Vai al contenuto
Home » Film » Gli 8 migliori film sui supereroi (ed eroi) più dark nella storia del cinema

Gli 8 migliori film sui supereroi (ed eroi) più dark nella storia del cinema

Contrariamente a quanto si possa credere, i film sui supereroi non sono sempre stati sinonimo di leggerezza e avventure colorate. L’era Marvel ci ha educato a storie scanzonate, il più delle volte, e a una leggerezza che si ripercuote a volte anche nella trama. Alcuni di essi, però, esplorano temi più oscuri e complessi, offrendo una visione più profonda e spesso inquietante dei loro protagonisti. Da Watchmen, basato sul graphic novel di Alan Moore e Dave Gibbons, e diretto da Zack Snyder. Film che offre una visione cupa e realistica del mondo dei supereroi. Ambientato in una realtà alternativa, il film esplora temi di moralità, potere e responsabilità, mettendo in discussione la stessa idea di giustizia.

Fino, ancora, a Il Corvo, diretto da Alex Proyas e basato sul fumetto di James O’Barr, che racconta la storia di Eric Draven, un uomo resuscitato dalla tomba per vendicare il suo omicidio e quello della sua fidanzata. Con la sua atmosfera gotica e una performance iconica di Brandon Lee, il film è diventato un classico del genere dark.

Ecco 8 film sui supereroi più dark che siano mai apparsi al cinema. Voi chi avreste aggiunto?

1) Constantine (2005)

film sui supereroi (640x360)
Keanu Reeves

La prima apparizione di John Constantine risale a giugno 1985, nel numero 37 della serie “The Saga of the Swamp Thing”, scritta da Alan Moore. Inizialmente pensato come personaggio di supporto, Constantine era stato creato infatti come una guida per il protagonista nel mondo dell’occulto. E forse in pochi sanno che Moore, insieme agli artisti Stephen R. Bissette e John Totleben, concepì il personaggio ispirandosi a Sting, cantante dei Police. Nel 1988, la popolarità di Constantine spinse la DC Comics a dargli una serie tutta sua: “Hellblazer”. Scritta inizialmente da Jamie Delano, la serie esplorava temi adulti, sociali e politici attraverso storie cupe e mature. “Hellblazer” divenne così rapidamente un pilastro del marchio Vertigo, l’etichetta della DC dedicata a contenuti più maturi.

Nel 2013, con la chiusura di “Hellblazer”, Constantine fu integrato nell’universo principale della DC Comics con la serie “Constantine”. Questa nuova incarnazione del personaggio mantenne molte delle sue caratteristiche originali, ma con un tono leggermente più adatto a un pubblico più giovane. Nel corso degli anni, John Constantine ha continuato a evolversi, apparendo in numerose serie di fumetti, tra cui “Justice League Dark”, dove ha collaborato con altri personaggi magici dell’universo DC. Recentemente, le sue storie hanno trovato nuova vita in miniserie come “John Constantine: Hellblazer” del 2019, scritta da Simon Spurrier, che è tornato alle radici oscure e mature del personaggio.

Nel 2005, uno dei supereroi più enigmatici e dark dell’universo DC travalicava il confine fumettistico per approdare in un film.

Interpretato da Keanu Reeves, Constantine è una pellicola basata liberamente sulla saga della Vertigo che riprende tutti gli elementi più iconici del personaggio. Pur ricevendo pareri contrastanti e con notevoli differenze rispetto al fumetto, il film ha acquisito, con il passare del tempo, il titolo di cult (ecco li altri 9 film amati dal pubblico ma odiati dalla critica). Nel fumetto, John Constantine è britannico, biondo e terribilmente sardonico, nel film invece è americano, bruno e molto più tormentato e serio.

La storia segue appunto John Constantine, un esorcista e detective dell’occulto che ha la capacità di vedere angeli e demoni che camminano sulla Terra sotto sembianze umane. Constantine è un uomo tormentato, condannato all’inferno per aver tentato il suicidio in gioventù, nonostante i suoi continui sforzi per mantenere l’equilibrio tra il bene e il male. La trama principale ruota attorno a una poliziotta di nome Angela Dodson (Rachel Weisz) che cerca l’aiuto di Constantine per indagare sul misterioso suicidio della sua sorella gemella Isabel. Un’indagine che li conduce in un complotto più ampio che coinvolge il figlio di Satana, Mammon, e il suo tentativo di invadere la Terra con l’aiuto di un alleato angelico caduto, Gabriele (Tilda Swinton).

Pagine: 1 2 3 4 5