomatoes, cercando di coniugare i loro differenti metodi di giudizio. Se infatti il primo semplicemente fa una media di tutte le opinioni che qualunque utente può dare tramite un voto da 1 a 10, il secondo prevede un metodo un po’ più complesso. Se ancora non lo sapeste, infatti, le percentuali presenti su Rotten Tomatoes non indicano il voto dato a un film quanto invece la percentuale di recensioni positive, qui divisa tra pubblico e critica. Un indice di gradimento che semplicemente promuove o boccia il film, senza specificare sfumature che possono invece essere ravvisate nelle recensioni presenti sulla pagina. Per votare su Rotten è inoltre necessario prima esibire una prova della visione (come il biglietto dello spettacolo) in modo da evitare il fenomeno del review bombing.

NB: Oggi andremo a parlare per ovvi motivi di generalizzazioni, è infatti normale che all’interno di queste categorie si possano trovare voci discordanti: critici in completo disaccordo con i colleghi e spettatori più severi nell’evidenziare i difetti di un film.

Senza ulteriori indugi, ecco a voi 10 film amatissimi dal pubblico che sono stati massacrati dalla critica. Buona lettura!

Saw – L’enigmista

Il dottor Lawrence Gordon e il fotografo Adam Faulkner si risvegliano incatenati in sporco bagno senza ricordi. Di fronte a loro si trovano un cadavere, una pistola e un registratore, il resto è storia. Il primo capitolo della saga horror di Saw è per molti un grande cult, un titolo capace ancora oggi di intrattenere e terrorizzare lo spettatore. Eppure, la critica non ha sempre riservato buone parole per la pellicola e ha avuto nei suoi confronti anche dure parole. Il film, infatti, che su IMDb ha una media di 7,6/10 e che su RT ha una percentuale di gradimento da parte del pubblico del 84%, ha ricevuto l’approvazione del solo 51% della critica, che ha definito il film “inutilmente gore” e “crudelmente vuoto“.

The King’s Man

Arriviamo ora a parlare di un film molto recente, arrivato nelle nostre sale negli scorsi mesi e già presente su Disney+. In quanto prequel della saga di Kingsman – Secret Service, il film in questione si portava appresso il peso di reggere il confronto con l’amatissimo primo capitolo della serie e di raccontare una storia di proporzioni epiche, una sfida che il film pare aver vinto nei confronti del pubblico generalista, ma che ha invece deluso le aspettative della critica. Se infatti il pubblico ha gradito non solo le spettacolari scene d’azione, ma anche il coraggio di alcune sue scelte narrative, lo stesso non si può dire della critica, che su Rotten Tomatoes ha registrato un indice di gradimento del solo 41%. Alcune tra le critiche più pesanti definiscono il film come “un prequel inutile”, “poco divertente” ed “eccessivamente melodrammatico”.

The Judge

Quando la vita del cinico avvocato Hank Palmer viene scossa da drammi familiari, l’uomo è costretto a far ritorno alla sua cittadina natale dove non solo dovrà scontrarsi con i fantasmi del passato ma mettersi in gioco per la difesa di un suo caro. The Judge è un film che ha diviso profondamente pubblico e critica. Se infatti la seconda ha finito per stigmatizzarne l’eccessivo buonismo e sentimentalismo, nonché i troppo enfatici dialoghi, il pubblico ha letteralmente amato questa pellicola, lodando non solo le performance attoriali di Robert Duvall e di Robert Downey Jr., ma anche come le dinamiche familiari si coniugassero con quelle processuali.

Venom

film netflix
Venom

Nella nostra lista non poteva di certo mancare Venom che su Rotten totalizza una percentuale di recensioni positive pari a 80% da parte del pubblico e 30% da parte della critica!

Venom è da sempre stato un grandissimo mistero, capace da un lato di inorridire la critica come pochi altri cinecomic prima di lui, da un altro lato invece di attirare l’amore del pubblico generalista, che, stando anche agli altissimi incassi (quasi 900 milioni di dollari in tutto il mondo), ne ha adorato l’umorismo, l’azione e il protagonista Tom Hardy. Se infatti la critica ha poco amato l’infantilità di alcune scene di Venom, mettendo in luce alcuni buchi di trama e storture nella sceneggiatura, il pubblico generalista si è invece definito più che soddisfatto, non solo dall’interpretazione dell’attore protagonista ma anche per la sinergia tra Eddie Brock e Venom e per il grande fattore d’intrattenimento fornito dalla pellicola.

Step Up

Venom

Ma dopo aver parlato di Venom, passiamo oltre.

Per chi è cresciuto con questo film, Step Up è un cult che ha contribuito a formare una generazione, eppure, c’è chi non è mai riuscito a sorvolare sui difetti del film: la critica infatti ha da sempre poco gradito questo film sul potere della danza, definendolo banale, con una trama senza spessore e “malamente recitato“. D’altra parte, il pubblico ha da sempre difeso la pellicola: non a caso essa presenta su RT una percentuale di gradimento del 83% da parte degli spettatori (contro la critica che sta al 21%) e una media voto di 6,5 su IMDb. Un amore dato non solo dalla chimica tra i due protagonisti (poi convolati a nozze fino al recente divorzio), ma anche dalla componente di ballo, che ha reso il film tanto iconico da renderlo un remunerativo franchise.

The Gray man

Eccoci arrivati al film più recente di questa lista: si parla di The Gray Man, film action originale Netflix che sta dominando le classifiche di tutto il mondo. Il film che vede come protagonista Ryan Gosling e che può contare nel cast attori del calibro di Chris Evans e di Regé-Jean Page è stato molto apprezzato dal pubblico, tanto da ricevere un tasso di gradimento pari al 91% su Rotten Tomatoes (con una media di 6,5 su IMDb), indice che non rispecchia però l’opinione della critica, ferma al solo 45% di critiche positive. Il film è infatti stato reputato come molto noioso da molto esperti del settore che lo hanno definito “tutto azione senza emozione“, mentre i più severi addirittura come “uno spreco di 200 milioni di $“.

Paradossale il fatto che la maggior parte degli spettatori l’abbiano trovato entusiasmante e ricco di azione, tra gli elogi in massa a Evans e Gosling.

Red Notice

Rimaniamo tra le produzioni originali di Netflix e parliamo di Red Notice, una peculiare pellicola che coniuga azione, humor ed elementi tipici degli heist movie e che vede un cast stellare al suo timone. Un film che in poco tempo ha battuto qualsiasi record su Netflix e che è stato particolarmente apprezzato dagli spettatori (92% su RT e 6,3/10 su IMDb) della piattaforma che hanno ritrovato nel film ciò che stavano cercando: grande intrattenimento dato da alcuni tra gli attori più amati a Hollywood del momento, The Rock, Ryan Reynolds e Gal Gadot. Di opinione diametralmente opposta è stata invece la critica (36% su RT) che ha invece definito il film in questi termini.

“Il grande budget di Red Notice e il cast di prima fascia si sommano a una commedia d’azione (…) i cui appariscenti ingredienti rendono i mediocri risultati ancora più deludenti”

Insomma, la critica depreca i risultati poco convincenti di un film che avrebbe avuto tutte le potenzialità per essere davvero incredibile.

Troy

Venom

Certo, Troy non è mai stato famoso per la sua aderenza fedele al poema dell’Iliade, ma è ricordato da molti come un film ricco di azione e di emozione nonché di scene epiche e iconiche che si ricordano a quasi vent’anni dal suo rilascio (qualcuno ha forse urlato “Ettoreeeeeee!”?). La critica infatti non si è espressa molto a favore della famosa pellicola, capace sì di intrattenere, ma senza mordente, definita più come un film per la tv che per il grande schermo cinematografico con una sceneggiatura parecchio carente. Di opinione opposta si è rivelato il pubblico (7,3/10 su IMDb e 73% su Rotten), che ne ha da sempre amato la portata epica, i dialoghi e le scene d’azione che fanno del loro meglio per rendere giustizia a Omero.

Constantine

Il film tratto dal fumetto Hellblazer della DC Comics ha diviso sin dal suo rilascio in sala nel 2005. La pellicola che vede Keanu Reeves nei panni dell’occultista John Constantine non ha infatti convinto in egual misura pubblico e critica. Il primo, infatti, sembra in generale aver molto apprezzato la pellicola e il suo protagonista, tanto da reclamare ancora con forza un film sequel che possa riproporre le sue oscure e affascinanti atmosfere. Di diverso parere è invece la critica che ha stroncato il film (su RT 46% di critica contro 72% del pubblico, voto IMDb 7/10). I rimproveri riguardano per lo più le incoerenze nella sceneggiatura e la confusione di certi passaggi di trama: la critica Leah McLaren ha per esempio definito il film come un insieme di elementi incoerenti “Matrix che incontra L’esorcista” e no, non si tratta di un complimento.

Collateral Beauty

collateral beauty

Finiamo la nostra carrellata con un film del 2016 che vede per protagonista Will Smith e che mischia drama e fantastico in un risultato che ha convinto più il pubblico della critica, che ha bocciato il film con solo il 13% di recensioni positive di Rotten Tomatoes. I commenti di questi ultimi sono spietati: “Collateral Beauty stabilisce un record: è probabilmente il peggior film che ognuno di questi bravi attori possa mai fare” o ancora: “Perché è stato realizzato? E quanto ha dovuto essere pagato il suo talentuoso cast di grandi nomi per consentire loro di sospendere l’incredulità e impegnarsi in una dose così concentrata di stupidaggini?“. Eppure, c’è chi non la pensa affatto così: nonostante venga riconosciuto il fatto che a volte il film possa apparire come confusionale, il pubblico pare aver gradito i temi che stanno alla base del film, così come anche le grandi performance del cast.

LEGGI ANCHE – Venom: Tom Hardy: carriera, moglie e vita privata dell’attore